Rally: Pollara vince anche a “Tindari”, Guagliardo al top tra le Storiche

Marco Pollara-Daniele Mangiarotti

Rally, i risultati del “Tindari”

Al termine di una vera e propria “cavalcata”, iniziata ieri sera con il miglior tempo nella speciale 1, la “Montalbano”, Marco Pollara si è aggiudicato il 7° Rally di Tindari, terzultima prova del Campionato Siciliano di specialità organizzata da CST Sport.

Il prizzese della scuderia organizzatrice, navigato come sempre dal “fido” Daniele Mangiarotti, ha massimizzato il potenziale della propria Skoda Fabia R5 di seconda generazione, ottenendo il miglior tempo in tutte le “piesse”. Un percorso netto che si è concluso con un tempo “generale” di 34’08″2, 43″9 più rapido dell’equipaggio che si è classificato in seconda posizione, quello composto dal romano Fabio Angelucci, ormai di casa in Sicilia, e dal messinese Massimo Cambria, sempre su Fabia Evo.

Pollara ha confermato l’ottimo stato di forma mostrato nella prima metà di questa stagione, risultando veloce e costante in tutte le condizioni. Un percorso netto che, parallelamente all’assenza del rivale nisseno Roberto Lombardo, lo avvicina a grandi passi verso la conferma nel Siciliano di specialità.

Rally Tindari: i piazzati all’interno dei primi dieci

Terza piazza sul podio per il nativo di Piraino, Alessandro Casella, navigato su Peugeot 208 Rally/RC4N da David Arlotta, seguito dal pattese Rosario Siragusano (Renault Clio s1600), leader della graduatoria riservata alle vetture RC3N con la fianco Federica Campochiaro, e dai secondi e terzi classificati del gruppo RC3N, Salvatore Scannella-Francesco Galipò (Peugeot 106/A6) e Luca Ferro-Giovanni Barbaro (Peugeot 106/K10).

Tra loro e i vincitori del gruppo RC3N, gli “Schepisi” (Peugeot 207 S2000), Giuseppe e Kevin, classificati in 10° posizione, si sono posizionate altre tre RC4N condotte da Franco Schepis (Peugeot 208 Rally4), Nunzio Longo e Sebastiano Liuzzo, entrambi su Peugeot 106/A6, navigati rispettivamente da Antonino Schepis, Roberto Longo e Alessio Culina.

Tra le RC5N, invece, affermazione per il duo composto da Giovanni Catania e Alessandro Anastasi, bravi a piazzare la loro Renault Clio RS/N3 in 14° posizione assoluta.

Domenico Guagliardo-Pierluigi Fullone

Autostoriche: Guagliardo davanti a tutti

Per quanto riguarda le Autostoriche, affermazione nell’assoluta per il pilota-preparatore palermitano Domenico Gagliardo, bravo a issarsi al comando del Secondo Ragggruppamento insieme a Giacomo Giannone su Porsche 911 Carrera RS.

Alle sue spalle i primatisti nel Quarto, Pierluigi Fullone e Alessandro Failla su BMW M3, e il duo composto dai “Savioli”, Marco e Gianluca (Porsche 911 Carrera RS), piazzati nel Secondo alle spalle di Guagliardo. Appena giù dal podio i vincitori del Terzo, Giuseppe Gianfilippo e Sergio Raccuia su Porsche 911 SC.

Rally Tindari, i risultati