Ford Mustang Mach-E, nuovo approccio per lo studio del design

Mustang Mach-E, nuovi interni per il SUV elettrico

Entrando nella Ford Mustang Mach-E ci si immerge in un abitacolo radicalmente diverso da quello degli altri veicoli Ford. Il design totalmente rinnovato è l’apice del lavoro di perfezionamento compiuto dall’Ovale Blu. Il quale punta sugli elementi più richiesti dai clienti. Interni spaziosi, tecnologia all’avanguardia e aspetto accogliente.

Nonostante negli ultimi decenni la tendenza nella progettazione degli intern, sia stata più che altro quella di “aggiungere” pulsanti, funzioni, elementi, Ford sta invece adottando un approccio opposto. Optando per lo human centric design che elimina il superfluo. Quest’ultimo, inoltre, crea uno spazio dal sapore olistico.

Questa strategia applicata alla Mustang Mach-E, completamente elettrica, trasforma l’auto vista dal posto di guida e rappresenta già una pietra miliare sulla strada dell’elettrificazione.

Amko Leenarts, Director Design, Ford of Europe

“Quando pensiamo a quanto si è evoluta l’automobile ci concentriamo sull’aspetto esteriore, ma è dall’interno che passeggeri e guidatori la vivono per la maggior parte del tempo. È stato un percorso incredibile quello che ha portato alla nascita della Mustang Mach-E. Uno spazio che moltiplica le possibilità lasciando nell’abitacolo solo l’essenziale e collocando tutti i comandi importanti a portata di mano. Continueremo ad adottare questo approccio anche nei prossimi veicoli. Dando ascolto ai clienti e progettando interni che soddisfino al meglio le loro esigenze. I nuovi veicoli elettrificati con il pavimento dell’abitacolo completamente piatto sono più spaziosi e per i designer sono una tela immacolata su cui costruire un abitacolo studiato pensando alle persone”.

Ford Mustang Mach-E, obiettivo creare un ambiente essenziale e confortevole

L’obiettivo del design minimalista è creare un ambiente più essenziale e confortevole per chi è alla guida. Nel caso della Mustang Mach-E è stato introdotto a questo scopo un ampio touch screen. Il quale racchiude in un’unica posizione molti comandi dell’auto.

Il cruscotto con altoparlante integrato è il frutto più recente di una ricerca continua volta a trasformare la guida e il viaggio in un’esperienza decisamente piacevole. Solo per fare un esempio, ipad di ricarica wireless e il manuale utente digitale prescindono dall’utilizzo di cavi e carta.

Per meglio interpretare la nuova generazione di nativi digitali e anticipare le prossime tendenze, lo scorso anno Ford si è lanciata in un progetto unico nel suo genere. La co-creazione, insieme al popolo dei gamer, di un’auto da corsa per gare virtuali. Quasi 250.000 fan delle competizioni di esports hanno partecipato ai sondaggi online per contribuire a delineare l’aspetto, interno ed esterno, dell’auto da corsa Team Fordzilla P1.

Robert Engelmann, Interior Designer Ford of Europe

Il principio fondamentale alla base dell’auto da corsa P1 è la semplificazione estrema delle caratteristiche per far emergere solo ciò che è essenziale per il gioco. Velocità, posizione in gara e tempo di giro. Abbinando a tutto questo una palette di colori estremamente sobria è stato possibile ridurre gli elementi di distrazione per consentire al pilota di concentrarsi sulla gara. Anche gli interni del futuro potrebbero incarnare questa filosofia di progettazione minimalista. La quale prevede l’inserimento dei soli elementi importanti per i clienti”.

Ford Mustang Mach-E, l’evoluzione vista dal posto di guida

Gli interni delle auto sono cambiati molto da quando si guidava con i guanti e in inverno i volanti in metallo e legno dei primi veicoli diventavano freddissimi. Per evidenziare questi cambiamenti, Ford ha creato un video che ci mostra una decina di veicoli visti dal posto di guida. Partendo dal celebre Model T fino alla nuova. Come mostra il video è grazie a un passato di continue innovazioni e a un percorso di sviluppo e perfezionamento durato anni che l’azienda ha raggiunto l’eccellenza negli interni auto.

  • Le prime auto montavano dei vetri come quelli delle case. Offerti come optional
  • La diffusione dei parabrezza curvi, che non potevano essere aperti o rimossi, ha portato allo sviluppo del climatizzatore
  • Quando le autoradio furono introdotte sul mercato, rappresentavano circa il 20% del valore del veicolo
  • Nel dopoguerra i cruscotti hanno subito l’influenza della corsa allo spazio e si sono arricchiti di quadranti, interruttori e lancette. Mentre la tecnologia diventava progressivamente un elemento fondamentale della vita quotidiana
  • L’avvento dei videogiochi e l’utilizzo di controller ha influenzato il design del volante, integrato con tasti da premere con i pollici
  • Gli interni di oggi sono realizzati in materiali sempre più durevoli, in grado di tollerare il contatto con prodotti chimici come disinfettanti per le mani, creme solari e repellenti per insetti.