“Erice”, dopo 20 anni favoriti i piloti siciliani

Domenico Cubeda, il principale favorito ad "Erice"

“Erice”: nel 2001 con Grimaldi l’ultima vittoria

Potrebbe essere  un pilota siciliano ad iscrivere nuovamente – dopo una pausa di ben 20 anni (l’ultimo è stato il catanese Enrico Grimaldi nel 2001) – il proprio nome nel 63° rigo dell’Albo d’Oro della cronoscalata “Monte Erice” (la cui prima edizione risale al 1954).

Assenti i dominatori delle recenti passate edizione – il toscano Simone Faggioli ed il trentino Christian Merli, entrambi impegnati nella concomitante prova dell’Euromontagna in Croazia, con il primo già matematicamente “Campione Italiano 2021” –  la lotta per l’assoluta appare ristretta fra il catanese Domenico Cubeda (Osella Fa30-Zytech 3000/Cubeda Corse) ed il comisano Franco Caruso, (Nova Proto NP 01-2 Zytek/Vesuvio Corse) che dispongono dei mezzi più potenti dell’intero lotto di iscritti.

Con gli altri siciliani della “2000” Luigi Fazzino (Osella PA20/Piloti per Passione) e Luca Caruso (Norma M20F/Cst Sport) cnel ruolo di principali outsider insieme al calabrese Domenico Scola (omonino dell’indimenticato nonno “Don Mimì”) con l’Osella PA21 Evo/Honda della palermitana Scuderia Ateneo. Da seguire con particolare attenzione sarà anche l’abruzzese Stefano Di Fulvio, che difende i colori della locale Drepanum Corse al volante dell’altra 3 litri Osella PA30

CIVM: Cubeda e Caruso pronti al sorpasso, obiettivo doppio per Fazzino

A prescindere dalla posizione finale in classifica assoluta, l’occasione del doppio round siciliano e finale del CIVM (domenica prossima sarà la volta della “Coppa Nissena” per mettere il sigillo alla stagione della massima serie tricolore), è ghiotta per Cubeda che può raccogliere punti pesanti (il coefficiente è 1,5) utili a scalvare Merli nella graduatoria provvisorio del Campionato (oltre che nel Gruppo E2SS dov’è staccato di 25 lunghezze) e assurgere al ruolo di vice-Campione Italiano (il chè  dietro Faggioli equivale ad una quasi-vittoria), e per Caruso che nel gruppo E2SC non potrà raggiungere il plurititolato toscano ma può provare a superare Angelo Lombardi.

Proprio il pilota potentino comanda la classe 2000/E2SC insidiato da vicino (4,5 punti) dal giovane siracusano di Melilli Luigi Fazzino, il quale vorrà riprendersi anche il comando della Under 25 attualmente passato alla trapanese Martina Raiti dal canto suo ormai vicina al titolo della classe 1600/CN.

Interesserà invece il… “Notaio” per ufficializzare l’assegnazione dei titoli, il risultato dei piloti della “Catania Corse“: il comisano Samuele Cassibba (E2SC/1000) ed il catanese Alfio Crispi (E1/1400) che sono vicini al primato finale, mentre Andrea Currenti può già appuntarsi sulla tuta lo scudetto delle “Bicilindriche”

CIVM: le classifiche in vista di “Erice”

Assoluta: 1° Faggioli punti 165; 2° Merli 117;75; 3° Cubeda 115,5; 4° Lombardi 76;      5° F. Caruso  71,5.

Così i siciliani nei Gruppi…

Bicilindriche: 1° Currenti punti 105; 2° Mercuri 73,5; 3° Cuomo 43,5.

CN: 1° Leogrande 100; 2° Graziosi 92; 3° Raiti 87.

E2SC: 1° Faggioli 150; 2° Lombardi 107,25; 3° F. Caruso 99,75.

E2SS: 1° Merli 150; 2° Cubeda 125; 3° Liber 48.

E2SC-E2SS Motori Moto: 1° Maroni 150,25; 2° Cassibba S. 128,5; 3° Liber 80.

…e nelle Coppe

Under 25: 1° Raiti 87; 2° Fazzino  86,5; 3° Bicciato 69,25.

Dame: 1° Pedroni 228; 2° Raiti 192; 3° Fumo 138.

Monte Erice: le altre sfide

A parte le sfide per i titoli di classe del CIVM, ben più numerose posizioni da definire nel “Trofeo” zona Sud, dove diversi piloti siciliani puntano al risultato pieno di fine stagione e quindi si attendono “scintille”. Con riflessi anche nelle classifiche del “Regionale”.        Lotte per la vittoria finale a parte, c’è prima la gara su due manches del tracciato di 5,730 km. Scorrendo l’elenco dei 222  verificati (10 in più erano gli iscritti), vi sarà lotta aperta a qualunque risulato in tutti i gruppi e classi. Anche perchè per l’occasione agli specialisti delle “Salite” si sono aggiunti “quelli degli slalom” (Arresta Bologna, Blunda, Di Matteo, Giametta, il leader provvisorio del Campionato Siciliano Ingardia, solo per citare i piloti dei gruppi E2SS ed E2SC)

erice
Natale Mannino

Storiche: “forfait” di Riolo

Fra i soli tre piloti delle “Storiche”  (89 verificati) che hanno dato forfait, c’è anche “Totò” Riolo ch’era il favorito d’obbligo della  6° Erice Historic,  7° prova del Campionato Italiano riservato alle “auto di ieri”.  Il credesse non si è presentato alle verifiche svoltesi oggi a Valderice, e quindi sarà il solo marinese Ciro Barbaccia (con la Osella-Stenger della scuderia palermitana Island Motorsport, in altre occasione condotta proprio da Riolo), a tentare di non far salire sul gradino più alto del podio i “nordici” Marelli, Massaglia e Caliceti (già Campione Italiano 2021) pure loro su Osella 2000.

Oltre che al dominio di Raggruppamento puntano alle zone alte della Generale i palermitani Natale Mannino – che rientra dopo una forzata pausa ed è attualmente terzo nel tricolore di Raggruppamento a 24 lunghezze da Motta – con la Porsche 911 Carrera RS di “Secondo Raggruppamento” preparata da “Mimmo” Guagliardo. il quale invece per l’occasione piloterà una Bmw M3 di Quarto Raggruppamento, pure questa proveniente dal suo team ed entrambi iscritti dalla RO Raging. Nel “Terzo” e nel “Primo” diversi i piloti in grado di posizionarsi al vertice del Raggruppamento

Il programma della Monte Erice

Per tutti le prime indicazioni arriveranno dai due turni di prove ufficiali di domani (inizio ore 9), al termine delle quali si potranno avere i primi e più precisi riferimenti sui reali valori in campo anche al netto di qualche probabile pre-tattica per nascondere il proprio potenziale auto-pilota di ogni singolo partecipanti. Domenica il “via” alle ore 9. Gara ancora vietata al pubblico ma la si potrà seguire in diretta streaming sui canali TV (Sky 228) e social di AciSport.