Calendari: 64 diverse manifestazioni

I calendari della stagione 2019 sono divenuti definitivi dopo l’avvenuta pubblicazione sul sito della federazione AciSport http://www.acisport.it/it/acisport/calendari/1/2019/0/0/14

Sono 64  complessivamente le competizioni iscritte. Di queste ben 34 sono slalom, 9 i rallies (tre dei quali – Targa Florio, Tirreno e Sosio – aperti anche alle Storiche con validità per il TRZ 4° zona), 8 le Salite inclusa la Catania-Etna della quale si auspica sempre il ritorno,  oltre a Floriopoli-Cerda e Termini-Caccamo per le storiche con le moderne ospiti (ruoli invertiti invece nelle altre), 5 le manifestazioni di regolarità (due delle quali ammettono le Moderne), 3 quelle di Trial 4×4. A queste si sommano le gare che si svolgeranno a “Pergusa“. Certe al momento le date del 27-28 aprile con la 2° prova di Campionato Italiano Autostoriche e le altre serie organizzate da Peroni Promotion (che potrebbe replicare ad inizio autunno con altre categorie).  Poi il rivisitato Campionato Italiano Bicilindriche (prima prova girone sud 8-9 giugno proprio a Pergusa) ed articolato oltre che sull’impianto ennese – che ospiterà una delle  due finali (27 ottobre) – anche su Sarno e Binetto  (zona centro), e soprattutto sul “Concordia” di Favara (le cui date sono ancora da definire) prossimo all’omologazione Federale. Ogni appuntamento sarà su due round. A Pergusa verranno organizzate corse per storiche e moderne a completamento delle date per le Bicilindriche

I 33 week-end di corse

La stagione, come noto, si dovrebbe aprire  a Cefalù il 16-17 marzo con la 3° edizione dell’omonimo rallies (non figura ancora nel calendario ufficiale per un ritardo nella procedura d’iscrizione, ma gli organizzatori ne assicurano lo svolgimento), e si concluderà il 10 novembre nel ragusano con la edizione dello “Slalom della Città Iblea“. Nel mezzo altri 31 week-end, lasciando liberi solo quelli di Pasqua (20-21 aprile) e al momento dei 2-3 novembre.

Le 28 gare titolate

Le competizioni titolate sono quelle valide per il CIR ed il CIRAS (Targa Florio, 9-12 maggio),  CIVM (Erice anche per le Storiche, e Nissena), Slalom (Torregrotta e Agro-Ericino). Oltre al Campionato Velocità Storiche in pista  a Pergusa                                  Nella scala “gerarchica” un gradino più sotto vi sono i rallies validi per la Coppa Italia 8° zona Sicilia-Calabria (Nebrodi,Targa Florio nazionale, Templi, Caltanissetta, Tirreno, Sosio), le cronoscalate che assegneranno punti per il TIVM (Sortino, Santuario – che viene indicata ancora sub judice – Giarre, Monte Iblei, oltre alle citate Erice e Nissena), e gli slalom inseriti nel Trofei Sud: Sciacca, Novara di Sicilia, Avola, e Partanna (riserva). Questi daranno punti validi anche per la Coppa Aci Sport 5° zona insieme a Bonagia, San Cataldo,  Castelbuono, Misilmeri, Sant’Angelo Muxaro, Altofonte, Custonaci.  Fra le competizioni di regolarità la più importante resta la versione “Classica” della Targa Florio (ottobre) inserita nel circuito dei “Grandi Eventi” e Regolarità Media, seguita dalla Cave di Cusa (Trapani) 2° prova del Campionato Italiani Autostoriche della specialità.

Campionati SicilianI: validità e premiazione 2018

Non ancora comunicato invece, dalla Delegazione Regionale, l’elenco delle gare che formeranno il Campionato Siciliano Slalom (lo scorso anno articolato su 17 prove).  Mentre saranno validi per le rispettive serie tutti i rallies in calendario (compresa la mini-Targa nazionale), e tutte le salite. Anche per le Storiche. Il quadro definitivo si conoscerà prima della premiazione regionale ch’è stata intanto posticipata da venerdì 1 a venerdì 8 marzo, ed avrà luogo all’Hotel Kaos di Agrigento. Sarà l’anello di congiunzione fra la stagione 2018 e quella 2019 che inizierà da lì a poco.