Catania-Etna: Capuano il più veloce nelle prove

Domenico Capuano
Domenico Capuano (Radical Pro Sport Evo) al via delle prove ufficiali della Catania Etna (foto Lo Verde)

Catania-Etna: i tempi delle prove ufficiali

Catania-Etna finalmente tornata in vita, dopo 10 anni di forzata sosta, anche se il caldo torrido e le preoccupazioni circa la “tenuta” del Vulcano le cui bizze hanno già costretto al rinvio rispetto alla data originaria dello scorso 19 maggio, hanno contribuito a limitare la partecipazione dei piloti. Solo 109 i verificati ieri su 148 iscritti, con l’assenza dei principali specialisti siciliani delle salite impegnati ad “Ascoli” nella contemporanea “Coppa Paolino Teodori” prova di Campionato Italiano ed Europeo.

Capuano il più veloce nelle prove della Catania-Etna

Assenti giustificati Cubeda e compagni, spazio per monoposto e biposto di cilindrata inferiore del gruppo  E2. Rispetto ai tre e due litri delle Osella e Norma dei big. Così, al termine delle due sessioni di prove ufficiali disputatesi oggi lungo i 4,7 chilometri del percorso che scala il versante nord dell’Etna, il più veloce è risultato in entrambe le sessioni Domenico Capuano (Radical Sr4-1600). Il portacolori della “Catania Corse” ha fermato  le lancette del cronometro in 2’34″72, migliorando 2’37″69 della prima “arrampicata”.

Secondo tempo per l’altro catanese Domenico Polizzi (Elia Avrio 027) a 3″16 e terzo a 4″12 per il Presidente della “Giarre Corse,” Orazio Maccarone (Gloria). Questi hanno invertito le posizioni rispetto alla manches di apertura.

A seguire l’altra Gloria (ma a ruote scoperte e di soli 1000 di cilindrata) del comisano Mirko Sulsenti. Quindi la Radical SR4 spinta da un 1400 Suzuki di Salvatore Caruso e la Osella PA21 Jr del termitano Ninni Rotolo.

Gli altri piazzati all’interno dei dieci

Nei primi dieci tempi troviamo anche laLola-Dome dell’altro giarrese Roberto Garraffa e la vettura “turismo” (la Skoda Fabia gruppo A) di Adriano Scammacca. Quindi la “500” Silhouettese di Lucio Naselli. Quest’ultimo ha segnato un tempo migliore della Taatus-Renault del gelese Giovanni Carfì (Motor Team Nisseno).

Le prove sono state portate a termine da 89 piloti fra le moderne e 13 fra le Storiche. Qui il miglior tempo è stato siglato da Camillo Centamore (Corsini) in 2’57″76. Domani il “via” alla 46° edizione della Catania-Etna, verrà dato alle ore 9, e la gara si articolerà su due manches con classifica per somma dei tempi.

Catania-Etna, i tempi delle prove