Slalom: Emanuele “tricolore”, Schillace sconfitto a Monte Condrò

slalom
Emanuele Schillace

Slalom: non va in porto l’assalto al campionato di Schillace

Non riesce l’assalto di Emanuele Schillace al Campionato Italiano Slalom 2021. Nel gran finale di “Monte Condrò”, il messinese non è riuscito ad andare oltre il quinto posto finale, alle spalle del rivale Fabio Emanuele (3°), chiudendo di fatto ogni discorso relativo alla conquista del titolo.

Nelle tre manche andate in scena questa mattina a “Serrastretta”, il portacolori della TM Racing, al volante della “fida” Radical SR4 motorizzata da un 1600 “marchiato” Suzuki, ha cercato di tenere il passo del rivale, ma alla fine si è dovuto arrendere per circa 50 millesimi, ovvero il gap accusato nella terza e ultima manche della giornata.

Per il molisano Emanuele (Osella PA9/90 motorizzata Alfa Romeo/2000) si tratta dell’ottavo “Tricolore”, a conferma di una carriera costellata di successi e di soddisfazioni, mentre per il pilota messinese è un epilogo sicuramente “amaro” dopo una stagione vissuta da protagonista e spesso al comando della classifica generale del Campionato Italiano.

Michele Puglisi

Slalom Monte Condrò: i risultati dei siciliani

Scorrendo i primi dieci assoluti, a ridosso del podio, troviamo il giarrese della TM Racing, Michele Puglisi (Radical SR4/1600), lontano pochi millesimi dal terzo posto occupato dal nuovo campione italiano di specialità, Emanuele, mentre al settimo posto, con due manche all’attivo (ritirato nella prima), si è piazzato l’ericino Michele Poma, vincitore della classifica riservata all’Uner23 su un’altra Radical SR4/1600.

11° il custonacese Vincenzo Pellegrino, sempre su biposto inglese di classe 1600. Tra le vetture di gruppo E1 Italia si registra l’affermazione del messinese della Phoenix, Domenico Gangemi (Fiat 127), mentre tra le Bicilindriche “spicca” il successo dell’altro messinese, in gara con TM Racing, Giovanni Greco (Fiat 500), davanti al catanese della Puntese Corse, Paolo Nicolosi (Fiat 126).

La vittoria della gara è andata al campano Salvatore Venanzio (Radical SR4/1600), il quale ha bissato il successo conquistato due settimane fa alla Torregrotta-Roccavaldina.

Slalom Monte Condrò: i risultati