Enduro e Cross, i consuntivi di un “complesso” 2020

enduro e cross
Giorgio Occhipinti

Enduro e Cross: i vincitori del 2020

Tutte le foto dei vincitori di Cross ed Enduro le trovate sul numero dicembre-gennaio di Sicilia Motori, ch’è possibile acquistare anche su Amazon. Il prezzo è lo stesso dell’edicola, ma lo si riceve comodamente a casa.

Cross: tutto in sei round

Tre soli appuntamenti con doppia gara. Quindi un totale di sei prove, al netto di quelle che sono “saltate” a causa dell’emergenza Coronavirus. E’ questo il bottino definitivo del “Regionale Cross” 2020. 18 i titoli assegnati nelle tre categorie di riferimento, ovvero Mini, Mx1 ed Mx2, con ben 134 piloti classificati.

Fra i giovanissimi i primati sono andati ad Alessandro Ferrari (Deb), Dario Caserta (Cadetti), Pierpaolo Mosca (Junior) e Simone D’Agata (Senior). In Mx1, invece, sono imposti Antonino Caroci e Salvatore Runcio. Il primo ha trionfato nella categoria “Challenge“, mentre il secondo è salito sul gradino più alto del podio nei “Fast“. Tra i “Rider” e i “Veteran” hanno svettato rispettivamente Davide Di Nardo e Salvatore Scalia, i quali sono divisi equamente la posta in palio.

Nell’Mx2 va segnalato il successo della giovane Karola La Mantia, la quale si è rifatta nel “Femminile” su Benedetta Savasta, vincitrice del titolo nel 2019. Le altre affermazioni sono andate ad Andrea Passarello (125 Senior), Calogero Iacolino (Challenge), Carmelo Ferla (Fast) e Antonio Caruso (Expert). A questi si aggiungono Giuseppe Denaro (Rider), Marcantonio Maniaci (Veteran), Giovanni Bombaci (Super Veteran), Antonino Abramo (Epoca 125) e Salvatore Buda (Epoca Oltre).

Le classifiche e le curiosità del consuntivo Cross le trovate sul numero di dicembre-gennaio di Sicilia Motori, in vendita sul nostro sito anche come sfogliabile interattivo. Il prezzo è inferiore all’edizione cartacea, ma in aggiunta ci sono video, gallerie fotografiche e contenuti multimediali che arricchiscono a 360° l’esperienza di lettura.

Enduro: la “mini” stagione

Il Campionato Siciliano Enduro si è potuto articolare su sole due prove. Al termine di queste il titolo assoluto è andato a Giorgio Occhipinti, davanti a Simone Ricciardi e Gaetano Zapparata. Solo quarto il nisseno Eros Doria, campione uscente che quest’anno si è dovuto accontentare del primato nella Top Class.

Qui si è imposto su Alessandro Talamo, Marco Bologna e Antonino Arcuri, ovvero gli stessi che l’anno scorso l’avevano seguito nell’Assoluta. Gli altri titoli di classe, a parte quelli rimasti nelle mani dello stesso Occhipinti (Junior 4T) e Ricciardo (Senior 450 4T), sono andati ad Antonino Costantino (Cadetti), Francesco Marchese (Junior 2T), Maurillo Vernuccio (Senior 4T) e Vincenzo Tigano (Senior 250 4T).

Fra i “Major” affermazioni per Carmelo Scibilia (2T), Sebastiano Ficarra (250 4T) e Teodoro Antonuccio (450 4T), mentre nel “Territoriale” si segnalano si successi di Giorgio Tudisco (250 4T), Gabriele Gulizia (450 4T) e Paolo Artone (Ultra). Infine tra i piloti e le moto “meno” giovani acuti di Gaetano Scuderi (Veteran) e Ignazio Scimone (Super Veteran). Unico bis rispetto a quello di Giuseppe Castelli (Ultra Veteran).

Chiaro che solo due prove non sono state sufficienti per dimostrare i reali valori in campo, ma così è andata quest’anno. Speriamo in un 2021 diverso. Gli approfondimenti relativi al consuntivo Enduro di quest’anno sono pubblicati sul numero dicembre-gennaio di Sicilia Motori attualmente in edicola (trova quì quella più vicina a casa tua). All’interno trovate le classifiche complete (assolute e di classe) e tutte le foto dei protagonisti.