Venerdì 10 all’Autodromo di Pergusa di definirà la bozza della prossima stagione

Il Calendario 2018 prenderà forma quasi definitiva venerdì 10, nel corso della riunione degli organizzatori in programma all’Autodromo di Pergusa, con inizio alle ore 17 e  convocati dal Delegato Regionale AciSport Armando Battaglia. 

Dopo l’assegnazione delle diverse validità decise dalla Federazione, bisognerà poi attendere le riunioni dedicate alle singole specialità che si svolgeranno a Roma ad inizio dicembre, affinché il calendario diventi definitivi. Ma in quella sede minime sono le variazioni.

In Sicilia, nel 2018,  la manifestazione più importante resterà la “Targa Florio”-Rally (che comprenderà anche le Storiche con la 2° di nove prove, ma a coefficiente maggiorato) la cui 102° edizione, organizzata dall’Automobile Club Palermo, si tornerà a disputare  nella tradizionale data di sabato 5 e domenica 6 maggio, e sarà la terza delle otto prove sulle quali si articolerà il Campionato Italiano Rallies.

In quello della Montagna invece sono state confermate le due classiche isolane: Monte Erice (AC Trapani) e Coppa Nissena (AC Caltanissetta), che si susseguiranno a distanza di sette giorni l’una dall’altra nel mese di settembre. Le cronoscalate conteranno anche su altre tre gare valide per il TIVM  in questo’ordine: Val d’Anapo-Sortino Giarre-Milo (che tornerà a disputarsi in piena estate), Monte Iblei.

Per le “Storiche” confermata la validità alla “Salita del Santurario” da Cefalù a Gibilmanna, che chiuderà la serie di 10 prove.

Per la 4° zona rallies Storiche saranno valide Targa Florio, Templi, Caltanissetta, e fuori dall’Isola solo il “Gargano” quindi gli equipaggi siciliani sono chiaramente avvantaggiati.

Equa invece la distrIbuzione delle prove per la 4° zona delle Moderne: due in Sicilia (“Caltanissetta” e “Tirreno”) e altrettante in Puglia (“Salento” e “Gargano”).

La Coppa Italia di zona (7°), si articolerà su sette prove: Nebrodi, Templi, Targa Florio, Caltanissetta, Tirreno, Rally Event

La “Regolarità” disputerà in Sicilia una prova del Campionato Italiano (Cave di Cusa), oltre alla “Targa Classica” (che non si disputerà più abbinata al Rally) che sarà la 3° di quattro prove del Campionato Italiano Grandi Eventi Storiche.

Nel Campionato Italiano Slalom fra le 8 prove, due si disputeranno in Sicilia: Torregrotta (che aprirà la serie), Agro Ericino (3° round). Mentre  Avola (in programma il 30 settembre) è proposta come riserva, ma  sarà valida invece come prova di chiusura del Trofeo Centro Sud su sette prove. Tre delle quali (inclusa Avola) in Sicilia (con Sciacca e Novara), mentre la gara di Sant’Angelo Muxaro è inserita come riserva e vi è sub-judice lo Slalom di Simeri (Catanzaro).

La Coppa di zona (5°) si articolerà su 10 prove: Bonagia, Monterosso Almo, Partanna, Sciacca, Castelbuono, Novara di Sicilia, Sant’Angelo Muxaro, Custonaci, Altofonte, Avola.

Il Karting, come ormai purtroppo noto, non avrà alcuna gara titolata in Sicilia.