100ª Targa Florio Island Motorsport a ridosso del podio

Sulle madonie, i portacolori Runfola-Pollicino (Peugeot 208 r5) onorano la “centesima” centrando il quarto posto assoluto  gran rentrée e buon piazzamento per Carrotta-Robello (Renault Clio R3)  in gara 2, ottavo posto per Guagliardo-Granata (Porsche 997 GT3)

Cefalù (Pa), 8 maggio 2016 – L’equipaggio della scuderia palermitana Island Motorsport, composto da Marco Runfola e Marco Pollicino, su Peugeot 208 R5 della PA Racing, si è piazzato a ridosso del podio  entrando il quarto posto assoluto, al termine della 100ª Targa Florio, terzo appuntamento stagionale del Campionato Italiano Rally, andato in scena sui mitici tratti delle Madonie, questo fine settimana.  Il binomio cefaludese ha, in tal modo, più che onorato la “Centesima” rendendosi ulteriore protagonista nelle battute finali della seconda e ultima tappa, guadagnando definitivamente una posizione, rispetto al risultato provvisorio del sabato quando aveva concluso quinto nella generale.
Una gran rimonta rivelatasi, tuttavia, più ostica del previsto…

«Un avvio di tappa un po’ sofferto, quello di oggi, per le condizioni dell’asfalto reso umido dalla pioggia caduta durante la notte – ha raccontato Runfola – tanto da perdere tutto il vantaggio acquisito ieri. Nell’ultima prova speciale (terzo passaggio della Campofelice di Roccella ndr), invece, una volta asciugatosi il fondo stradale, abbiamo rialzato i ritmi riuscendo a recuperare il terreno perduto. Per il resto, una vettura pressoché perfetta messami a disposizione dal team che ringrazio vivamente».

carrotta-orobello (targa florio 2016)
carrotta-orobello (targa florio 2016)

Ha richiamato particolare attenzione e curiosità il rientro del “veterano”Alberto Carrotta che, in coppia con Daniele Orobello, su Renault Clio R3 del team Lombardo e con il sostegno della Tempo s.r.l., ha festeggiato agguantando il terzo gradino del podio in classe R3C.

«Tutto sommato è andata bene. Sono riuscito ad adattarmi tanto alla Clio quanto al clima agonistico abbastanza velocemente, pur avendo disputato la mia ultima Targa Florio nel lontano 1986 con la Ritmo 130 – ha precisato Carrotta – Anche se abbiamo avuto tanti di quei problemi che, in una sola gara, mi hanno fatto fare un ‘ripasso’ di trent’anni di carriera – ha aggiunto, ridendo – In sintesi, si sono rotti i freni, il filo dell’acceleratore e la centralina ha fatto un po’ di bizze, ma era tanta la voglia di arrivare alla bandiera a scacchi. Alla fin fine ci siamo divertiti, gratificati altresì dalla passione e dal calore del pubblico».

Dopo il ritiro anticipato del sabato (rottura del semiasse) e l’impossibilità di concorrere per la graduatoria assoluta (ricavata dalla sommatoria dei tempi di entrambe le tappe), buona la “seconda” per il pilota-preparatore Domenico “Mimmo” Guagliardo che, in coppia con Franco Granata, ha fatto sua l’ottava piazza nella Gara 2 domenicale, portando al debutto la Porsche 997 Gt3 ex Delecour sugli impegnativi tornanti madoniti.

Marco Runfola, Marco Pollicino (Peugeot 208 R R5 #11, Island Motorsport)
Marco Runfola, Marco Pollicino (Peugeot 208 R R5 #11, Island Motorsport)

«Seppur in condizioni poco ideali, obiettivo raggiunto – ha sottolineato un soddisfatto Guagliardo – La lettura, infatti, ha un grosso potenziale anche se nata per fondi stradali di tutt’altra tipologia. Eppure, riscontri cronometrici alla mano, è andata molto bene. Ora, starà a noi proseguire nello sviluppo del mezzo per renderlo ancor più competitivo anche nel nostro territorio».

Classifica finale assoluta 100ª Targa Florio
1. Andreucci-Andreussi (Peugeot 208 R5 T16) in 1h27’09”1; 2. Nucita-Nucita (Ford Fiesta R5) a 9”; 3. Scandola-D’Amore (Skoda Fabia R5) a 48”; 4. Runfola-Pollicino (Peugeot 208 R5) a 2’50”8; 5. Riolo-Alduina (Peugeot 208 R5) a 2’50”9; 6. Tempestini-Pulpea (Ford Fiesta R5) a 3’14”8; 7. Baccega-Menchini  (Ford Fiesta R5) a 4’11”7; 8. Rusce-Farnocchia (Ford Fiesta R5) a 4’49”8; 9.“Ciava”-Michi (Citroen DS3) a 5’40”; 10. Ferrarotti-Bizzocchi (Renault Clio R3) a 6’15”6.