La Targa Florio Classica 2015 vista da una donna

sidebar-ad

Ho partecipato a questa edizione con grande piacere e vorrei raccontarla non solo da sportiva ma al femminile.

Gli equipaggi: piloti alcuni in tenuta naturalmente sportiva, altri i più divertenti vestiti come se dovessero partecipare ad un concorso di eleganza. I co-pilota, spesso donne, al contrario sfoggiavano quasi tutte abiti sportivi ingentiliti da accessori alla moda. Tutti prestavano attenzione alle proprie auto che arrivava fino alla completa pulizia delle stesse. I pranzi e le cene erano una spettacolo! I maschietti famelici si avventavano sul cibo, le signore lo ammiravano vogliose ma pensavano alla linea. Le cene, in splendide location erano altrettanto ricche e qui le signore si rifacevano del cibo perduto ….! Le strade, note dolenti della nostra Sicilia, erano più adatte a carretti e ciuchi che non ai tanti cavalli delle auto partecipanti. L’organizzazione tecnica della manifestazione pur con il bel tempo ha fatto acqua, lasciando perplessi i concorrenti che s’impegnavano per ottenere brillanti risultati. Sono certa che la macchina organizzativa farà tesoro dell’esperienza di quest’anno, per lanciare alla grande la 100esima edizione del 2016, che possa rinverdire i fasti della corsa su strada più “antica del mondo”.

Costanza