I Nucita confermano il podio

Al termine di Gara 1 i fratelli andrea e Giuseppe Nucita hanno confermato il terzo posto nella “Provvisoria” confermandosi i migliori tra i siciliani al “via”

I fratelli Andrea e Giuseppe Nucita (Ford Fiesta) hanno confermato di essere tra i più competitivi della folta pattuglia dei siciliani al “via” della 100^ Targa Florio. La coppia di Santa Teresa di Riva ha chiuso la giornata in terza posizione assoluta ad appena 21”2 dalla testa malgrado una toccata. I portacolori della Scuderia Phoenix hanno collezionato un primo, tre terzi, un quarto e tre quinti. Alla guida della “provvisoria” si trovano Basso-Granai (Ford Fiesta R5 GPL) seguiti, a 3”7 da Andreucci-Andreussi (Peugeot 208 T16). Tra gli altri alfieri dell’Isola prestazione da incorniciare anche per Marco Runfola e Marco Pollicino (Peugeot 208 – nella foto) alla prima esperienza con una vettura R5. La coppia “targata” Island Motorsport ha chiuso la giornata in quinta posizione ad 1’24”6 dai leader. Runfola, negli otto tratti cronometrati disputati, ha fatto segnare un quarto, quattro sesti, un settimo un 20° ed un 21° tempo. Sesto posto della “Generale” per il veterano della Targa Totò Riolo (Peugeot 208/CST Sport). Affiancato da Massimo Alduina alle note si trova a 1’45”4 da Basso grazie a due sesti, tre settimi, un ottavo, un nono ed un 23° tempo. Tra i ritiri dei favoriti dal pronostico da segnalare quello del palermitano Domenico Guagliardo su Porsche 997 GT3, tradito da un semiasse allo start della PS3 “Gratteri”. Domani il pilota/preparatore rientrerà in Gara 2. Nel CIR Junior i leader della serie Marco Pollara e Giuseppe Princiotto (Peugeot 208/CST Sport) hanno sopravanzato i compagni di Scuderia Alessandro Casella e Gaetano Caputo, su vettura gemella. Pollara si trova in seconda posizione ad appena 5” da Testa-Mangiarotti.

Domani sarà la giornata decisiva. I concorrenti dovranno coprire altri sei tratti cronometrati e riprenderanno il via alle 5.50 per dirigersi alle storiche Tribune di Cerda. Da Floriopoli alle 6.37 scatterà infatti la Special Stage denominata “Targa 100”, 6,4 km fino a Cerda, voluta in un luogo simbolo appositamente per questa speciale edizione. A seguire primo passaggio sulla PS9 “Campofelice di Roccella” (14,4 km) con start alle 7.19 e sulla PS10 “Piano Battaglia” (13,8 km) alle 7.48. I protagonisti del Campionato Italiano Rally faranno ritorno al Lungomare per il riordino delle 9.38 e al Targa Florio Village per l’assistenza delle 10.33. Quindi secondo “giro” sulle due precedenti speciali rispettivamente alle 11.20 e alle 11.49 e rush finale con il terzo passaggio sulla “Campofelice di Roccella” alle 13.47. Il traguardo conclusivo l’ennesimo l’ennesimo bagno di folla per il centesimo podio della Targa Florio alle 14.45 in Piazza Duomo a Cefalù.

 

L’Assoluta di Gara 1

  1. Basso-Granai (FORD FIESTA R5 GPL) in 47’32.0; 2. Andreucci-Andreussi (PEUGEOT 208 T 16) a 3.7; 3. Nucita-Nucita (FORD FIESTA) a 21.2; 4. Scandola-D’Amore (SKODA FABIA 1600) a 27.5; 5. Runfola-Pollicino (PEUGEOT 208) a 1’24.6; 6. Riolo-Alduina (PEUGEOT 208) a 1’45.4; 7. Tempestini-Pulpea (FORD FIESTA 1600) a 2’12.8; 8. Baccega-Menchini (FORD FIESTA R5) a 2’30.6; 9. Rusce-Farnocchia (FORD FIESTA) a 2’55.7; 10. Ferrarotti-Bizzocchi (RENAULT CLIO WLM) a 3’35.1; 11. “CIAVA”-Michi (CITROEN DS3) a 3’38.3; 12. Panzani-Baldacci (RENAULT NEW CLIO) a 4’04.0; 13. Freguglia-Vozzo (PEUGEOT 207) a 4’05.4; 14. Testa-Mangiarotti (PEUGEOT 208 VTI) a 4’19.0; 15. Pollara-Princiotto (PEUGEOT 208 VTI) a 4’24.0; 16. Casella-Caputo (PEUGEOT 208 VTI) a 5’09.8; 17. Armaleo-Longo (RENAULT CLIO) a 5’16.6; 18. Pisani-Gonella (FIAT ABARTH 500) a 5’19.5; 19. Bernardi-Casalini (PEUGEOT 208 VTI) a 5’27.1; 20. Bevacqua-Gallotti (PEUGEOT 208) a 5’46.4; 21. Prodan-Rastegorac (PEUGEOT 208 VTI) a 6’08.4; 22. Gilardoni-Bonato (RENAULT NEW CLIO) a 6’21.9; 23. Cristoforetti-Furlini (PORSCHE 997 RGT) a 6’26.1; 24. Mazzocchi-Nobili (PEUGEOT 208 VTI) a 6’40.9; 25. Nastasi-Cangemi (PEUGEOT 208 VTI) a 6’57.4; 26. Petrolo-Lipari (PEUGEOT 208 VTI) a 7’20.6; 27. Iuculano-Masotto (PEUGEOT 106 KIT) a 7’29.8; 28. Carrotta-Orobello (RENAULT NEW CLIO) a 7’45.8; 29. Amendolia-Villari (FIAT PUNTO) a 7’58.0; 30. Montagna-Montagna (CITROEN C2 VTS) a 8’05.1; 31. Burgio-Calderone (PEUGEOT 106 RALLY) a 8’16.9; 32. Farina-Pugliese (PEUGEOT 106) a 8’22.9; 33. Piparo-Barreca (PEUGEOT 106) a 8’32.5; 34. Sassi-Costi (MITSUBISHI EVO IX) a 9’01.4; 35. Beverari-Bertasini Haianes (RENAULT CLIO WLM) a 9’50.8; 36. Provenza-Glorioso (PEUGEOT 106) a 10’01.3; 37. Mirici Cappa-Fiorin (PEUGEOT 106 S16) a 10’07.0; 38. Vallino-Genovese (SUZUKI SWIFT) a 10’21.5; 39. Lucarelli-Ferrari (SUZUKI SWIFT) a 10’30.0; 40. Calvi-Caldart (PEUGEOT 208 VTI) a 10’46.4; 41. Arasi-Falsetti (CITROEN C2 VTS) a 10’46.8; 42. Coppe-Poloni (SUZUKI SWIFT) a 10’54.4; 43. Saresera-Tumaini (SUZUKI SWIFT SPORT) a 10’54.8; 44. Lo Schiavo-Lo Schiavo (PEUGEOT 106) a 10’56.8; 45. Rao-Zeppegno (SUZUKI SWIFT) a 11’04.4; 46. Martinelli-Botzari (SUZUKI SWIFT) a 11’11.5; 47. Denaro-Scuderi (SUZUKI SWIFT) a 11’19.2; 48. Sicilia-Cambria (MITSUBISHI EVO X) a 12’02.6; 49. Di Gesu’-Galipo’ (PEUGEOT 106 S16) a 12’23.3; 50. Insarauto-Eucaliptus (RENAULT CLIO) a 12’32.2; 51. Gagliano-Gagliano (PEUGEOT 207 RC) a 12’42.8; 52. Epis-Ialungo (SUZUKI SWIFT) a 12’53.3; 53. Galati-Catalano (PEUGEOT 208 VTI) a 13’00.1; 54. Baucina-Giordano (FORD FIESTA R2) a 13’33.4; 55. Mogavero-Coniglio (RENAULT CLIO) a 14’06.9; 56. Virruso-Morana (FIAT GRANDE PUNTO) a 14’36.2; 57. Indovina-Vallelunga (PEUGEOT 106 S16) a 14’47.4; 58. Meggiarin-Corso (SUZUKI SWIFT) a 14’52.8; 59. Vella-Catalfamo (MG ROVER ZR 105) a 15’02.2; 60. Samarelli-Raccuia (CITROEN DS3) a 15’20.6; 61. Rosso-Giannotto (RENAULT TWINGO III) a 16’16.7; 62. Mollo-Daghero (SUZUKI SWIFT) a 16’47.8; 63. Schittino-Schittino (SEAT AROSA FR) a 17’40.0; 64. Sartori-Rossi (RENAULT TWINGO) a 18’08.9.