Regionale Piste: Alessandro Greco primo Champion Day 

Lorenzo Scatà (125 Kz2), Cristian Blandino (60 New Entry), Kevin Bonfiglio (60 Minikart), Stefano D’Angelo (125 Tag Senior), Giuseppe Birriolo (125 Kz Under), Alfio Messina (125 Nazionale Over), Salvatore Troja (125 Club Under) e Tony Di Mulo (125 Interprovinciale), sono i primi 9 piloti vincitori di altrettante corse sulle quali si è articolata la prima di 12 prove che compongono il Campionato Siciliano Piste 2019. Sulla “Pista del Sole” di Melilli (Siracusa), domenica scorsa, si sono ritrovati in 100 – agli ordini del Direttore di Gara Dario Anastasi – per tagliare il nastro di partenza della serie gestita da Karting Sicilia ed organizzato sotto l’egida della Delegazione Regionale AciSport.

Il primo Champion Day dell’anno è risultato Alessandro Grego (“Rock Shifter”),  vincitore della propria categoria .

Dopo prove libere e ufficiali, la prima finale della giornata ha visto duellare 11 giovani piloti  della  60 New Entry. Il nisseno Blandino (6 anni), al termine di una imperiosa rimonta che lo ha visto risalire dall’ultima alla prima posizione (era stato penalizzato perché sotto peso), ha preceduto il catanese Leonardo Dato, ed il marsalese Marco Puma. Blandino, che aveva chiuso la scorsa stagione con il successo nel Trofeo “Ayrton Senna” a Sarno (Napoli) il 9 dicembre scorso, ha entusiasmato il numeroso pubblico presente in tribuna.

15 in bagarre nella 60 Mini, con il catanese di Aci S.Antonio  Kevin Bonfiglio sul gradino più alto del podio con Salvatore Alfio e  Aurora Mistretta, ad occupare le piazze d’onore. Giro più veloce (49”359) per il catanese Sebastiano Cultraro che però non è riuscito a tagliare il traguardo.

Fra i piloti della “125 Tag Senior” ha vinto l’alcamese Stefano D’Angelo seguito dalla termitana Barbara Battaglia.

Nella “125 Kz Under”,  fra i 13 in griglia ha avuto la meglio il palermitano di Misilmeri Giuseppe Birriolo, che ha tenuto a distanza il primo degli inseguitori – l’alcamese Adriano Di Leo – staccato alla fine di quasi 4″ ed più di 7″ l’ennese Davide Di Nicolo. 

La “125 Nazionale”, riservata agli Over, è stata caratterizzata dalla lotta fra il catanese Simone Lizio ed il mascalese Alfio Messina (50 anni), che alla fine l’ha spuntata per soli 283 millesimi di vantaggio. Terzo classificato  il Campione in carica di categoria  Marcello Maragliano.

Nella “125 Rock Shifter”, il pilota della vicina Priolo (Siracusa) Greco, non ha avuto rivali infliggendo un distacco di  oltre 10″ agli inseguitori finiti in quest’ordine: Giuseppe Nicolosi, Giuseppe Avveduto, Alfio Manna e Gabriele Duello.

Nella “125 Club Under”, sfortunata prova del comisano Samuele Cassiba, mattatore nella prefinale.  Un problema in partenza nella finale, lo ha costretto ad accodarsi al gruppo e dovendosi accontentare del  terzo posto dietro al vittoriese Alan Cilia, ed al vincitore Salvatore Troia (di Carlentini).

La  categoria “Regina”, la  “125 Kz2 Nazionale”,  ha riservato forti emozioni, grazie al duello fra il pilota di casa Luigi Fazzino ed il caltagironese Alessandro Branciforti. I due, nel corso del penultimo giro, si “sono toccati” dando via libera al siracusano Lorenzo Scatà, che dopo aver stabilito nelle prove cronometrate il record di giornata del circuito (42”984), incredulo ha vinto la gara, davanti a Fazzino. Branciforti alla fine è stato penalizzato anche da una penalità di 5″ ed è scivolato al 4° posto, mantenendo la soddisfazione del giro più veloce (43”578).

Ben 17 i piloti in gara nella “125 Interprovinciale”. Fra questi ha vinto Tony Di Mulo (di Trecastagni), davanti al locale Luigi Cosentino  ed al brontese Carlo Amato.

Prossima prova il 29 febbraio sul circuito di Minoa (Agrigento).

(59)