Targa Florio: i risultati degli equipaggi siciliani

Targa Florio n. 103 più che soddisfacente per gli equipaggi siciliani. Nella terza prova del Campionato Italiano Rallies, i vincitori Campedelli-Canton  su Fiesta R5 hanno difeso i colori della scuderia favarese Project Team che ha così svettato fra le Scuderie.  I palermitani Alessio Profeta e Sergio Raccuia (Fabia R5/Island Motorsport), hanno chiuso al 10° posto assoluto ma soprattutto  primi dell’Under 25 e fra gli equipaggi siciliani.  La Storica è stata letteralmente dominata da Totò Riolo e Gianfranco Rappa (Subaru Legacy/Cst Sport) e gli equipaggi siculi hanno vinto gli altri tre raggruppamenti.

Targa Florio

Riolo-Rappa (Subau Legacy)

Nella mini-Targa valida per la Coppa Rally di Zona, il romano Angelucci navigato dal messinese di Sant’Angelo di Brolo Giovanni Lo Neri, sulla Fabia R5/Island, ha avuto ragione dei numeri equipaggi siciliani. Primi fra questi e secondi assoluti i messinesi Carmelo Galipò e Tino Pintaudi., reduci dal recente successo ai “Nebrodi” con la stessa Fabia/Ferrara Motors che così rafforzano la leadership nel Trofeo Rally Sicilia di cui la Targa nazionale è stata valida quale 2° prova con coefficiente 2 (3 per coloro i quali si sono classificati nella gara maggiore valida per il CIR).

Targa Florio

Galipò-Pintaudi (Skoda Fabia R5)

TARGA FLORIO CIR: I VINCITORI DI GRUPPO E CLASSI                                                    Il più importante risultato dei due giorni di gara è quello ottenuto dal giovane palermitano Alessio Profeta (23 anni) che dopo due consecutivi ritiri nelle prime due prove del CIR, finalmente ha tagliato il traguardo nonostante una serie di noie meccaniche, compreso ala rottura dell’idroguida della sua Fabia R5 preparata nell’atelier di famiglia ed iscritta dall’Island Motorsport. Profeta-Raccuia (32 anni) hanno chiuso al 10° posto assoluto ma soprattutto hanno vinto la speciale classifica Under 25 ch’è poi il principale obiettivo stagionale nel CIR.  Filippo Vara e Giuseppe Spirio, di Collesano, oltre a piazzarsi al 13° posto assoluto con la Clio hanno fatto loro la  classe R3C. Nella graduatoria generale li seguono Mariano Bruno e Calogero Messineo (Astra GSi/PS Start) primi di Gruppo A, 21° al termine di una gara sofferta i i messinesi Giorgio Fichera e Simona Duro (Baleno Booster Jett) che sono però riusciti a primeggiare fra le Racing Start e portare a casa punti utili nella Suzuki Rally Cup. Nella cui classifica assoluta adesso Denaro è 8° davanti ai colllesanesi  “PinoPic” Picciuca-Giovanni Barbaro (Swift Sport) primi della classe R1B, ed ai  messinesi Sergio Denaro e Marta De Paolo (Swift Sport).  A chiudere la graduatoria dei 28 all’arrivo (su 39 al “via”), Sfogliano-Perna (Uno Turbo/Project Team), Indovina-Vallelunga (106 16V) primi di Gruppo N. Fra gli 11 equipaggi costretti al ritiro anche i nisseni Lombardo-Spiteri (vincitori lo scorso anno della mini-Targa),

TARGA FLORIO NAZIONALE: I VINCITORI DI GRUPPO E CLASSE                               Nella gara valida per la Coppa di Zona (8°) Sicilia-Calabria, dietro ai tre sul podio: Angelucci-Lo Neri, Galipò-Pintaudi e gli agrigentini Maurizio Mirabile-Calogero  (Fiesta R5), si è piazzato l’equipaggio formato dal  madonita di Collesano  Gabriele Mogavero navigato dal palermitano Manfredi Caprì (Saxo Kit), i quali hanno vinto il Gruppo A e sono risultati primi fra le 2 ruote motrici, seguiti da Armaleo-Verceli (207) primi fra le S2000, mentre Nastasi-Stassi piazzatisi alle loro spalle nella generale con la Clio si sono imposti in gruppo R3 davanti a Cacioppo-Armata (Mitsbishi Evo X) vincitori in classe R4, Chianetta-Ammirata (106) protagonisti in gruppo N, quindi Pellitteri-Lo Monaco (Clio, primi in A7), 10° assoluti Mignani-De Clò (Clio. In ordine di posizione nella graduatoria assoluta gli altri primati di gruppo e classi sono andati a: Scalia-Caldarella (208/ R2),  Cirrito-La Corte (106/A6), Randazzo-Zito (Clio RS/N3), Alioto-Vercelli (Punto/S1600), Esposito-Provenza (New Clio/RS), Melia-Viola (205 Rally/A5), Miragliotta-Guiotto (106/RSP 1.6), Milazzo-Coniglio (Seat Ibiza TDI/RSP D2000), Enza Alotta-Loredana Ordile(Twingo/Femminile), Siracusa-Rizzo (Saxo/RS1.6), Marsalisi-Buscarino (205 GTI/RSP2000). Primato della “Real Cefalù” nella graduatoria Scuderie. In 30 hanno tagliato il  traguardo su 47 partiti. Fra i ritirati anche i Campioni Siciliani in carica Celi-Rappazzo.

TARGA FLORIO HISTORIC: RIOLO DOMINATORE                                                           Nella gara riservata alle Storiche – pure questa valida quale 3° prova del Tricolore – il cerdese Totò Riolo con il navigatore palermitano Gianfranco Rappa (Subaru Legacy ex-Gruppo A/Cst Sport), ha letteralmente dominato la gara (per 12 volte il più veloce su 14 prove speciali) nell’assoluta oltre che nel 4° Raggruppamento dove punta al titolo. Riolo vanta già tre successi assoluti nella Targa Florio Rally e adesso aggiunge questa nuova corona nel suo ricco palmares. Alle sue spalle  – e vincitore del Primo Raggruppamento – un’altro pilota madonita,  Pierluigi Fullone navigato da Michele Gargano ed al volante della Bmw 2002/Festina Lente, curata da papà Rosario nell’officina di famiglia a Collesano da papà Rosario. Terzi sul podio, ma al vertice del Secondo Raggruppamento, i cefaludesi Mauro Lombardo e Rosario Merendino con la Porsche Carrera RS (Island) curata dal Team Guagliardo. Il dominio siciliano è stato completato con il successo nel Terzo Raggruppamento dei palermitani  Marcello Pollara e Vincenzo Terenzio (Porsche 911),  quinti assoluti dietro l’altra Porsche 911/Guagliardo (Secondo Raggruppamento) del bresciano Superti navigato dal palemtiano Fabio Granata. 17 gli equipaggi al traguardo e ben 19 quelli invece costretti al ritiro. Fra le Scuderie altro primato della “Project Team” davanti all’Island                                                                                                                      LA CLASSIFICA ASSOLUTA DEI PRIMI 10: 1° Riolo-Rappa (Subaru Legacy Sedan) In 1:16’50.7,  2° Fullone-Gargano (Bmw 2002 Ti) a 4’33.5m  3° Lombardo-Merendino (Porsche Carrera Rs) a 6’36.3, 4° Superti-Granata (Porsche 911 T) a 11’00.8,  5° Pollara-Terenzio (Porsche 911 SC) a 11’44.3,  6° ‘Red Devil’-Principato (Fiat X1/9) a 12’30.9,  7° Cristadoro-Marin (Peugeot 205 Rally) a 15’57.9,  8° Parisi-D’angelo (Porsche 911 S) a 16’06.6,  9° Valente-Devenu (Subaru Legancy Sedan 4wd) a 16’28.5,  10° Pirrone-Pirrone (Opel Kadett Gte) a 18’00.                                                                                                                        COSì AL TRAGUARDO NEI RAGGRUPPAMENTI.                                                                 PRIMO;  1°Fullone-Gargano (Bmw 2002 TI) in 1h21’24.2”,  2° Parisi-D’Angelo (Porsche 911 S) a 11”37,  3° Sambataro-Bocchieri (Fiat Abarth 1000 Tc) a 12”12                            SECONDO : 1° Lombardo-Merendino (Porsche Carrera Rs) in 1h27’51.5, 2° Superti-Granata (Porsche 911 T) a 4’24’5,  3° Lo Forti-Mazzola (Mini Cooper) a 17’15.7.                                                                                                                        TERZO: 1°Pollara-Tenenzio (Porsche 911 SC) in 1h28’35.0, 2° “Red Devil”-Principato (Fiat X1/9) a 46.6.                                                                                                                    QUARTO : 1° Riolo- Rappa (Subaru Legacy) in 1h16’50.7, 2° Cristadoro- Marin (Peugeot 205 Rally) a 15’57.9, 3° Valente- Devenu (Subaru-Legacy) a 16’28.5.

TARGA FLORIO HISTORIC

Il podio della Targa Florio Historic a Termini Imerese (Palermo): da sinistra Lombardo, Merendino, Riolo, Rappa, Fullone, Gargano, Terenzio, Pollara

TARGA FLORIO REGULARiTY HISTORIC                                                                                 In coda ai partecipanti al rally vero e proprio si è disputata anche una gara di Regolarità Media, valida per il Campionato Italiano, articolata su sette prove (due passaggi su “Tribune” e “Targa” e uno “Scillato – Polizzi”, “Geraci” e “Bergi”), successo di  Maurizio Vellano navigato dal palermitano Sebastian Feudale (Audi 80 Quattro), davanti alla coppia palermitana formata da  Roberto La Mantia-Rosalia Messina (Lancia Delta HF integrale),