CIVM: Cubeda 3° a “Luzzi” guida la pattuglia sicula

civm
Domenico Cubeda ( Cubeda Corse, Osella FA 30 Zytek #3)

CIVM: il catanese è secondo nel tricolore 

CIVM atto nono in Calabria nella 25° edizione della “Luzzi-Sambucina”. Inedita vittoria per il toscano Simone Faggioli, sempre più saldo leader del tricolore, per la prima volta impegnato sul tracciato di 6,100 km alle porte di Cosenza, sul quale ha avuto una battuta d’arresto il rivale diretto nel Campionato Italiano il trentino Christian Merli.

Ieri, autore del migliore tempo in prova, oggi ko nella prima delle due manche sulle quali si è articolata la gara valida anche come 7° prova del TIVM. Lo stop di Merli favorisce il catanese Domenico Cubeda, oggi solo terzo dietro al cosentino Domenico Scola imprendibile sulle strade di casa (che corre per i colori della Scuderia Ateneo di Palermo), ma che con i 12 punti portati a casa si piazza al secondo posto nella classifica provvisoria del tricolore a tre prove dal termine (le ultime due in Sicilia).

Samuele Cassibba

I siciliani sotto la zona podio

Fuori dal podio, preceduti anche dal potentino Angelo Lombardo che occupa la stessa posizione anche nella classifica del CIVM, il comisano Franco Caruso 5° ed il siracusano di Melilli Luigi Fazzino. 7° in gara ma saldo leader dell’Under 25. Alle sue spalle nell’assoluta si è piazzato Cassibba junior, Samuele, con il “millino”-moto che spinge la sua Osella e pure lui avviato verso la conquista del tricolore di classe.

Onore anche per Cassibba senior, papà “Gianni”, che ha dispetto delle ormai numerose primavere alle spalle ha concluso per un soffio fuori dalla top ten. Nuovo primato in CN1600 e nel “Femminile” per la trapanese Martina Raiti che rosicchia punti alla leader della classifica “Dame” Gabriella Pedroni assente in Calabria ma che vanta una distanza di oltre 50 punti.

Andrea Currenti

CIVM: così i siciliani nei Gruppi e nelle classi

In E1 Italia dominio siciliano con il catanese Angelo Guzzetta – ieri ko in prova – autore della migliore prestazione (7’48″96) nella 1600 e terzo di gruppo con la Peugeot 106 curata da “Ferrara Motors”, ed il nisseno Domenico Budano (Peugeot 205 R/Motor Team Nisseno) di nuovo il più veloce nella “1400”.

Classe dove l’altro catanese Alfio Crispi insegue il titolo tricolore ma che oggi è fineto ko nel corso della prima manche. Nuova prestazione maiuscola per il messinese Manuel D’Antoni (500 Maxi Evo/Turbomark) nella 1150/E2SH. il siracusano Ignazio Cannavò (Lamborghini Huracan) si è imposto nella GT3 così come Davide Gravina (Peugeot 106/1400) in Produzione Evo per i colori della Catania Corse. 

Scuderia che con  Andrea Currenti, vede vicino il titolo tricolore delle “Bicilindriche” grazie anche al nuovo successo odierno – dopo il terzo tempo ieri in prova –  avendo regolato nell’ordine Cuomo e Mercuri pure loro con le Fiat 500 nella versione Gruppo 5/700.

Le classifiche finali