Coppa Nissena: Merli svetta in prova e prenota l’edizione n.61

sidebar-ad

Il catanese Domenico Cubeda a 3″40, Domenico Scola appena dietro. 7. tempo per Luigi Bruccoleri davanti  a Giuseppe Castiglione. In Gruppo A l’etneo D’Amico fa meglio del locale Roberto Lombardo. La Lamborghini di Cannavò fra le GT

Stavolta il trentino Christian Merli non ha deluso le attese ed è risultato il più veloce in entrambe le sessioni di prove, concluse alle 14.30 e che hanno avuto inizio alle 9.30, della 61. Coppa Nissena. Con l’Osella PA30 3 litri ha coperto i 5450 metri del percorso in 2’03″53 nel corso della seconda salita, migliorando di pochi centesimi il primo crono (2’03″63). Merli ha di fatto “prenotato” il successo per domani (“via” alle 9, gara su due manches con somma dei tempi), visto che il primo degli inseguitori – il catanese Domenico Cubeda – ha contenuto il ritardo in 3’40. Facendo meglio, di un soffio, rispetto al fresco vIncitore di “Erice” Domenico Scola. Nella graduatoria dei 10 migliori tempi seguono Magliona, Iaquinta, Fattorini, il favarese Luigi Bruccoleri, il busetano Giuseppe Castiglione (che proprio oggi festeggia il proprio 27mo compleanno) l’altro catanese Giuseppe Corona, e Ligato.

Nei Gruppi primati di Giuliani (E1), del siracusano Cannavò (GT con la Lamborghini), del catanese D’Amico (A) che ha messo la propria Clio davanti alla Williams del locale Roberto Lombardo, “O Play” (N), mentre fra le “Bicilimdriche” nuovo acuto del catanese Currenti davanti al concittadino Portale.

112 i piloti che hanno portato a termine le prove ufficiali. 48 invece i classificati fra le “Storiche” dove Ciro Barbaccia (Osella Stenger) pare non avere avversari oltre che nel 4. raggruppamento anche nella graduatoria dei tempi (2’30″82 il suo miglior rilevamento), mentre negli altri raggruppamenti hanno svettato Cutrone (Porsche, 3), “Claudio 65” (Porsche, 2), Piazza (Bmw, 1). Domani gara su due manches anche per loro che, alle 9, apriranno la giornata.

La Coppa Nissena, organizzata dall’Automobile Club Caltanissetta, è valdia quale 2. prova del CIMV, oltre che per il Trofeo Nazionale della specialità e per il Campionato Regionale Salite