Salite: Cubeda e Fazzino trainano la pattuglia siciliana

Fazzino
Luigi Fazzino (Osella) sul percorso della 58° Svolte di Popoli

Salite: sul podio il pilota catanese

Risultati fotocopia della prima manche, per i piloti siciliani, nella 58°edizione delle “Svolte di Popoli”, terza prova del Campionato Italiano Velocità Montagna e del TIVM, disputatasi oggi sul classico tracciato abruzzese di 7530 metri. Al termine delle due manche sulle quali si è articolata la gara, vinta dal toscano Simone Fagioli con largo margine (circa 6″) su Christian Merli, il catanese Domenico Cubeda si è confermato veloce e regolare (3’02″26 e 3’03″46 i suoi parziali), salendo nuovamente sul podio con il tempo complessivo di 6’06″72 con un distacco complessivo da Fagioli di quasi 13″.

All’esordio stagionale finalmente (in precedenza aveva disputato solo la seconda manche di prova a “Gubbio”) è stato la rivelazione della giornata, e non solo fra i siciliani, il 20enne siracusano Luigi Fazzino, riuscito a piazzare al quinto posto assoluto in entrambe le manches (3’08″75 e 3’13″08)- e secondo fra le biposto con ruote coperte dietro a Faggioli – l’Osella PA20 di classe 2000 spinta da un propulsore Peugeot 1400 sovralimentato elaborato dalla L.R.M. dei Petriglieri. Due i secondi di vantaggio, nella generale, sul ragusano Franco Caruso (Nova 3000). La tot ten è stata chiusa dall’esperto comisano “Gianni” Cassibba (Osella PA30/3000), tornato in evidenza, e che stavolta è riuscito a precedere il figlio Samuele nella generale, 2° fra le biposto spinte da motore moto (Suzuki 1000 per la sua Osella PA21 JRB), penalizzato dallo spegnimento del motore al “via” della seconda manche.

Costretto al ritiro nella prima manche il catanese della CST Luca Caruso che ieri in prova aveva segnato il 4° miglior tempo

I RISULTATI NEI GRUPPI E NELLE CLASSI

Vitorie di gruppo  – in ordine di posizione nella classifica assoluta – per i catanesi Giovanni Grasso (Clio Cup) e Andrea Currenti in rimonta nelle Bicilindriche dopo le noie al cambio patite in apertura di giornata.

Affermazioni nelle rispettive classi – elencati sempre in ordine di graduatoria generale -dell’agrigentino di Bergamo Rosario Parrino (Lamborghini Huracan) nella Supercup della GT, del nisseno di Butera Domenico Budano (205 R) nella 1400 E1, dell’altro catanese Salvatore Fichera (Saxo) RSP 1.6, del palermitano Riccardo Arcieri (Clio S1600) in A/1600, e del comisano Davide Ignaccolo (Peugeot 106 Rally) 1400/Produzione S.

Il palermitano Matteo Adragna (Porsche 911) ha primeggiato nel Secondo Raggruppamento

Le classifiche finali

http://tempilive.it/Cronoscalate/Results/83

GARA 1: LA SORPRESA FAZZINO

Mentre Domenico Cubeda ripete il risultato della seconda sessione di prove di ieri, facendo segnare il miglior tempo (3’03″26) con un ritardo di quasi 7″ su Faggioli e oltre 3″ su Merli (in quest’ordine in classifica). Dietro le tre monoposto a ruote coperte con motore 3000, si piazza a sorpresa Luigi Fazzino che finalmente è in gara con la Osella spinta da un propulsore sovralimentato, il quale fa segnare un eccellente 3’08″75 ed è il più veloce fra le biposto. Alle sue spalle l’altra FA30 di De Gaspare e poi la francese Nova NP01 3000 del ragusano Franco Caruso. Fuori dalla top ten resta il comisano Samuele Cassibba (3’21″17) con la Osella PA21JRB spinta dal 1000 motociclistico Suzuki, che non gli impedisce di infliggere oltre due secondi di distacco alla più potente 3000 di papà Gianni che segue in graduatoria e pure lui per la scuderia Catania Corse.

Scorrendo la classifica al 21° posto assoluto c’è Rosario Parrino con la Lamborghini Huracan (Supercup) con oltre 10″ di ritardo rispetto all’altra Lamborghini (GT3) di Perrugini nella classifica delle gruppo GT.

Tiene il comando della classe 1400 di E1 il nisseno Budano (Peugeot 205), così come il catanese Giovanni Grasso (Clio) nella RS Cup,  il palermitano Riccardo Arcieri (Clio S1600) in A/1600, il comisano Davide Ignaccolo (106 R) nella 1400 della Produzione S nonostante abbia tagliato il traguardo in seconda marcia in conseguenza di un guasto alla frizione. Cambio bloccato in sesta marcia invece per la “500” dell’altro portacolori della Catania Corse Andrea Currenti che non è potuto andare oltre il secondo tempo. Così come il suo concittadino Salvatore Fichera (Saxo) in RSP

Il palermitano Matteo Adragna (Porsche 911) primeggia nel Secondo Raggruppamento

GARA 1 La classifica assoluta

http://tempilive.it/Cronoscalate/Results/83

La classifica assoluta:1° Faggioli (Norma M20 Fc Zytek) in 5’53”76 ; 2° Merli (Osella Fa30 Evo Zytek) a 5”44 ; 3° Cubeda (Osella Fa30) a 12”96 ; 4° Degasperi (Osella Fa30) a 22”52; 5° Fazzino (Osella Pa2000 T) a 28”07 ; 6° F. Caruso  (Nova Proto Np01) a 29”33 ; 7° Lombardi (Osella Pa21 JrB) a 43”48 ; 8° Miglionico (Osella Pa21 JrB) a 45”51 ; 9° Maroni (Osella Pa21 JrB) a 49”19; 10° G. Cassibba  (Osella Pa30) a 54”02 .

Gara 1: 1° Faggioli in 2’56”28; 2° Merli a 3”38; 3° Cubeda a 6”98; 4. Fazzino a 12”47; 5. Degasperi a 12”96.
Gara 2: 1° Faggioli in 2’57”48; 2° Merli a 2”06; 3° Cubeda a 5”98; 4° Degasperi a 9”56; 5° F. Caruso a 13”26.
 
Le prossime gare del CIVM 2020: 11-13/9 59° Alghero-Scala Piccada(SS) [TIVM nord e Sud]; 2-4/10 43° Cividale – Castelmonte(UD) [TIVM Nord]; 23-25/10 62° Monte Erice(TP) [TIVM Sud e Bic.]; 13-15/11 25° Luzzi – Sambucina(CS) [TIVM Sud e Bic.].