Indianapolis – Pista infernale: una pellicola sulla Indy 500

Indianapolis - Pista infernale

Indianapolis – Pista Infernale” è un racconto sulla Indy 500

E’ uno dei film cult del genere, dal quale scaturì la passione per le corse di Paul Newman e nacque il mito dei cronografi Rolex. Girato fra il ‘68 ed il ‘69, titolo originale Winning, in Italia venne intitolato “Indianapolis – Pista infernale”.

Joanne Woodward, moglie di Newman, acquisto da Tiffany, a New York, un Rolex 6239, con inciso sulla cassa la frase: «Drive Carefully Me», e lo regalò al marito. L’attore indossó questo orologio per 15 anni, ed era in bella vista anche nella foto della locandina del film.

Da quel quel momento esplose l’interesse mondiale per i cronometri Rolex, il 6239 venne prodotto in quantità limitate ed è attualmente l’orologio dei record, il più ricercato, conosciuto da tutto il mondo come il Daytona Paul Newman.

Altra curiosità: nel film compaiono anche i piloti professionisti Bobby Unser e Dan Gurney, i quali interpretano loro stessi. Il film è di nuovo disponibile, da qualche anno, on line e in tutti i negozi il dvd (distribuito da Cecchi Gori Home Video), e acquistabile direttamente on-line su ibs.it.

La critica dei tempi si espresse positivamente sull’interpretazione degli attori, la fotografia e le inquadrature. Da tenere nella propria cineteca

Il racconto del film “Indianapolis – Pista Infernale”

Frank Capua (Paul Newman) giovane corridore automobilista,dopo una serata di baldoria per una vittoria, incontra Ellora (Joanne Woodward). Una donna divorziata madre di un ragazzo di sedici anni. Frank e Ellora si innamorano.

Ben presto, però, la loro unione comincia ad essere minata dalla morbosa passione di Frank per il proprio mestiere, che lo porta a trascurare gli affetti familiari. Ellora, innamorata e comprensiva, sopporta a lungo la lontananza del marito pur cercando di fargli capire la necessità di una sua maggiore presenza in casa.

Ma proprio per la preparazione alla gara di Indianapolis, Frank si isola ancora di più. Un giorno, tornato al motel, trova la moglie in compagnia di Lou (Robert Wagner) un pilota della sua scuderia. Il colpo per lui è forte, tanto che rischia di non qualificarsi per la corsa.

Ma il figlio di Ellora che ha saputo tutto dalla madre lo sostiene con la sua compagnia e gli da la forza per lottare e correre anche contro Lou. Vinta la corsa Frank incontra Lou che gli chiede perdono per il male che gli ha fatto. A sua volta, Frank comprende di avere mancato ai sui doveri e chiede a Ellora di ricominciare una nuova vita in comune.