Finale TIVM: Caruso terzo (con stop) dopo le prove del sabato

Franco Caruso ( Scuderia Vesuvio , Norma M20 FC #18)

Finale TIVM: i risultati dei siciliani al sabato

Terzo tempo e inconveniente per Franco Caruso nelle prove della 48° Cronoscalata della Castellana, gran finale del Trofeo Italiano Velocità Montagna 2021.

Il comisano su Norma M20FC, protagonista di un 2’59″46 nel corso della prima salita di giornata, è incappato in una sbavatura, dovuta probabilmente al poco grip lungo il percorso, nelle Prove 2 del pomeriggio (condizionate da uno scroscio di pioggia che non ha permesso a mezzo “schieramento” di segnare un riscontro cronometrico), fattore che l’ha portato ad urtare un muretto e a chiudere anzitempo le prove.

Luigi Fazzino

Un epilogo sfortunato visto l’ottimo passo mostrato questa mattina (la squadra dovrà riparare la vettura in vista di domani). Il siciliano si è piazzato alle spalle dell’abbruzzese Stefano Di Fulvio e del trentino Diego Degasperi, entrambi alla finale del TIVM 2021 su Osella PA30 Zytech/3000. Quarto tempo in prova per un ottimo Luigi Fazzino (Osella PA2000 Turbo), bravo a lasciarsi alle spalle il “Tricolore” in carica, Simone Faggioli, ad “Orvieto” per testare la nuova Nova Pro NP01 4X4.

Linguaglossa-Piano Provenzana
Samuele Cassibba

Il siracusano di Melilli, dopo la vittoria conquistata ai Masters nella categoria Under, punta a chiudere nel migliore dei modi una stagione che l’ha visto protagonista, sia un campo regionale che nazionale. Nono, a margine della top ten, il Campione Italiano della classe 1000, il comisano Samuele Cassibba con la biposto Osella PA21 JRB.

Sabato con il freno a mano “tirato” per ii giarrese Orazio Maccarone (Gloria CP7/1600), 30° assoluto, il quale preferito non rischiare troppo a causa delle condizioni “umide” del manto stradale. 21° il papà di Samuele e veterano della specialità, “Gianni” Cassibba, in gara ad Orvieto con la “solita” e ormai ben fida Osella PA30/3000. Non si sono presentati alle verifiche invece il nisseno Orazio Carfì (Tatuus) e il catanese Salvatore Caruso (Elia Avrio ST09/1400), inizialmente presenti nella entry list ufficiale della gara.

Ignazio Cannavò

Finale TIVM: I risultati dei siciliani nei Gruppi e nelle Classi

Tra le GT, terzo posto di gruppo e primato in solitaria tra le GT3 per il siracusano con licenza maltese, Ignazio Cannavò, all’esordio assoluto nella classe al volante di una Lamborghini Huracan. Nelle Silhouette di classe 1150, leadership per il siciliano Manuel D’Antoni (Fiat 500 Maxi Evo), mentre non sarà ai nastri di partenza della gara l’altro siculo iscritto alla classe, Giancarlo Giancani (Fiat 126/1150).

Domenico Budano

Nella E1 Italia grande prestazione del catanese Angelo Guzzetta (Peugeot 106), secondo dopo le prove e in piena lotta per la vittoria nella classe 1600.  Di poco alle sue spalle l’altro etneo Rosario Alessi, sempre su 106 però in specifica S16, secondo di classe e quarto di gruppo. Previsioni confermate invece nella E1 Italia classe 1400, con il derby siciliano tra il campione in carica italiano, il catanese Alfio Crispi, e il “Tricolore” 2020, il nisseno Domenico Budano. Quest’ultimo ha chiuso le prove del sabato con appena sette decimi di vantaggio sul rivale, segno di una gara che si preannuncia incerta.

Nelle “Turbo” secondo tempo per Giuseppe Maugeri (Renault 5). In coda al gruppo delle A/1600 l’etneo Davide Gravina. Infine, tra le Racing Start Plus, settimo tempo di gruppo e quarto di classe 2000 per il catanese Giovanni Grasso (Renault Clio RS).

Appuntamento a domani per Gara 1 e 2 di questa prima finale del Trofeo Italiano Velocità Montagna. Lo start è previsto alle ore 8.00. Diretta sul canale AciSport TV dalle 11.00.

Cronoscalata della Castellana, i tempi del sabato