Tony Cairoli: un finale da grande Campione

Tony Cairoli
Tony Cairoli

Tony Cairoli annuncia il ritiro a fine stagione

Dopo 18 anni di carriera, 270 appuntamenti MXGP disputati, 93 vinti, nove titoli iridati e 181 podi (il numero aumenterà quasi sicuramente da qui a fine stagione), Tony Cairoli è pronto a dire “basta” al mondo del motocross. In una conferenza straordinaria tenutasi questo pomeriggio a Roma, precisamente all’Hotel de la Ville, il pattese ha annunciato che questa sarà la sua ultima stagione con i colori ufficiali della KTM nel mondiale. Una scelta difficile, ponderata con attenzione negli ultimi due mesi, ma che gli consentirà di “imbastire” nuovi progetti con la Casa austriaca.

tony cairoli
Tony Cairoli nel nuovo numero di SM

Presente alla conferenza stampa d’addio, il CEO di KTM, Stefan Pierer, ha rivelato la nascita di tanti nuovi progetti che coinvolgeranno il campionissimo nato in provincia di Messina. Dalle nuove moto stradali e di cross, fino ad una “scuola” di talenti su cui basare il futuro del marchio nel mondiale. Niente più fango e competizione però, visto che l’obiettivo, adesso, sarà quello di costruire una carriera fuori dall’agonismo degli appuntamenti mondiali.

Cairoli, ricordiamo, è stato il primo pilota a regalare all’Italia un titolo nel mondiale MXGP ed è attualmente a caccia del decimo sigillo iridato della carriera (la copertina del numero di questo mese, acquistabile da domani in edicola e già da ora sul nostro sito nella versione sfogliabile interattiva arricchita di contenuti, è dedicata proprio a lui).

Le dichiarazioni di Tony Cairoli

“Non è stata una decisione facile. Ho sempre detto di tenere poco a numeri e statistiche. Per me e per la mia famiglia sarebbe stato già un successo vincere un solo titolo mondiale in carriera, e quanto ho ottenuto è qualcosa di veramente speciale.

Sento che è arrivato il momento per fermarsi e tutto intorno a me conferma che è la decisione giusta; nonostante questo, siamo ancora in corsa per il titolo e come sempre siamo motivati e concentrati. Voglio ringraziare tutti quelli che mi hanno aiutato e mi sono stati vicini da quando ho iniziato a correre il Mondiale e lungo tutto il mio percorso, e naturalmente voglio ringraziare i tifosi per l’entusiasmo e il supporto che mi hanno dato in questi anni.

Mi sono sentito parte integrante della famiglia KTM fin dal primissimo giorno e continueremo il nostro rapporto, lavorando insieme, solo in una maniera diversa. Terminata la stagione 2021 ci saranno ancora tantissime sfide da affrontare, ma al momento il nostro obiettivo è chiaro”.