Slalom: “Torregrotta” non decide il tricolore

slalom
Emanuele Schillace

Slalom: fra Emanuele e Schillace tutto rinviato

Siciliani ai posti d’onore sul podio de 26° Slalom Torregrotta-Roccavaldina,  penultima prova (con coefficiente 2) del Campionato Italiano Slalom.

Al termine di una gara combattuta e ricca di cambiamenti al vertice della classifica, Girolamo “Mimmo” Ingardia (Ghipard/1150) ed Emanuele Schillace (Radical Suzuki Sr4/1600) sono riusciti a salire rispettivamente sul secondo e terzo gradino del podio, concludendo a pochi secondi dalla leadership di Salvatore Venanzio (Radical SR4/1600).

Il campano, nel corso della terza e ultima “salita” di giornata, ha fermato i cronometri sull’1’36″40, due secondi e mezzo più rapido del mazarese della Trapani Corse, attuale leader del Campionato Regionale di specialità. Una prestazione di assoluto spessore che conferma l’ottimo stato di forma mostrato nell’ultimo mese e mezzo.

Ma la lotta più attesa era quella per la conquista del titolo tricolore 2021 in ballo tra Emanuele Schillace e Fabio Emanuele (Osella PA9/2000). Sembrava fatta per il pilota messinese dopo il ritiro del pluritolato avversario di Campobasso, che si è messo fuori gara da solo prima della seconda manche mentre riscaldava le gomme prima del “via”. Pare che sia rimasto bloccato l’acceleratore della sua Osella e di conseguenza abbia fermato la corsa contro un albero. Schillace però non è riuscito ad andare oltre il terzo posto e di conseguenza ai fini della classifica tricolore nulla è cambiato.

slalom
“Mimmo” Ingardia

Schillace-Emanuele: il “Tricolore” Slalom si deciderà all’ultimo appuntamento

Schillace si presenterà a “Monte Condrò” sempre alle spalle del rivale in classifica, visto che a norma di regolamento sarà chiamato a scartare la gara dal conteggio totale dei punti. Per la conquista del “Tricolore”, quindi, si rivelerà decisiva la gara di domenica 5 novembre, con il pilota siciliano che dovrà recuperare due lunghezze sul rivale.

Quarta posizione per l’altro pilota della TM Racing, il giarrese Michele Puglisi, in gara sulla biposto inglese spinta dal motore 1600 Suzuki, seguito dal campano Luigi Vinaccia (Osella PA9 Honda/2000), dal sorrentino Gianluca Miccio e da Michele Poma, entrambi su Radical SR4/1600). L’ericino si è reso protagonista del proprio miglior crono nella seconda salita di giornata. Completano i primi dieci il mazarese della Trapani Corse, Salvatore Arresta (Gloria B5/1150), e i catanesi Alessandro La Spina (Radical Pro Sport/1400) e Silvio Fiore (Suzuki/1150).

TM Racing campione “Tricolore”

Grazie ai risultati ottenuti nella gara di casa odierna, il sodalizio messinese di Giovanni Vinci si è aggiudicato con un appuntamento d’anticipo la classifica del Campionato Italiano riservata alle scuderie, oltre che il titolo Siciliano di specialità.

Alle 19.28 (ora di pubblicazione di questo pezzo) l’organizzatore – Top Competition – non aveva ancora pubblicato e diffuso la classifica finale ufficiale (pur essendo nel contempo stata effettuata la premiazione), e pertanto la classifica è stata da noi estrapolata da quella delle tre manche. Per una gara di validità tricolore e di tale importanza una manchevolezza incomprensibile.

Aggiornamento 21.30 – Pubblicate a questo link le classifiche finali dello Slalom Torregrotta – Roccavaldina