A “Racalmuto” il Regionale FMI

sidebar-ad

Il “Valle dei Templi” ha ospitato la terza sfida del “Siciliano”. In 38 hanno sfidato la pioggia nell’agrigentino per scrivere il prorpio nome sull’albo d’oro della serie

raca0

Il meteo incerto ha condizionato la terza sfida del Campionato Regionale Velocità FMI andata in scena oggi sul “Valle dei Templi” di Racalmuto (AG). L’intensa pioggia, caduta a tratti durante la giornata, ha imposto la sospensione di diverse finali. Sull’impianto, che recentemente ha subito numerosi interventi di manutenzione per riottenere l’omologa (la cui mancanza aveva imposto l’annullamento della sfida originariamente in programma il 19 e 20 settembre), si sono alternati un totale di 38 conduttori.

 

raca1

Nella 600 Open Valerio Campione e Giuseppe Smedile hanno interrotto la filiera di vittorie fatta registrare sin qui da Gianluca Tranchina. Campione, al “debutto” stagionale nella serie, si è imposto in Gara 1 completando le 15 tornate previste in 16’42″234. Alle sue spalle, con un ritardo di 4″694, si è attestato Tranchina. Quest’ultimo, grazie ai punti guadagnati, ha mantenuto la leadership nel “Regionale”. Terzo, in gara, Alberto Insalaco a 5″002 dalla testa. Nella seconda frazione arrivo al fotofinish con Smedile transitato sotto la bandiera a scacchi con un vantaggio di appena 2 decimi di secondo su Tony Bonomo. Decisamente più staccato, a 27″621, Marco Sciutteri ha chiuso il terzetto di testa.

Tra i Rookie Daniele Navarra ha aggiunto la seconda doppietta della stagione al proprio ruolino di marcia. Il portacolori del “Ducati Palermo” ha aperto la giornata salendo sul gradino più alto del podio (completando 15 giri in 21’17″595) ai danni di Antonino Alotta, attardato all’arrivo di oltremezzo minuto, e Gianluca Repici (a 40″909 dalla vetta). Prima della sospensione di Gara 2 Navarra ha completato 7 tornate nuovamente in testa seguito da Antonino Lembo e da Giuseppe Campione. Stesso podio, dopo 15 giri, anche al termine del secondo “start”.

Finali uniche per SBK Open ed Open Rookie. Anche in questo caso sono state necessarie tre frazioni per decretare i vincitori della giornata. Steve Sarullo ha “firmato” il vertice di entrambe le sfide di “Gara 1”. Nella prima parte ha preceduto all’arrivo, tra gli Open, Giuseppe Di Giacomo e Francesco BigioneAntonio Tumminia, primo tra i Rookie, ha chiuso al quarto posto “assoluto”. Al secondo “via” Sarullo si è imposto su Giuseppe Stabile e Di Giacomo. Quarta piazza “Generale” per il Rookie Giuseppe Andrea Fornaro. Gara 2 ha visto salire sul gradino più alto del podio Agatino Alex Sgroi. L’alfiere del “BM Racing” si è imposto a mani basse, con un vantaggio di ben 30″397, su Di Giacomo e di 31″164 su Bigione. Tumminia si è confermato il migliore tra i Rookie.

raca2

Ludovico Papale ha incrementato la propria leadership nella Monster Cup conquistando punteggio pieno nella prima manche della domenica. Con 3″070 di margine ha primeggiato su Venerando Caruso e di 10″255 su Giovanni Mancuso. Due le competizioni necessarie per Gara 2. Nella prima Papale ha Trionfato su Mancuso e Caruso, rispettivamente, per 0″819 e 1″657. Nella seconda sfida Mancuso ha avuto la meglio su Papale (+4″260) e Caruso (+51″877).

(foto Sciortino)