Il Rally del Friuli Venezia Giulia, quarto dei sei appuntamenti del 208 Rally Cup TOP, con il suo percorso insidioso e complicato da interpretare, è stato l’esaltazione delle doti delle PEUGEOT 208 R2B gommate Pirelli. Mai come in questa occasione si sono distinte anche a livello assoluto, non solo con l’esemplare ufficiale affidato a Tommaso Ciuffi – vincitore lo scorso anno del 208 Rally Cup TOP – ma, anche, con i protagonisti della serie principale del PEUGEOT Competition 2019. Michele Griso alla fine l’ha spuntata fra i trofeisti piazzandosi al nono posto assoluto.

Nicelli

Griso

L’esperto pilota di Arzignano non può ambire al posto nel programma ufficiale PEUGEOT per il 2020 – per cui c’è il limite dei 28 anni – ma ha le doti per giocarsi la vittoria finale con le sue prestazioni che gli hanno consentito di conquistare anche – ed è la seconda volta in stagione – i punti del vincitore della Power Stage.

Perosino

Insieme a Griso, i grandi protagonisti della gara friulana sono stati Giacomo Guglielmini e Alessandro Casella. Il giovane siciliano ha disputato una prima tappa superlativa, chiudendo al comando della categoria. E l’indomani è riuscito a restare in lizza per la vittoria e nella Top10 assoluta sino all’ultima prova, quando ha toccato e si è dovuto ritirare.

L’ultima insidioissima prova è stata fatale anche per Guglielmini, che con il piazzamento alle spalle di Griso avrebbe potuto conquistare la vetta della classifica generale stagionale. Invece dovrà riprovarci nel prossimo appuntamento (Rally Due Valli a metà ottobre). Come sempre positiva e consistente la prestazione del confermato leader Davide Nicelli, che però non ha incrementato il proprio punteggio essendo per lui arrivato il momento degli scarti. Un ottimo andamento in tutta la stagione: due primi posti e due secondi posti fra i trofeisti in quattro gare.
Più difficile, invece, la gara di Alessandro Nerobutto, Jacopo Trevisani e Giorgio Cogni, classificatisi nell’ordine ma comunque tutti ancora in lizza per il titolo. Da segnalare anche il piazzamento di Patrizia Perosino, di nuovo punti ai fini del tricolore femminile. Grazie a questa performance, si è già aritmeticamente garantita il titolo nazionale riservato ai piloti Over.

 

La classifica dopo il Rally del Friuli: 1. Davide Nicelli 33 punti; 2. Giacomo Guglielmini 27; 3. Giorgio Cogni e Michele Griso 20; 5. Jacopo Trevisani 19; 6. Alessandro Nerobutto 18; 7. Patrizia Perosino 10; 8. Christopher Lucchesi 3; 9. Alessandro Casella 2.

IL 208 RALLY CUP TOP IN BREVE

  • PUNTEGGI: I punti (15, 12, 10, 8, 6, 5, 4, 3, 2, 1 a scalare ai primi dieci) verranno assegnati ai soli iscritti, ma in base alla classifica finale della classe R2B di ciascun rally (quindi gli altri piloti/vetture non conquistano punti ma li tolgono). In ogni gara del calendario verrà disputata una prova speciale Power Stage ed ai primi tre iscritti classificati della Classe R2B verrà assegnato il seguente punteggio cumulabile: 3, 2, 1. 
  • CLASSIFICA FINALE: La classifica finale verrà stabilita sommando i quattro migliori risultati di gara di ciascun pilota, comunque compreso quello del rally conclusivo su terra, e tutti i punti conquistati nelle Power Stage. In caso di ex-aequo verrà considerata la minore età.
  • RALLY VALEVOLI: Ciocco (24 marzo), Sanremo (14 aprile), Roma Capitale (21 luglio), Friuli (1 settembre), Due Valli (13 ottobre), Tuscan Rewind (24 novembre).  
  • PREMI: ai primi tre classificati di gara premi in denaro ed al vincitore della serie andrà il PRIMO PREMIO FINALE (per i piloti Under28): Programma ufficiale nella stagione 2020.