EICMA 2022: Piaggio protagonista del Made in Italy

Tutte le novità 2023 del Gruppo Piaggio esposte all’EICMA.

All’edizione 2022 di EICMA il Gruppo Piaggio si presenta consolidando la propria posizione di primo gruppo europeo e italiano delle due ruote.

il Gruppo Piaggio fino al 30 settembre ha venduto nel Mondo 490.400 veicoli (di cui 410.000 a due ruote), registrando un fatturato di 1.626,9 milioni di euro e un utile netto pari a 70,9 milioni di euro, i valori più alti di sempre nel periodo di riferimento. Nei primi nove mesi del 2022 in Europa il Gruppo Piaggio ha confermato e consolidato la leadership nel segmento scooter, con una quota del 23,5% e ha ulteriormente rafforzato il posizionamento sul mercato nordamericano degli scooter, raggiungendo una quota del 34,9%.

Cresciuto a doppia cifra Il settore scooter a livello globale, spinto in particolar modo dal brand Vespa, che ha registrato un fatturato in crescita a doppia cifra e il record dei volumi di vendita del periodo, e dagli scooter del brand Aprilia.

Molto positivo anche il settore moto: Aprilia e Moto Guzzi hanno registrato vendite record nei primi nove mesi dell’anno con i più elevati volumi e ricavi di sempre, grazie anche al notevole apprezzamento dei mercati alle nuove Aprilia 660 (RS, Tuono e Tuareg) e alle Moto Guzzi V7 e V85 TT.

Il Gruppo Piaggio, attraverso i suo iconici marchi, raccoglie la sfida di un mondo che cambia, presentando un’ampia proposta di veicoli in grado di soddisfare qualsiasi esigenza di mobilità.

Queste le novità, che coinvolgono tutti i brand, per l’imminente 2023 che il Gruppo Piaggio presenta a EICMA:

  • Aprilia RS 660 Extrema
  • Aprilia ELECTRICa Project
  • Moto Guzzi V100 Mandello
  • Moto Guzzi V9 Bobber Special Edition
  • Moto Guzzi V7 Stone Special Edition
  • Piaggio 1 MY23
  • Vespa Gts
  • Vespa Gtv
  • Vespa Primavera Color Vibe
  • Vespa 946 10° Anniversario 

Vediamole in dettaglio.

Aprilia RS 660 Extrema

È la RS 660 più leggera e sportiva in gamma. Grazie alla raffinata e nuova componentistica di serie, RS 660 Extrema ferma l’ago della bilancia a soli 166 kg a secco, stabilendo un nuovo primato per quanto riguarda il rapporto tra peso e potenza (che si attesta a 100 CV, record della categoria).

L’equipaggiamento di serie prevede un nuovo e più leggero impianto di scarico omologato by SC Project con terminale in carbonio posizionato sul lato destro (e non più sotto il motore). Al contenimento generale del peso contribuiscono inoltre il parafango anteriore e il nuovo puntale sotto il motore dall’inedito design, entrambi realizzati in pregiato carbonio.

L’estrazione sportiva di RS 660 Extrema è enfatizzata anche dal codino monoposto (la sella passeggero è fornita a corredo della moto); alla ricca dotazione elettronica già di serie su RS 660 (che comprende traction control, ABS cornering, engine brake, engine map, wheelie control tutti regolabili) RS 660 Extrema presenta anche il software che consente di settare il cambio quick shift in configurazione rovesciata. In questo modo il cambio può essere configurato in totale autonomia, senza sostituire alcun componente della moto, in versione stradale o rovesciata – l’ideale per la guida in pista nei track days.

Aprilia ELECTRICa Project

Il progetto ELECTRICa rappresenta la visione di Aprilia della mobilità dei motociclisti più giovani del prossimo futuro. È una finestra aperta verso il domani, uno sguardo attento e competente in avanti che Aprilia, da sempre avanguardia di sperimentazione, propone alle nuove generazioni per garantire loro il divertimento nella guida della moto in qualsiasi ambiente e senza barriere. ELECTRICa è un progetto di nuova concezione, una moto leggera e a emissioni zero, dalla guida divertente e appagante, per restituire la massima libertà e piacere anche nell’utilizzo all’interno delle metropoli del futuro: il divertimento e la libertà di muoversi non vengono quindi meno e saranno sempre i principi cardine alla base di tutti i veicoli costruiti da Aprilia, la factory delle moto sportive per eccellenza. ELECTRICa utilizza tutto il know-how messo a disposizione dal Gruppo Piaggio (di cui Aprilia è parte), che lavora sulla propulsione elettrica fin dal 1975, avendo presentato una lunga serie di veicoli che hanno precorso i tempi come MP3 Hybrid, il primo scooter ibrido al mondo. Il look è inconfondibilmente Aprilia, soprattutto nel frontale dove spicca una moderna interpretazione del gruppo ottico a triplo proiettore, tipico di tutte le Aprilia e privilegia linee tese e marcatamente sportive. L’accessibilità è garantita dalle dimensioni compatte e dall’altezza della sella da terra contenuta, ma anche dalla leggerezza e dalla presenza di entrambi i comandi dei freni sul manubrio, scelta che facilita la transizione dagli scooter.

Il motore elettrico è posizionato nella zona centrale e si avvale di una trasmissione finale a catena. La presenza del sistema keyless, della strumentazione LCD e delle ruote foniche nei cerchi introducono il tema della tecnologia rivolta alla praticità e quello degli aiuti elettronici attivi per un’esperienza di guida sicura, ambito dove Aprilia è stata pioniera ed è tuttora al top tra i costruttori a livello mondiale.

Moto Guzzi V100 Mandello

Moto Guzzi V100 Mandello apre un capitolo tutto nuovo nella storia Moto Guzzi; una moto che sfugge al conformismo della catalogazione in una categoria, unendo la brillantezza sui percorsi guidati alla vocazione al viaggio che è nell’anima di ogni Moto Guzzi; una porta aperta su futuro del marchio grazie alle innovative soluzioni tecniche e aerodinamiche adottate. V100 Mandello è innovativa a partire dal design che, come sempre, parte dalla valorizzazione del bicilindrico, unico e inimitabile. Una svolta nella storia del marchio, portando all’esordio molte importanti innovazioni tecnologiche: la prima motocicletta con aerodinamica adattativa, la prima Moto Guzzi dotata di evolute soluzioni elettroniche come la piattaforma inerziale a sei assi, il cornering ABS, le sospensioni semiattive e il quick shift, solo per citare le più importanti. Ed è la prima Moto Guzzi spinta dal nuovo propulsore “compact block”, dalle raffinate caratteristiche tecniche. La tradizione è rispettata dall’architettura a V trasversale di 90° del bicilindrico, che garantisce quel modo unico di erogare la coppia e quel sound inimitabile Moto Guzzi, ma il progetto è totalmente nuovo e vanta prestazioni decisamente brillanti: la potenza è di 115 CV a 8.700 giri/min e la coppia massima di 105 Nm a 6.750 giri/min, con l’82% disponibile già da 3.500 giri/min e il limitatore fissato a ben 9.500 giri/min.

Il carattere sportivo è assecondato da una ciclistica compatta e maneggevole, mentre l’attitudine da viaggiatrice è garantita dall’elevato comfort regalato dalla generosa sella e dalla posizione di guida attiva e decontratta. La tecnologia Moto Guzzi interviene ad aumentare il comfort e la protezione dall’aria, grazie al cupolino regolabile elettricamente e con l’adozione per la prima volta al mondo di un sistema di aerodinamica adattiva che regola automaticamente la posizione dei deflettori presenti ai lati del serbatoio in dipendenza della velocità e del Riding Mode selezionato. La dotazione elettronica è di prim’ordine e prevede l’acceleratore elettronico Ride by Wire per una fine gestione delle prestazioni e dei consumi, l’evoluta centralina di controllo Marelli 11MP, la piattaforma inerziale a 6 assi in grado di gestire al meglio i controlli elettronici, il cruise control, e il Cornering ABS a garanzia della sicurezza attiva in frenata in curva. Quattro sono i Riding Mode a disposizione: Turismo, Sport, Pioggia e Strada ognuno dei quali gestisce 3 differenti di mappe motore, 4 livelli di traction control, 2 livelli di freno motore e (nella versione che le prevede di serie) anche la taratura delle sospensioni semiattive Öhlins Smart EC 2.0, capaci di adattare automaticamente l’idraulica istante per istante al tipo di guida adottata e alle condizioni dell’asfalto per avere sempre il miglior comportamento in qualsiasi situazione.

Moto Guzzi V7 Stone Special Edition

La V7 è una delle Moto Guzzi più amate e diffuse; è autentica e ricca di carattere ed è la rappresentante della motocicletta classic italiana per eccellenza. La V7 Stone Special Edition è la prima inedita proposta della V7 Stone dal carattere decisamente dinamico. Abbandona le tinte opache tipiche della versione Stone – la più contemporanea della famiglia V7 – per vestire la speciale colorazione lucida dedicata Shining Black, arricchita sul serbatoio da grafiche con dettagli rossi che richiamano la tradizione stilistica dei modelli più sportivi dell’Aquila. Una sportività sottolineata anche dalle molle degli ammortizzatori verniciate in rosso e dalle cuciture rosse a contrasto della sella, anch’essa dedicata a questo modello unico. Una targhetta sul riser del manubrio ne identifica l’edizione speciale. L’allestimento prevede inoltre gli specchi retrovisori “bar end” e il tappo per il rifornimento in alluminio ricavato dal pieno anodizzato nero. Le personalizzazioni si estendono anche al twin 850 Moto Guzzi, con i coperchi delle teste in un inedito color grafite e le protezioni dei corpi farfallati in alluminio anodizzato nero.

L’aspetto più ‘muscolare’ è enfatizzato dall’impianto di scarico by Arrow con terminali marchiati Moto Guzzi, grazie al quale la Moto Guzzi V7 Stone Special Edition guadagna anche migliori prestazioni, sia sul fronte della potenza, che sale da 48 a 49 kW (66,5 CV) a 6700 giri/min, sia della coppia massima, che cresce da 73 a 75 Nm a 4900 giri/min.

Moto Guzzi V9 Bobber Special Edition

È la versione speciale di V9 Bobber, la custom sportiva di Moto Guzzi che ha introdotto il genere bobber di media cilindrata, caratterizzato dal look quasi completamente total black di ogni componente e dai grossi pneumatici oversize che garantiscono un’ampia impronta a terra, proprio come quelli montati sulle motociclette che nel secondo dopoguerra negli States si sfidavano su veloci piste in terra battuta. L’equipaggiamento di V9 Bobber Special Edition è da vera fuoriserie e vanta innanzitutto una speciale colorazione Workshop twin-tone nera e grigia che impreziosisce il serbatoio a goccia in metallo (dotato di tappo in alluminio ricavato dal pieno) e si estende anche ai fianchetti in alluminio. Gli specchietti bar-end fissati alle estremità del manubrio, assieme ai soffietti della forcella e al parafango anteriore corto completano la dotazione, amplificando la sensazione di qualità percepita davvero elevata. L’inconfondibile sound del twin 850 Moto Guzzi è evidenziato dagli scarichi slip-on omologati verniciati in nero opaco e con fondello in alluminio e caratterizzati, nella parte terminale, da una slanciata sagomatura obliqua.

Piaggio 1 MY23

Piaggio 1 unisce le caratteristiche vincenti del più moderno e-scooter – agilità e leggerezza per il commuting urbano unite a essenzialità e praticità – alla qualità e affidabilità degli scooter Piaggio.

Ciò significa innanzitutto sicurezza, grazie a una ciclistica solida e votata al piacere di guida, ma anche un design accattivante, un comfort e una abitabilità di alto livello e un nutrito equipaggiamento tecnologico, che include strumentazione digitale a colori, fanaleria full LED e sistema keyless. Piaggio 1 è anche l’unico e-scooter della sua categoria con un capiente vano sottosella, in grado di contenere un casco full jet.

Grazie agli interventi effettuati sulla Power Unit il motore elettrico che equipaggia la gamma Piaggio 1, integrato nella ruota posteriore, è ora in grado di offrire migliori prestazioni, che si traducono in una maggiore brillantezza e facilità di guida nel traffico cittadino, caratterizzato da frequenti ripartenze, e in un migliore spunto in presenza di pendenze.

La versione ciclomotore (Piaggio 1), con velocità limitata a 45 km/h, può ora contare su una potenza di picco quasi raddoppiata, pari a 2,3 kW, mentre la versione motociclo (Piaggio 1 Active) raggiunge i 3 kW di picco. Ne consegue un incremento significativo sul fronte dell’accelerazione, che aumenta del 14% su Piaggio 1 e di quasi il 12% su Piaggio 1 Active.

In entrambe le versioni la batteria è posizionata sotto la sella, facilmente estraibile in pochi secondi e trasportabile per effettuare comodamente la ricarica in casa o in ufficio.

Vespa Gts

Vespa Gts è nella storia della due ruote più amata al mondo avendo raccolto l’eredità del mitico “Vespone”, così sono sempre state battezzate le Vespa con la scocca – rigorosamente in acciaio – più grande. Vespa con le quali muoversi elegantemente in città ma anche pronte al viaggio, perfino all’avventura grazie a motorizzazioni sempre generose. Stilisticamente si evolve nettamente, mantenendo quel magico equilibrio tra tradizione e modernità che emerge dalle linee di Gts, affinate con cura maniacale in ogni più piccolo dettaglio, elevando così la qualità percepita a livelli mai toccati in precedenza. Nuova è la “cravatta” dello scudo, oltre ai profili metallici della scocca, ora proposti in differenti finiture, mentre l’intera fanaleria è completamente a LED.

Anche la parte posteriore è stata rivista, introducendo nuovi fianchetti laterali, nuovo portatarga e nuove forme dell’impianto di illuminazione. Inediti sono anche gli specchietti, il manubrio, ora più largo ed ergonomico e i comandi elettrici, mentre vengono introdotte nuove strumentazioni più ricche di indicazioni e il sistema keyless. Nuova anche la sella, più comoda e meglio rifinita, che permette di appoggiare meglio i piedi a terra. Sul fronte del comfort, la nuova Vespa Gts compie un deciso passo avanti anche per merito della nuova sospensione anteriore dal funzionamento più controllato e meglio capace di assorbire ogni tipo di asperità. Nuovo è anche l’impianto frenante più efficiente e potente. Di serie è presente l’ABS e il sistema di antislittamento della ruota posteriore. Quattro versioni presenti in gamma che si differenziano per l’allestimento e per le varianti cromatiche (per un totale di 14 colori disponibili), mentre due sono i motori cui è disponibile la nuova Vespa Gts: il 300 hpe, capace di quasi 24 CV, il più potente motore mai montato su una Vespa di serie e il 125 della serie i-get dotato di Start & Stop, dalle prestazioni brillanti, a fronte di consumi davvero contenuti.

Vespa Gtv

Sulla base di Vespa Gts, nasce la nuova Vespa Gtv in una veste totalmente rivoluzionata, mantenendo gli immancabili richiami alle origini del mito, unendoli però a un modernissimo equipaggiamento tecnologico e a inedite finiture sportive. Il risultato è uno straordinario connubio tra tradizione e modernità, tra classicità e aggressività, che si concretizza nella Vespa più autenticamente sportiva di sempre. Il caratteristico faro basso dispone di tecnologia LED, mentre la nuova strumentazione mantiene l’elegante forma circolare ma è  completamente digitale, soluzione che consente di sfruttare le funzionalità offerte dal sistema di connettività Vespa MIA, disponibile come accessorio. La strumentazione è collegata al manubrio attraverso un originale supporto a sbalzo ed è avvolta da un grintoso cupolino di dimensioni ridotte e di chiara ispirazione sportiva. Al centro dello scudo l’inconfondibile “cravatta” presenta sportive feritoie laterali ed è impreziosita da fregi con bordatura arancione. Nuovo è anche il disegno a cinque razze dei cerchi ruota, verniciati in nero opaco con grafica arancione sul canale.

Altro elemento distintivo di Vespa Gtv è la sella bicolore dal look racing monoposto, con la parte posteriore che prevede l’installazione di una cover rigida in tinta carrozzeria che riprende le tipiche carenature delle Vespa da competizione. La cover è disponibile come accessorio ed è rimovibile.

Vespa Primavera Color Vibe

La nuova Vespa Primavera Color Vibe è un omaggio all’universo colorato e spensierato di Vespa. Vespa Primavera Color Vibe è caratterizzata da una speciale livrea bicolore: la scocca, disponibile nelle tinte Arancio Impulsivo e Bianco Innocente, è infatti abbinata a una pedana poggiapiedi color Ottanio, una sfumatura del turchese dal carattere forte e deciso.

Una originale “macchia” di colore a contrasto che, bordata di nero, percorre diagonalmente tutta la scocca attraverso le grafiche dedicate ai lati dello scudo e sulle fiancate. In Ottanio spiccano anche i fregi del tipico “cravattino” sullo scudo e gli esclusivi cerchi ruota, realizzati esclusivamente per questa versione in una particolare finitura lucida metallizzata.

L’allestimento, ennesima prova dell’ecletticità di Vespa, è completato da sportivi dettagli neri: le cornici del faro e della luce posteriore, il profilo che corre lungo lo scudo, la crestina sul parafango anteriore, la molla e la copertura della sospensione anteriore, il maniglione passeggero e la cover del silenziatore. La sella è nera, con cuciture antracite.

Vespa 946 10° Anniversario

A dieci anni dalla nascita l’esclusiva Vespa 946 debutta nello speciale allestimento 10° Anniversario, con una esclusiva colorazione dedicata che è una reinterpretazione in chiave moderna di una tonalità classica di Vespa, il verde. Fedele al suo ruolo di anticipatrice di tendenze, Vespa 946 10° Anniversario indossa una sfumatura morbida e vellutata, ma con una punta di acidità che la rende estremamente originale. Una tonalità che, non a caso, è emersa come trend delle collezioni moda Primavera Estate 2023 nelle Fashion Week di New York, Londra e Milano. Una colorazione perlata che a un primo sguardo appare pastello, ma poi acquista profondità una volta illuminata.