Sviluppata dal Team Ford Performance, la nuova Focus ST dispone di un propulsore 2.3 EcoBoost in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in 5.7 secondi e scaricare a terra maggiore potenza (migliore coppia in accelerazione) rispetto alla generazione precedente della Focus RS

Le più sofisticate Sports Technologies includono un turbo twin-scroll con effetto anti-lag ispirato alla Ford GT, funzionalità flat-shift e Launch Control per il massimo delle prestazioni nella partenza da fermo e in movimento

Driving dynamics ottimizzati grazie al differenziale a slittamento limitato e al Continuously Controlled Damping. L’Electric Brake Booster ne esalta il potere frenante

12% più potente. 12% più veloce. La nuova Focus ST, a cinque porte, è in grado di accelerare 0-100 km/h in 5.7 secondi – 0.8 secondi più veloce rispetto al modello della generazione precedente. Alimentato da un motore a benzina 2.3 EcoBoost da 280 CV – 30 CV in più rispetto alla precedente Focus ST – il nuovo modello raggiunge anche una migliore coppia in accelerazione, rispetto alla precedente Focus RS.

L’incremento di potenza è stato ottenuto attraverso un turbo twin-scroll che contribuisce al raggiungimento di una coppia di 420 Nm, la più alta nel segmento di appartenenza, per una risposta immediata agli input della valvola a farfalla (acceleratore) e un innovativo sistema anti-lag che consente una rapida erogazione della potenza quando richiesta. La funzionalità flat-shift per il cambio manuale a sei rapporti e il Launch Control(*) contribuiscono anche a ottimizzare le prestazioni durante la partenza da fermi.

La nuova Focus ST non si limita solo alla velocità in rettilineo, ma è in grado di eguagliare la ormai leggendaria Focus RS dimostrando quanto il team Ford Performance abbia alzato la posta in gioco negli ultimi quattro anni”, ha detto Leo Roeks, Ford Performance Director, Europa. “Abbiamo tratto ispirazione dalla nostra supercar Ford GT, dal pick-up F-150 Raptor, dalla Ford Mustang e dalla Fiesta ST per sviluppare una Focus ST in grado di toglierti il fiato quando spingi il piede sull’acceleratore”.

La risposta del motore 2.3 EcoBoost di Focus ST è migliorata grazie a un turbocompressore twin-scroll a bassa inerzia che sfrutta l’energia dei gas di scarico in modo più efficace, utilizzando canali separati che trasferiscono gli impulsi del gas dai cilindri 1 e 4 e dai cilindri 2 e 3 per ridurne al minimo l’interferenza e consentire un flusso costante di energia.

Il sistema anti-lag tiene aperta la valvola di aspirazione fino a 3 secondi dopo che il conducente ha rilasciato il pedale dell’acceleratore, per mantenere alta la velocità di rotazione del compressore, consentendo di avere prontamente pressione di spinta a ogni richiesta.Mantenendo il turbocompressore twin-scroll inserito e aperta la valvola di aspirazione per una risposta immediata, l’innovativa tecnologia consente una più rapida ripresa della potenza e combustione ottimizzata quando il guidatore torna ad accelerare. Inoltre, una elettrovalvola regola il flusso dei gas di scarico e consente un controllo più accurato delle pressioni di spinta per ottimizzare le prestazioni del motore.Grazie alla funzionalità flat-shift è possibile ottenere la massima accelerazione anche durante la partenza da fermi, riprendendo le prestazioni dell’anti-lag, mantiene l’acceleratore aperto mentre il guidatore disinnesta la frizione per inserire la marcia del cambio manuale a sei rapporti – massimizzando la risposta del turbocompressore. Inoltre, è disponibile un avviso di cambio marcia (*) che consente ai guidatori di conoscere il momento ottimale per cambiare, insieme al Launch Control che permette di effettuare partenze brucianti da fermi, senza rischiare di far slittare le ruote, garantendo la massima accelerazione. L’esperienza di guida è ulteriormente migliorata, grazie al differenziale elettronico a slittamento limitato (eLSD) presente sui modelli 2.3 EcoBoost della nuova Focus ST. Incorporato nella trasmissione, il sistema utilizza una frizione, attivata idraulicamente, per limitare la coppia trasmessa sulla ruota che si trova su una superficie a bassa aderenza e ridistribuirla, fino al 100%, sulla ruota con aderenza maggiore, al fine di contrastare un eventuale slittamento che potrebbe limitare l’accelerazione durante la percorrenza e l’uscita in curva.

Più veloce e in grado di offrire maggiore precisione rispetto a un differenziale meccanico a slittamento limitato tradizionale, il sistema può regolare preventivamente la distribuzione della coppia, utilizzando gli input del motore e dei dynamics sensors del veicolo ed entrare in funzione gradualmente per le prestazioni al massimo delle performance.Inoltre, la nuova Focus ST è dotata della tecnologia Continuously Controlled Damping che monitora ogni 2 millisecondi l’altezza delle sospensioni, la posizione della scocca e gli input di sterzo e di frenata per regolare lo smorzamento, per ottenere un’eccezionale qualità di guida ed elevate prestazioni dinamiche. Il sistema presenta tre livelli di smorzamento pre-impostati per supportare le modalità di guida selezionabili della nuova Focus ST: il primo per le modalità Slippery/Wet e Normal, il secondo per la modalità Sport e il terzo per la modalità Track (*), che offre fino al doppio della resistenza al carico verticale, rispetto alla modalità Sport.

La nuova Focus ST offre anche una potenza di arresto maggiore rispetto alla Focus RS della precedente generazione, grazie alle dimensioni dei dischi anteriori da 330 mm e pinze anteriori, ciascuna con doppio pistoncino, del diametro di 44 mm. L’architettura del servofreno elettronico (EBB) genera pressione nell’impianto frenante più rapidamente rispetto a un sistema idraulico tradizionale, per una sensazione di guida più sicura in ogni tipo di situazione. Infatti, il sistema è in grado sia di supportare le brusche variazioni di frenata durante la guida ad alte prestazioni, sia di regolare la sensibilità e la dinamica in funzione della modalità di guida selezionata. Se utilizzato in modalità Track, può ottimizzare ulteriormente le prestazioni di arresto con oltre 0.7 g di forza frenante.

La nuova Focus ST è disponibile dal lancio con propulsori potenti che includono un 2.3 EcoBoost da 280 CV e una versione diesel 2.0 EcoBlue da 190 CV. Dall’autunno del 2019 verrà introdotta anche la variante automatica a sette rapporti per il benzina EcoBoost.

Focus ST 5 porte  Consumi l/100 kmPerformance
MotoriPower
CV
CO2
g/km
UrbanoExtra
Urbano
CombinatoVelocità massima km/h0-100 km/h
sec
50-100 km/h
sec**
2.3 EcoBoost 6M28017910.86.27.92505.74.0
2.0 EcoBlue 6M1901255.94.24.82207.67.3

(*) Disponibile con Performance Pack in option
(**) In 4° marcia

I consumi e le emissioni di CO2 sono misurati in base ai requisiti tecnici e alle specifiche dei Regolamenti Europei (EC) 715/2007 e (EC) 692/2008 nelle ultime versioni emendate. I risultati possono differire da quelli riscontrati in altri mercati dove vengono applicati regolamenti che prevedono cicli di guida differenti. Il consumo di carburante e le emissioni di CO2 sono specificate per variante di veicolo, e non per singola auto. Le procedure standard applicate nella conduzione dei test permettono un confronto fra diversi tipi di veicolo e diversi produttori. Oltre all’efficienza energetica di un veicolo, anche il comportamento alla guida e una serie di fattori non tecnici influiscono sul consumo di carburante e sulle emissioni di CO2. Dal 1 ° settembre 2018 il WLTP ha sostituito completamente il New European Drive Cycle (NEDC). Durante il roll-out del NEDC, il consumo di carburante WLTP e le emissioni di CO2 saranno correlate alla NEDC. Potranno insorgere alcune variazioni nei risultati dei test poiché saranno modificati alcuni dei parametri di riferimento, la stessa automobile potrebbe riportare diversi consumi ed emissioni di CO2.