Tutte le novità dell’Eicma

sidebar-ad

Giovedì l’apertura al pubblico dell’Esposizione Mondiale del Motociclismo. Ecco una selezione dei modelli in mostra

L’edizione numero 73 dell’EICMA, l’Esposizione Mondiale del Motociclismo oggi ha aperto i battenti per le due giornate riservate a stampa e operatori. A partire da giovedì, invece, avverrà l’apertura ufficiale al grande pubblico sino al 22 novembre. La kermesse si conferma come il più importante appuntamento del settore con ben 1.412 espositori e un numero di visitatori stimato in almeno 600.000 unità testimonianza del grande interesse per il settore delle due ruote che, in Italia, vale il 53% del fatturato europeo dell’industria motociclistica. La rassegna si sviluppa sul lato ovest del quartiere fieristico (padiglioni 9-11, 13-15 e 22-24) di Rho Milano. Ecco le principali novità:

BMW

Tra le “entry level” la G310R spinta dall’innovativo monocilindrico da 313 cc raffreddato a liquido e doppio albero a camme in testa. L’unità sviluppa 34 cavalli a 9.500 giri/min ed è affiancata da un cambio a sei rapporti con frizione multi disco in bagno d’olio. bmw-1La velocità massima è di 145 km/h. La “best seller” R nineT si trasforma in Scrambler diventando una vera special di serie che può essere personalizzata a piacere. Cambia la posizione di guida grazie all’adozione di un manubrio rialzato, alla differente sella (con cuciture a vista) e le pedane riposizionate. All’anteriore l’avantreno ha perso la ruota da 17” con quella da 19. La forcella è telescopica tradizionale con steli da 43 mm (munita di soffietti in gomma) ed escursione di 125. Le pinze dei freni passano da radiali ad assiali (sempre a quattro pistoncini). Modifiche di dettaglio anche per le enduro F700 ed F800.

 

Ducati

Tra le novità più attese sullo stand della Casa italiana spicca la XDiavel. Si tratta di una Cruiser con design, contenuti tecnologici e performances tipici delle moto di Borgo Panigale. Il telaio racchiude il nuovo motore testastretta DVT 1262 da 156 cavalli. Al debutto su una Ducati la trasmissione finale a cinghia. L’Inertial Measurement Unit (IMU) Bosch insieme al Ducati Traction Control (DTC), i Riding Mode, l’ABS Cornering Bosch, il Cruise Control e l’innovativo Ducati Power Launch (DPL) fanno dell’XDiavel una moto tecnologicamente avanzata, performante e sicura. Dedicata ai viaggiatori “estremi” la Multistrada 1200 Enduro. ducati-2Dotata di sospensioni elettroniche semiattive Sachs (anteriore e posteriore) e di serbatoio da 30 litri di capacità, la Multistrada 1200 Enduro è confortevole su ogni terreno e inarrestabile, grazie a una autonomia che può anche superare i 450 chilometri. A completare la gamma per il tempo libero ed i divertimento non può mancare una scrambler. La Sixty2 amplia la gamma e nasce per soddisfare le esigenze di chi vuole una moto accessibile, facile da guidare e con costi di gestione contenuti. Il motore da 399 cc offre tanto divertimento mentre il largo manubrio e la lunga sella garantiscono una posizione di guida comoda e rilassata.

 

Honda

Ben 4 i modelli che anticipano linee e scelte tecniche del futuro di Honda. Il maxi scooter City Adventure è affiancato dall’Africa Twin Adventure Sport. Un modello che richiama la mitica XRV650 Africa Twin. Sullo stand in mostra una dei mezzi che hanno dominato la Dakar. La gamma è completata dalla CB4, un’affascinante “cafè racer” che unisce passato e presente. honda-3Tra le “scrambler” spicca la Six50. Nel 2016 in vendita due nuove naked ed un maxiscooter. La CD500F 2016 ha un look ancora più muscoloso rispetto la precedente generazione, luci a LED anteriori e posteriori, serbatoio maggiorato (16,7 litri), forcella e leve freno regolabili oltre ad un terminale di scarico compatto. Il due cilindri fronte marcia da 48 cv permette di sfruttare al massimo il limite di potenza imposto per i titolari di patente A2. Restyling anche per la NC750S con: strumentazione a colorazione della retroilluminazione negativa personalizzata, terminale di scarico pentagonale dal sound più profondo, nuovo software del cambio DCT con modalità “sport” a tre livelli, gruppi ottici a LED: Il motore da 55 cavalli adesso è omologato Euro4. Le stesse innovazioni sono state trasferite anche sul maxi-scooter Integra 750.

MV Agusta

Alla rassegna milanese lo storico marchio italiano ha portato le purosangue Brutale 800 e Dragster RR LH44. Al debutto anche il nuovo stemma che per la prima volta campeggia sulle ultime nate. La “Dragster” è nata dalla passione del campione di F1 Lewis Hamilton per la MV Agusta.
suzuki-vanvanIl pilota della Mercedes AMG Petronas, infatti, ha collaborato con i progettisti della Casa intervenendo nella definizione degli oltre 50 dettagli che differenziano la LH44 dalla Dragster RR di serie. Esposte, per il piacere degli appassionati del settore racing le moto ufficiali di Jules Cluzel, Lorenzo Zanetti, Leon Camier e Massimo Roccoli, vincitore del Campionato Nazionale SuperSport. I piloti del team Reparto Corse saranno anche ospiti dello stand (Padiglione 24 stand M51) nelle giornate di venerdì 20 e sabato 21 novembre.

Kawasaki

5 le proposte in “verde” all’Eicma. Al top l’estrema ZZR 1400 Performance accreditato di 200 cv a 10.000 giri e di una coppia massima di 17 kgm a 7.500 giri. L’impianto frenante è Brembo, dalle pinze monoblocco alla pompa freno radiale. Confermati il mono ammortizzatore Öhlins TTX39 ha taratura dedicata e ci sono gli scarichi Akrapovic. La ZX-10R è invece figlia dell’esperienza vissuta nel mondiale Superbike, vinto quest’anno nelle classifiche piloti e marche. Il 4 cilindri in linea (da 200 cavalli) ha l’alimentazione a doppio iniettore, tre mappe motore, il cambio a sei marce estraibile ed una nuova gestione elettronica più evoluta grazie all’introduzione della piattaforma inerziale a 6 gradi di libertà. kawasaki-zzr1400L’albero motore, sempre a fasatura regolare, ha inerzia diminuita del 20%. Le naked Z800 e Z1000 sono state presentate in esizione “Sugomi”. Tecnicamente la novità è rappresentata dallo scarico Akrapovic con silenziatore in fibra di carbonio omologato per uso stradale. Esteticamente i 2 modelli sono contraddistinti dalla livrea nera e dai dettagli rosso scuro compreso i foderi della forcella rovesciata e nei bordi dei cerchi. Tra gli Scooter il J125 è la copia esatta, con cilindrata ridotta, del noto J300. Sul piano della ciclistica confermato il telaio in acciaio, mentre la forcella ha steli da 37 mm invece che da 41 mm. Identica invece la misura delle ruote (14 pollici anteriore e 13 posteriore) e degli pneumatici. Invariato anche l’impianto frenante con dischi da 260 m anteriore e da 240 mm posteriore con circuito Abs.

Ktm

Cresce la famiglia “Duke” con la “GT” dedicata al pubblico sportivo che ama viaggiare in pieno comfort. Il bicilindrico LC8 da 1,301 cc è stato aggiornato con nuove teste per un’erogazione della potenza più dolce grazie anche alla taratura dell’iniezione elettronica. Al posteriore il telaietto è stato allungato per ospitare le borse laterali mentre le selle sono maggiormente imbottite. La “690” eroga ben 73 cavalli (2 in più per la “R”). Il telaio è a traliccio in acciaio al Cr-Mo, con nuove piastre di sterzo ad offset ridotto, per un aumento dell’avancorsa per una maggiore stabilità nelle curve. Le sospensioni sono unità WP completamente regolabili, mentre l’impianto frenante conta su un disco singolo all’avantreno con pinze Brembo monoblocco in alluminio gestite dall’ABS Bosch 9M+.

Piaggio

Leader europeo delle due ruote, il Gruppo Piaggio si presenta all’Eicma di Milano con tante novità in tutti i brand oltre a festeggiare tre anniversari: quello dello stesso gruppo di Pontedera, che quest’anno festeggia i suoi 130 anni di vita, i 95 di Moto Guzzi ed i 70 di Vespa (nel 2016). Tra le novità gli scooter a ruote alte Liberty e Medley spinti dai motori Piaggio iGet. A completare le proposte in mrsa le versioni speciali “Settantesimo” di Vespa PX, Primavera e GTS. Moto Guzzi propone: le V9 Bobber e Roamer, entrambe da 850 cc. E ancora la V7 Stornello 750, e al top della gamma la grande 1400cc MGX-21 “Flying Fortress”. Aprilia festeggia i 54 titoli mondiali e il successo in Superstock 1000 di questa stagione con la nascita del progetto Aprilia Racing Factory Works: moto da corsa fino a 230 CV preparate su misura per piloti professionisti, collezionisti ed appassionati. Non manca il model year 2016 della RSV4 RF.

Suzuki

La piccola Scrambler VanVan proposta da Suzuki cresce nella cubatura e, la “125”, sarà affiancata dalla sorella maggiore spinta da un monocilindrico raffreddato ad aria e olio di 199 cc. L’unità è ad iniezione elettronica ed è affiancata da un cambio a 5 marce. Le gomme sono sempre extra-large e tassellate così come la sella larga e comoda. Tre le colorazioni con livree in nero, grigio e blu. Sullo stand della Casa di Hamamatsu anche il concept della maxi sportiva GSX-R1000. Ancora non sono stati diffusi i dati ufficiali, ma Suzuki ha annunciato che la moto sarà spinta dal 4 cilindri da 999 cc più potente mai prodotto. suzuki-vanvanL’unità è derivata dalle competizioni ed assicurerà prestazioni ai massimi livelli grazie anche al peso ridotto e la compattezza del telaio.

A completare il ricco palinsesto, l’arena esterna MotoLive dell’Eicma sarà teatro delle finali degli Internazionali d’Italia di Supercross. A queste si alterneranno gli “Internazionali” di: Quad Cross, Sidecar Cross e Flat Track. EICMA sarà anche la location per l’assegnazione del prestigioso titolo europeo di Supercross (SX European Championship). Non mancheranno le aree speciali Custom, Sicurezza ed il Temporary Shop (vero e proprio outlet dove sarà possibile acquistare a prezzi vantaggiosi i prodotti delle stagioni precedenti).

[Best_Wordpress_Gallery id=”50″ gal_title=”eicma 18 novembre 2015″]