Rally Tirreno, primo “sigillo” in carriera per Rizzo e Pittella

rally tirreno
Marcello Rizzo e Antonino Pittella in azione su Skoda Fabia R5 allo "shakedown" del "Tirreno"

Rally Tirreno, i risultati

Al termine di una vera e propria “cavalcata”, iniziata ieri sera con la vittoria nel primo passaggio della “Roccavaldina“, Marcello Rizzo e Antonino Pittella si sono aggiudicati la 19° edizione del Rally del Tirreno, “classico” appuntamento estivo organizzato da Top Competition del Campionato Siciliano Rally valido anche per la Coppa di 8° Zona.

Sfruttando al massimo il potenziale della propria Skoda Fabia R5, il pilota messinese, al primo “centro” assoluto della carriera, si è aggiudicato ben otto scratch su nove, lasciandosi alle spalle l’altro principale favorito alla vigilia, Roberto Lombardo, coadiuvato alle note da Andrea Spanò su Peugeot 207 S2000, tornata dopo l’utilizzo al “Nebrodi” di una Fabia R5 Evo.

Da segnalare che la coppia nissena, veloce e costante in tutte le “piesse”, si è aggiudicata il miglior tempo nel terzo passaggio della “Roccavaldina“, privando di fatto i rivali dell’en-plein per quello che riguarda le vittorie di “tappa”. Una performance di spessore che garantisce alla coppia punti importanti per la rincorsa al Siciliano.

Riolo chiude il podio e vince la RC4N

Terza piazza sul podio per il vincitore del gruppo RC4N, il cerdese Ernesto Riolo navigato dall’esperto Maurizio Marin su una “piccola” ma sempre competitiva Peugeot 208 Rally4, i quali hanno “vinto” la concorrenza dei nisseni Salvatore Scannella e Francesco Galipò (Peugeot 106 Rally/A6), quarti classificati. A seguire l’altra 208 Rally4 della coppia composta dai palermitani Rosario Cannino e Giuseppe Buscemi.

Rally del Tirreno, i piazzati all’interno della top dieci

In sesta posizione si è piazzata la 208 Rally4 condotta dal trapanese Andrea Nastasi con al suo fianco la “navigatrice” di casa Graziella Rappazzo, con alle spalle i primatisti locali della RC3N, Giovanni Celesti (Luigi Aliberto sul sedile di destra) su Renault Clio S2000, e l’equipaggio composto da Antonino Sofia-Nicola Buongiorno (Peugeot 106 Rally/K10).

Nona e decima posizione per i vincitori della RC5N, l’ennese Mario Miraglia con Paolo Guattadauro su Renault Clio/N3, la coppia formata da Enrico Briguglio-Mauro Del Luca (208 Rally), bravi a resistere agli attacchi del duo Carmelo Molica-Carmen Grandi (Renault Clio/Rally3). Ritirato proprio sul finale l’equipaggio di casa composto da Maurizio Rizzo e Massimo D’Angelo, stabilmente in top dieci prima del problema nella PS8. 38° assoluti i “primatisti” della RC6N, Giuseppe Gangemi-Christian Morasca (Peugeot 106 Rally/N1).

Rally del Tirreno, i tempi