Rally: i verificati e il programma di gara del “Tirreno”

rally dei nebrodi
Roberto Lombardo e Andrea Spanò

Rally del Tirreno, tutte le curiosità sulla corsa

Sono 77 gli equipaggi (78 gli iscritti) che hanno completato la procedura di verifica per la 19° edizione del Rally del Tirreno, classico appuntamento in notturna del Campionato Siciliano Rally, oltre che della Coppa Rally di 8° zona, che come da tradizione si viene la prima settimana di agosto nella zona di Villafranca Tirrena.

Un round affasciante che, anno dopo anno, sta diventando un classica del panorama regionale della specialità. Confermato nella “forma”, il Tirreno di quest’anno, organizzato come sempre da Top Competition, presenta tra le novità un percorso rivisto, il quale segue su alcuni tratti quello dell’ex Rally di Messina.

Il percorso del “Tirreno” di quest’anno

Per un totale di 291,14 chilometri, la classifica verrà stabilita sui tempi ottenuti lungo 69,33 chilometri. Tre le speciali in programma a partire dalle 22.25 di questa sera, la Roccavaldina (7,36), la Colli 4 Strade-Messina (9,19) e la Campo Italia (6,56), da svolgersi in quest’ordine. I piloti, successivamente, gareggeranno nel corso della notte fino alle 9.10, orario in cui scatterà l’ultima piesse del programma (Campo Italia 3). Partenza (22.01) e arrivo (dalle 10.00 circa) sono previste al Lungomare di Villafranca Tirrena.

Rally del Tirreno, la tabella delle distanze del tempo…

…e la mappa del percorso

I possibili protagonisti

Archiviata la parentesi al “Nebrodi” su Skoda Fabia R5, Roberto Lombardo, stavolta navigato da Andrea Spanò, affronteranno la tappa del “Tirreno” a bordo dell’ormai consueta Peugeot 207 S2000. In piena lotta per il campionato con Marco Pollara, vincitore di tutte le prove fin qui disputate (mini-Targa e appunto Nebrodi), il pilota nisseno cercherà di sfruttare l’assenza del rivale per conquistare punti importanti per il campionato.

A contendergli lo “scettro” ci sarà Marcello Rizzo, navigato da Antonino Pittella su Skoda Fabia R5 iscritto alla competizione. Saltuariamente impegnato nel rally, il messinese cercherà di giocare un “jolly” importante e di battagliare per la vittoria nelle speciali che andranno in scena questa sera su percorsi a lui molto familiari. Con la stessa vettura sarà della partita anche Danilo Novelli, esperto pilota di Santa Teresa Riva che avrà a fianco il nisseno Michele Castelli. “Corposo” il numero delle vetture a due ruote motrici, segno di una gara che si preannuncia equilibrata e ricca di sorprese.

Tirreno, i verificati alla corsa