Salite: Fazzino il più veloce nelle prove della Monti Iblei

Luigi Fazzino | Foto: Manuel Marino

Salite, i tempi del sabato alla Monte Iblei

Luigi Fazzino (Osella PA2000 Turbo) ha ottenuto il miglior tempo nelle prove ufficiali della 65° Monti Iblei, appuntamento conclusivo del Campionato Siciliano Salite. Dopo il miglior tempo in 2’38″59 fatto segnare da Franco Caruso (Norma M20 FC/3000) nella prima salita di giornata, il siracusano di Melilli è riuscito ad abbassare il miglior riscontro nel corso delle prove del pomeriggio, fermando i cronometri sul 2’34″24, “solo” 67 millesimi più rapido del rivale comisano, anch’esso più veloce nella seconda manche di prove.

Nelle zone di vertice della classifica anche gli altri due grandi protagonisti della vigilia: il marsalese Francesco Conticelli e il catanese Luca Caruso. Il primo, a bordo della propria Nova NP-01/3000, tornata in “auge” dopo le parentesi nel Campionato Italiano con la Norma M20 FC/3000, ha ottenuto il proprio miglior tempo in 2’36″51, mentre il catanese, in piena lotta con Fazzino per la leadership del Siciliano (i due, ad una tappa dalla fine, sono separati da soli 8,5 punti), non è riuscito a fare meglio della quarta piazza con un miglior tempo in 2’37″97. Equilibri comunque variabili che lasciano aperte diverse possibilità per le manche di domani.

Franco Caruso | Foto: Manuel Marino

I piazzati all’interno dei primi dieci più veloci

Alle loro spalle di è classificato il comisano Samuele Cassibba, bravo come sempre ad estrarre il massimo delle performance dalla propria Nova Proto NP-01 Evo/2000, seguito dal papà di Francesco Conticelli, Vincenzo (Osella PA30 Evo/3000), e dal calabrese Luca Ligato (Osella PA21S/2000), bravo a confermarsi nelle zone di vertice della graduatoria dopo l’ottima prova alla Coppa Nissena. Trovano posto all’interno dei primi dieci anche il veterano della specialità, Gianni Cassibba (Osella PA30/3000), il calabrese Dario Gentile (Osella PA21S/2000) e il ragusano Orazio Marinelli (Norma M20FC/2000).

Quest’ultimo si è issato al comando della graduatoria riservata alle vetture CN, mentre la leadership della classifica esclusiva alle monoposto a ruote scoperte è andata al pilota locale Giovanni Nicastro, 11° nelle prove di oggi a bordo della propria Tatuus Honda/2000. Piccola nota statistica, nelle prime dieci posizioni si sono classificate nove vetture E2SC.

Francesco Conticelli | Foto: Manuel Marino

Salita Monti Iblei: i tempi nei Gruppi

Nei gruppi hanno svettato – in ordine di posizione assoluta – oltre ai già citati Fazzino (E2SC), Marinelli (CN) e Nicastro (E2SS), anche Ennio Donato (E1), Lucio Naselli (E2SH), Rosario Di Benedetto (Prod.E), Roberto Megale (RS Plus), Raffaele Gurrieri (RS Cup), Fabio Caporetto (A), Sebastiano Gatto (Prod.S), Francesco Beninati (N), Biagio Cassibba (RS) e Riccardo Viaggio (BC).

Monti Iblei: i più veloci nelle Storiche

Per quanto riguarda la graduatoria riservata alle Autostoriche, il più veloce nelle prove del sabato è stato Ciro Barbaccia, in grado di confermarsi al vertice a bordo della propria Stenger Osella di “Quarto”. Il pilota-preparatore marinese, già più rapido nell’ultima prova disputata a “Caltanissetta”, si è lasciato alle spalle, nell’assoluta e nel Raggruppamento, il palermitano Antonino Piazza (Lucchini SP90 Alfa Romeo).

Terzo crono per il primatista del “Terzo”, il messinese Salvatore Caristi (Fiat 128), seguito dal concittadino Manlio Munafò (Lucchini BC Sn 3000) e dall’etneo “Aeron“, alias Andrea Marziano (Renault GT Turbo), entrambi iscritti nel Quarto. Nel “Secondo” il più veloce è stato Edoardo Piazza, 9° assoluto al volante della propria BMW 2002, mentre nel “Primo” ha svettato Giuseppe Riccobono a bordo di una vettura similare (12° assoluto).

Monti Iblei, i tempi dopo le prove del sabato