100^ Targa Florio: i dettagli

sidebar-ad

La Targa Florio numero “100”, in programma dal 6 all’8 maggio, sarà valida per il Campionato Italiano Rally (Moderne e Storiche). Ecco tutte le informazioni ed i protagonisti della passata edizione

A poco più di tre mesi dalla 100esima edizione della Targa Florio Rally (in programma dal 6 all’8 maggio) delineato il percorso delle due gare di Campionato Italiano, moderno e storico. Le Corse sono organizzate dall’AC Palermo in collaborazione con l’Automobile Club D’Italia. La fastosa Cerimonia di Partenza è prevista dal salotto del centro di Palermo nella serata di venerdì 6 maggio con il Teatro Massimo a far da cornice al palco su cui sfileranno le vetture degli iscritti. Immediatamente dopo lo “Start” gli equipaggi affronteranno il primo tratto cronometrato all’interno di Collesano. Il giorno seguente, sabato 7, sono previsti due passaggi sulle prove “Lascari”, “Gratteri” e l’inedita “Pollina”. A fine giornata si tornerà nuovamente a dare spettacolo sulla “Collesano”. In totale saranno 11 le Prove Speciali della prima tappa per 77,2 Km (validi anche per il Campionato Regionale Rally con coefficiente di moltiplicazione del punteggio di 2,5). Domenica 8 maggio la tappa finale per entrambi i protagonisti del “Tricolore”. Per il CIR prevista tre volte la “Campofelice di Roccella”, crono che prevede uno spettacolare passaggio all’interno del Kartodromo di Lascari; due volte la “Piano Battaglia” e la sfida conclusiva sulla “Targa 100” che riporterà il passaggio dei concorrenti in gara dinnanzi le Tribune di Floriopoli alla volta di Cerda (77,2 Km di PS in totale). L’Italiano Autostoriche sarà disputato sulla PS “Campofelice di Roccella” (due passaggi) ed un solo sulle restanti “Piesse” per un totale di 49 Km. Il podio finale si terrà nell’esclusiva cornice della Piazza Duomo a Cefalù (PA) dinnanzi la Cattedrale Normanna. Gli appassionati potranno assistere allo spettacolo delle squadre impegnate al lavoro sulle vetture da corsa al Targa Florio Village, sede dei parchi assistenza presso il complesso Mare Luna in Contrada Pistavecchia (luogo della partenza delle prime tre edizioni della Corsa nata nel 1906).

La competizione dedicata alle “Moderne” sarà valida come 3° appuntamento del Campionato Italiano Rally. I partecipanti del “Tricolore”, prima della tappa siciliana, si ritroveranno a Lucca, il 20 marzo, per il 39° Rally il Ciocco e Valle Serchio. La competizione toscana sarà seguita da: 63° Sanremo (10 aprile), 100° Targa Florio (8 maggio), 23° Adriatico (29 maggio), 44° San Martino (10 luglio), 51° Friuli Venezia Giulia (28 agosto), 25° Roma Capitale (25 settembre) e 34° due Valli (16 ottobre).

Anche la gara delle “Storiche” è valida per il Campionato Italiano (3^ prova). Per agevolare la partecipazione sono state previste delle agevolazioni sulle tasse d’iscrizione (fino a 1300 cc 536,80 euro; fino a 2000 cc 598,80; oltre 2000 cc 671,00). La sfida palermitana sarà preceduta da: 6° Valli Aretine (12 marzo), 31° Sanremo (10 aprile) e sarà seguita da: Campagnolo (29 maggio), 5° Lana (26 giugno), Cremona (17 luglio), Alpi Orientali (28 agosto), 80° Elba Storico (18 settembre) e Due Valli (16 ottobre).

Targa Florio: i protagonisti del 2015

CIR Moderne

andreucci Lo scorso anno, a salire per la nona volta sul gradino più alto del podio della corsa siciliana dopo 13 Prove Speciali, è stato il toscano Paolo Andreucci (a sinistra). In coppia con Anna Andreussi, ha preso il “via” a bordo di una Peugeot 208 T16 R5. La piazza d’onore è andata all’equipaggio Skoda Motorsport Italia composto da Umberto Scandola e Guido D’Amore su Fabia S2000. Terzo il francese Sebastien Chardonnet, con Thibault De La Haye alle note, su Ford Fiesta R5 del Team Ford Racing. Primo dei siciliani il corleonese Matteo Vintaloro (sotto), in coppia con Massimo Cambria, quinto assoluto al volante di una citroen DS3 R5. Tra i ritiri eccellenti dei “nostri” Marco Runfola, su Peugeot 208, fuori dai giochi dopo una toccata sulla PS2 con la sospensione rotta e quello di “Totò” Riolo (Skoda Fabia) costretto alla resa per incidente durante la PS5. Riolo, rientrato in gara con la formula del Superally, ha dovuto dare definitivamente forfait dopo un contatto in trasferimento.

vintaloro

CIR Storiche

Nel 2015 la “pattuglia sicula” ha dimostrato il proprio strapotere vincendo tutti i Raggruppamenti in lizza. Non poteva che essere dei “nostri” anche il più veloce in assoluto. È stato il pilota/preparatore palermitano Mimmo Guagliardo (in alto), in coppia con Francesco Granata, a far registrare il miglior tempo in un’ipotetica classififca “Generale”. Guagliardo (Porsche 911 RS) si è imposto nel “Secondo” ai danni di Spinnato-La Placa (Porsche 911 RS) e Palmisano-“Davis” (Bmw 2002 Ti). Nel “Terzo” il gradino più alto del podio è andato a Mannino-Giannone (Porsche 911). Piazza d’onore per Cosa-Angelino (Lancia Stratos HF) seguiti da Vazzana-Genovese (Porsche 911 SC). Nel “Primo” alloro in solitaria per Fullone-Gargano (Bmw 2002 Ti).