Targa Florio: motori accesi per la “Classica”

Targa Florio Classica: programma, iscritti e appuntamenti principali

Tutto pronto, al Museo Storico dei Motori e dei Meccanismi dell’Università degli Studi di Palermo, per la partenza della Targa Florio Classica, gara di regolarità valida per il Campionato Italiano Grandi Eventi che da giovedì 13 ottobre a domenica 16 ottobre attraverserà gran parte della Sicilia, toccando i luoghi più iconici della “Targa”.

Il programma della Targa Florio Classica 2022

Le fasi “clou” della competizioni scatteranno a partire dalla giornata di domani, con le verifiche tecniche e sportive per i 170 concorrenti iscritti. Queste si svolgeranno presso il piazzale antistante la Scuola Politecnica dell’Università degli Studi di Palermo. Parallelamente alla “Classica”, si svolgerà anche il “Ferrari Tribute to Targa Florio“, una sfilata in giro per l’isola delle Rosse più affascianti uscite da “Maranello” dal 1991.

Concluse le verifiche, venerdì 14 ottobre, ci sarà la cerimonia vera e propria di partenza da Unipa. Le vetture partiranno alla volta dell’Autodromo di Pergusa, salvo poi rientrare nel Capoluogo per la notte. Sabato 15, invece, gli iscritti alla competizione di regolarità affronteranno le strade storiche del Circuito della Madonie, passando tra l’altro davanti alle Tribune di Certa. Anche qui, dopo una veloce pausa a Cefalù, è previsto il rientro a Palermo, sempre all’interno del piazzale antistante dell’Università degli Studi di Palermo.

Gran conclusione domenica 16 con un percorso che si snoderà tra i comuni di Altofonte, Partinico e Terrasini, dove tra l’altro si svolgerà la Cerimonia di Premiazione, verso l’ora di pranzo. Ritorno poi in città passando per Cinisi e Isola delle Femmine. Sono ammesse alla competizione le vetture prodotte fino al 1977 (Classica), quelle fabbricate dal 1978 al 1990 (Legend) e le GT stradali dal 1991 in poi (GT).

Targa Florio, il programma

Targa Florio, le piantine della tre giorni

“Classica”: presenti anche Franchitti ed Hezemans

Diversi gli “esponenti” di spicco che prenderanno parte alla “passeggiata” cronometrata lungo i luoghi più iconici della Targa Florio.

Tra questi vanno evidenziati i nomi di Toine Hezemans, pilota olandese che nel 1971 ha conquistato la Targa Florio in equipaggio con il “Preside Volante”, Nino Vaccarella, sull’Alfa 33, e lo scozzese Dario Franchitti, quattro volte vincitore della Indy Car Series (ex CART) e tre volte primatista alla mitica 500 Miglia di Indianapolis. Il primo parteciperà a bordo di una Porsche 911 T del 1968, mentre il secondo sarà alla guida di una Lotus Elan del 1965.

Targa Florio Storica, gli iscritti

Esposta a Floriopoli anche la Targa originale del 1934

Tra le attività collaterali alla “corsa” anche l’esposizione della Targa Florio originale del 1934, vinta da Achille Varzi su Alfa Romeo P3 2905. La “Targa” verrà esposta presso le tribune di Floriopoli e il pubblico avrà occasione di vederla durante il passaggio previsto nel pomeriggio di venerdì 14 ottobre (Palermo-Madonie-Cefalù-Palermo).