Peugeot all’EICMA rilancia le due ruote con cinque novità [VIDEO INTERVISTA]

Nel 2023 il Leone torna a ruggire su due ruote.

Peugeot Motocycles da 125 anni contribuisce a scrivere la storia della mobilità urbana con i suoi veicoli a motore a due e tre ruote. Nel 1898, durante il settimo Salone del Ciclo e dell’Automobile, che Peugeot Motocycles presenta la prima motocicletta dotata di motore Dion-Bouton. È solo l’inizio di una storia di successi e innovazioni. Storia caratterizzata in particolare da alcuni punti salienti come il primo Bol d’Or nel 1952 con la motocicletta Peugeot 175, il primo scooter in Europa con carrozzeria in plastica, il primo scooter elettrico prodotto in serie Scoot’elec nel 1996, il primo scooter da 125 cc dotato di ABS di serie.

Il rilancio di Peugeot Motocycles nel mercato italiano parte proprio dall’ECMA, fiera nella quale la Casa del Leone presenta la gamma rinnovata, rafforzata da cinque nuovi modelli.

Attraverso i nuovi modelli, Peugeot Motocycles promuove orgogliosamente le sue origini, proiettandosi nel futuro. La chiave: il completo rinnovamento di modelli iconici, il ritorno del marchio nel segmento delle moto, oltre che nel segmento dei maxi scooter e, naturalmente, un nuovo modello di due ruote alimentato elettricamente.

La rinnovata gamma Peugeot Motocycles è così composta:

  • XP400, al crocevia tra gli scooter alto di gamma e le moto,
  • PM-01, la moto urbana dallo stile unico,
  • e-Streetzone, quando il futuro è elettrico,
  • Django EVO, l’allure e l’eleganza moderna,
  • Tweet, il best-seller reinventato,
  • Pulsion, il potente scooter Made in France,
  • Kisbee, l’intramontabile,
  • Speedfight, l’atleta urbano.

Peugeot XP400

Con l’XP400, Peugeot Motocycles segna un nuovo ingresso nel segmento dei modelli GT. Seguendo la tendenza e il successo dei veicoli SUV nell’automobile, il marchio offre un veicolo potente, sia in termini di design che di funzionalità. Prodotto in Francia, XP400 completa la famiglia dei veicoli Premium del marchio.

Con un design inconfondibilmente Peugeot, l’Xp400 è accompagnato da specificità tecniche degne di una moto: il suo motore PowerMotion Euro5 da 400 cc che sviluppa 26,5 kW (36,7 CV) a 8.150 giri/min, per una coppia di 38,1 Nm a 5.400 giri/min. XP400 ha tutto per imporsi sui suoi rivali. La frenata è dal canto suo supportata da un doppio disco da 295 mm all’anteriore e da un disco singolo da 240 mm di diametro al posteriore, con doppio ABS. La sospensione è costituita all’anteriore da una forcella rovesciata con escursione di 140 mm e al posteriore da un semplice ammortizzatore.

Il nuovo Peugeot XP400 è dotato di caratteristiche che gli permettono di collocarsi tra i più divertenti del brand. XP400 è una combinazione di design, potenza e tecnologie che gli garantiscono una versatilità eccezionale, proprio come un SUV. Grazie alle sue ruote larghe, può muoversi su numerosi tipi di strada e non teme le intemperie. Un vero veicolo a due posti comodo tanto per il pilota quanto per il passeggero grazie alle maniglie di sostengo e alle pedane poggia piedi.

Il nuovo Peugeot XP400 Allure è la versione più votata all’asfalto di XP400 che tuttavia non trascura il suo carattere di veicolo alto di gamma. Dal punto di vista del design, tutti i codici vengono mantenuti. XP400 Allure ha quindi una silhouette atletica, forme affilate e incorpora anche la firma luminosa Peugeot con DRL che ricordano i canini nella parte anteriore e tre artigli nella parte posteriore. La versione si distingue inoltre per gli pneumatici Pirelli, i cerchi a raggi sono equipaggiati con pneumatici 110/70-17’’ all’anteriore e 160/60-15’’ al posteriore e per il parabrezza trasparente regolabile e la pedana classica.

il Peugeot XP400 GT, invece, offre una versione dallo stile unico. Il parabrezza fumé, le sospensioni alto di gamma e le linee spigolose consentono all’XP400 GT di incarnare la potenza e il dinamismo tanto ricercati in questo segmento. I suoi cerchi a raggi sono equipaggiati con pneumatici 110/70-17’’ all’anteriore e 160/60-15’’ al posteriore, avvicinandosi sempre di più al segmento motociclistico. Il design degli pneumatici fuoristrada non lascia dubbi sulla versatilità del modello.

Peugeot PM-01

Peugeot PM-01 con uno stile unico e fresco, linee decise aspetto muscoloso, ha tutti i dettagli che ne fanno un prodotto tipico Peugeot. Pneumatici da 17”, una forcella gold da 41mm (sulla versione 300cc) e una sospensione posteriore composta da un ammortizzatore posizionato centralmente fissato sul braccio oscillante gli conferiscono uno stile ineguagliabile. Impossibile non notare per strada questa moto, l’ultima nata di Peugeot Motocycles, impreziosita da 3 LED a forma di artigli felini nella parte anteriore.

Per offrire il massimo delle prestazioni, la moto PM-01 è proposta in due cilindrate: 125cc e 300cc.

Peugeot PM-01 300 è equipaggiata con un monocilindrico 4T da 292,4 cc a iniezione elettronica. Perfettamente integrato nel cuore del telaio tubolare a vista, sviluppa una potenza di 21,5 kW (29 CV) a 9.000 giri/min ed eroga una coppia di 24,5 Nm a 7.000 giri/min. E’ impreziosita da una linea di scarico discreta che conclude la sua corsa con un silenziatore laterale nero profilato, che riprende i codici del design generale della moto: spigoloso e futuristico. PM-01 300 offre prestazioni ideali per la guida in città così come fuori porta, vivacità, allungo e buona ripresa in accelerazione. Una sesta marcia consente di ridurre gli sforzi del motore, il che si traduce in minori consumi.

Comoda in città come sui percorsi fuori porta, PM-01 300 offre un comportamento dinamico ideale in ogni circostanza. Agile e vivace, grazie alle dimensioni compatte e al peso contenuto di 162 kg con il pieno, PM-01 300 ha una ciclistica di alto livello. La sospensione è costituita da una forcella dorata rovesciata da 41 mm di diametro all’anteriore e al posteriore da un ammortizzatore fissato in posizione centrale ad un braccio oscillante. Quest’ultimo è regolabile nel precarico per una taratura ottimale, con o senza passeggero. La frenata si concretizza in un disco da 280 mm di diametro all’anteriore e un secondo al posteriore da 240 mm. Per far fronte a tutte le eventualità, la moto è dotata di doppio ABS. PM-01 300 monta inoltre cerchi a raggi da 17 pollici equipaggiati con pneumatici 110/70 R17 all’anteriore e 150/60 R17 al posteriore.

La Peugeot PM-01 125 monta un monocilindrico 4T ad iniezione elettronica da 124,8 cc di cilindrata. Sviluppa una potenza di 10,2 kW a 9.500 giri/min (14 CV) ed eroga una coppia di 11 Nm a 7.500 giri/min. Progettato secondo i più moderni standard di mercato, offre prestazioni ideali per la guida in città, ovvero vivacità, allungo e buona presa in accelerazione. Una sesta marcia consente di ridurre gli sforzi del motore, il che si traduce in minori consumi. E’ impreziosita da una linea di scarico discreta che conclude la sua corsa con un silenziatore laterale nero profilato, che riprende i codici del design generale della moto: spigoloso e futuristico.

Destinata all’uso in città, PM-01 125 beneficia di un comportamento dinamico ideale per muoversi facilmente ogni giorno. Agile e vivace, grazie alle dimensioni compatte e al peso contenuto di 152 kg con il pieno, PM-01 125 è dotata di un telaio di altissimo livello. La sospensione è costituita da una forcella rovesciata da 41 mm di diametro all’anteriore e al posteriore da un ammortizzatore fissato in posizione centrale ad un braccio oscillante. Quest’ultimo è regolabile nel precarico per una taratura ottimale, con o senza passeggero. Freni: un disco da 280 mm di diametro all’anteriore e un secondo al posteriore da 240 mm xon doppio ABS. PM-01 125 è dotata di cerchi a raggi da 17pollici che montano pneumatici 110/70 R17 all’anteriore e 150/60 R17 al posteriore, per un’agilità ottimale. Priva di qualsiasi elemento superfluo, PM-01 125 riesce, con la sua carenatura sottilmente posizionata, a mettere in risalto la meccanica pur rimanendo raffinata come testimoniano il telaio tubolare nero a vista, il motore o anche elementi della parte ciclistica come le sospensioni.

Peugeot e-Streetzone

Presentato al Salone di Parigi nell’ottobre 2022, e-Streetzone completa la famiglia di veicoli elettrici battenti bandiera Peugeot. Un’ambiziosa strategia di marca intorno ai veicoli elettrici che afferma la propria volontà di supportare la mobilità urbana ed extraurbana di oggi e di domani, su due e quattro ruote.

Versione elettrica di Streetzone commercializzato già da 10 anni, Peugeot e-Streetzone beneficia della comprovata affidabilità della versione termica. Classicamente cittadino, con sella biposto, è l’alleato urbano di chi cerca un veicolo leggero e facile da maneggiare.

Grazie alla sua batteria estraibile, la ricarica non è più un problema. In pochi secondi, sfilata da sotto la sella, si porta con sé per essere collegata ad una qualsiasi presa domestica. Con un caricatore classico (300 W) bastano 4h30 per ricaricarla all’80%. 7h per raggiungere la carica completa. Il caricatore rapido (600W) riduce il tempo per la ricarica completa. Inoltre, l’installazione della batteria nel vano sotto la sella, può essere effettuata facilmente grazie ai terminali di collegamento posti sotto la batteria. Per adattarsi alle esigenze ed al comportamento del suo conducente, ‘e-Streetzone versione 1 batteria’, offre due modalità di guida: ECO, particolarmente adatta per le città con limitazione della velocità dei veicoli a 30 km/h – che offre un’autonomia di 61 chilometri con una velocità massima di 25 km/h – o BOOST, che gli consente di percorrere 51 chilometri a una velocità massima di 45 km/h. In questa versione c’è lo spazio per riporre un casco jet nel vano sottosella.

Per gli utenti che cercano una maggiore autonomia, e-Streetzone sarà disponibile anche nella versione a 2 batterie. Con questa versione si possono raggiungere 112 km di autonomia in modalità ECO e 96 km in modalità BOOST. EStreetzone sarà disponibile anche in versione CARGO monoposto con 2 batterie (uso professionale, consegna ultimo chilometro), e un’autonomia di 112 km in modalità ECO e 96 km in modalità BOOST. Tutte le versioni sono dotate di un nuovo cruscotto LCD che consente la visualizzazione delle ultime funzionalità come le diverse modalità di guida e l’autonomia residua. Una presa USB è disponibile sulle 3 versioni.

Peugeot Django EVO

Peugeot Django, lanciato nel 2014, è apparso nella gamma come uno scooter neoretrò che rende omaggio alla storia di Peugeot, sia nelle auto che nel campo delle due ruote. Fortemente ispirato al modello S55 del 1953 dalle linee arrotondate, fluide e allungate, Django riprende i codici degli anni ’50 e ’60, traendo il suo stile anche da dettagli come la calandra a griglia della 402 DARL’MAT Special roadster sport del 1937, un’automobile con ampi paraurti e un motore prominente come si faceva all’epoca. Un’estetica molto nostalgica che ha reso Django il modello vintage con tecnologia moderna per eccellenza.

Con Peugeot Django EVO, la Casa del Leone reinventa completamente il suo modello iconico, con uno stile ‘Modern classic’. Django EVO punta a essere futuristico, moderno e potente: caratteristiche messe in evidenza dai canini a LED nella parte anteriore e gli artigli a LED nella parte posteriore, il suo faro esagonale, le sue linee spigolose e la sua tecnologia al top.

L’eccellenza apportata al lavoro stilistico della carrozzeria si percepisce attraverso l’eleganza moderna del modello. Pratico e chic, piacerà a chi cerca un due ruote che gli permetta di esprimere l’unicità del proprio stile in ogni occasione. Per quanto riguarda i colori, le versioni LC e AC hanno ciascuna il proprio marchio di fabbrica: Liquid Cooled è presentato in due colori, con lo scudo anteriore interno in un colore diverso dalla carrozzeria. Django Air Cooled si presenta invece in versione monocromatica.

Peugeot Django EVO 125 AC, disponibile nella versione Active, è equipaggiato con un motore monocilindrico 4T ad iniezione elettronica e raffreddamento ad aria con una cilindrata di 124,8 cc. Perfettamente integrato nel cuore del telaio, nascosto dalla carrozzeria, eroga una potenza di 7,8 kW (10,6 CV) a 7.000 giri/min e una coppia di 9,5 Nm a 5.500 giri/min. La ciclistica è classica con la tradizionale forcella telescopica e il semplice ammortizzatore per la sospensione, freno a disco all’anteriore e al posteriore, ABS monocanale. I cerchi da 12 pollici sono dotati di pneumatici 110/70-12’’ e 120/70-12’’ per una migliore maneggevolezza.

Django EVO 125 AC pesa 134 kg: permette al conducente di muoversi con agilità nelle diverse manovre. La sella, posta ad un’altezza di 778 mm, conferisce una buona posizione di guida. Dotato di cruscotto con schermo LCD e presa USB, può beneficiare di numerosi optional come lo schienale del passeggero o la pedana in alluminio. Sempre come optional viene offerto un bauletto per completare lo spazio di carico già importante. Dotato di sella biposto, dispone di un vano sottosella che permette di riporre un casco jet e di un pratico vano portaoggetti. Anche gli specchietti sono nuovi e il serbatoio offre una capacità di 7,2 litri.

Peugeot Django EVO 125 LC, declinato commercialmente nella versione Allure è dotato di un motore monocilindrico 4 tempi ad iniezione elettronica da 124,8 cc raffreddato a liquido. Il blocco motore vanta una potenza maggiore, 9,5 kW a 8.500 giri/min (12,9 CV), con una coppia di 12 Nm a 6.500 giri/min. Per quanto riguarda la versione 150 LC quest’ultima ha un motore da 149,6cc, 10,6 kW (14,4CV) a 9.000 giri/min e una potenza di 12,4 Nm a 6 500 giri/min. La commercializzazione è prevista per il terzo trimestre 2023.

Peugeot Tweet

Peugeot Tweet, apprezzato per le ruote alte, è considerato tra i best-sellers nei due ruote in Europa, in particolare in Italia così come in Spagna. Proposto in 50cc, 125cc e 200cc, dispone di una dotazione comune top di gamma: fari a LED, cruscotto con schermo LCD, presa USB, sella biposto e vano sottosella in grado di accogliere un casco jet con visiera.

La versione 50cc, con il suo motore monocilindrico 4 tempi ad iniezione elettronica e raffreddamento ad aria, ha una potenza di 2,2 kW (3 CV) a 8.000 giri/min e una coppia di 3 Nm a 6.000 giri/min. Peugeot Tweet 125cc monta anch’essa un motore monocilindrico 4T a niezione elettronica e raffreddamento ad aria e sviluppa una potenza di 8,4 kW (11,5 CV) a 8.500 giri/min e una coppia di 10,3 Nm a 6.500 giri/min. Per quanto riguarda la versione 200cc, troviamo un motore monocilindrico 4 tempi ad iniezione elettronica e raffreddamento a liquido con una potenza di 9 kW (12,2 CV) a 7.500 giri/min e una coppia di 12,5 Nm a 6000 giri/min.

Peugeot Tweet, maneggevole ed efficiente, beneficia di un eccellente comportamento dinamico legato in buona parte alla sua ciclistica ma anche alle dimensioni studiate appositamente. La sella è ben posizionata a 790 mm da terra mentre il peso è contenuto (106 kg per il 125cc). Le versioni da 125 cc e 200 cc sono ora dotate di cerchi diamantati per un look più raffinato. Una versione GT più sportiva sarà disponibile nelle 3 cilindrate: 50cc, 125cc e 200cc.

Peugeot Pulsion

Peugeot Pulsion nasce come un modello high-tech dal design decisamente moderno:è uno dei modelli di punta della gamma Peugeot Motocycles. Progettato nello stabilimento Peugeot di Mandeure, nella regione del Doubs, Pulsion da solo riassume i valori del Made in France in termini di due ruote.

Peugeot Pulsion Active è il modello entry-level ma ha la maggior parte delle caratteristiche presenti sui modelli Allure e GT. Prodotto in Francia a Mandeure (Doubs), Pulsion Active ha caratteristiche di comfort come una presa da 12V, un cruscotto con schermo TFT a colori da 5 pollici e un ampio bagagliaio sotto il sedile. Dispone di illuminazione full LED con warning automatici, parabrezza e cavalletto centrale e laterale.

Peugeot Pulsion Allure è progettato per i motociclisti più esigenti in termini di comfort e capacità di carico. Pulsion Allure presenta elementi di comfort come una presa USB, una plancia con schermo TFT a colori da 5 pollici con sistema i-Connect e un ampio vano porta oggetti sotto il sedile. È dotato di serie di un bauletto da 39 litri e di un portapacchi dedicato per raddoppiare la capacità di carico (78 litri). Dispone di illuminazione full LED con warning automatici, parabrezza alto regolabile e cavalletto centrale e laterale. Pulsion Allure presenta uno stile raffinato con colori lusinghieri, ruote diamantate da 14 pollici e una griglia cromata.

Peugeot Pulsion GT è lo scooter più sportivo e, insieme all’Allure, il più attrezzato. Pulsion GT ha gli elementi di design di uno scooter ad alte prestazioni. Manubrio nudo, carrozzeria opaca, calandra nera, parabrezza basso fumé, pedana in alluminio, cerchi neri con inserti, Pulsion GT ha il pacchetto bad boy completo. È inoltre dotato di tutti gli elementi di comfort come presa USB, cruscotto con schermo TFT a colori da 5 pollici con sistema i-Connect e un capiente bagagliaio sottosella. È dotato di illuminazione full LED con warning automatici oltre a cavalletto centrale e laterale. Pulsion GT è disponibile in un unico colore: Shark Grey.

Peugeot Kisbee

Peugeot Kisbee è il modello più venduto in 27 paesi europei, con circa 220.000 unità distribuite, Kisbee è lo scooter urbano 50cc di riferimento. Pratico, economico e facile da guidare, soddisfa le esigenze sia dei principianti che dei motociclisti esperti. Ha una seduta ampia, comoda ed è molto pratico, con un bagagliaio che può contenere un casco integrale, un gancio porta borse sullo scudo anteriore e la pedana piatta, ideale per trasportare piccoli pacchi. La sella ha un’altezza di 760 mm da terra ed offre un facile accesso al veicolo e una grande manovrabilità con ruote da 12 pollici. Inoltre, la frenata all’anteriore è assicurata da un efficiente disco da 170 mm di diametro.

Il motore monocilindrico Kisbee 4 tempi raffreddato ad aria con iniezione elettronica eroga 3,5 CV a 7.700 giri/min, ma soprattutto offre un basso consumo di carburante di 1,75 l/100 km per un’autonomia complessiva di 380 km. È abbastanza per guidare per un’intera settimana senza fermarsi a una stazione di servizio.

Peugeot Kisbee è disponibile in varie versioni: Active, Celest Blue, Icy White, Pearly Black. Versioni speciali tutte con uno colore specifico e la pedana alluminio: Black Edition colore Mad Black; GT, colore Meteor Grey; Motul, colore Flat 6 red; Streetline, colore Satin Flash Silver.

Peugeot Speedfight

Peugeot Speedfight, con vendite record di oltre mezzo milione di unità in tutto il mondo, è diventato un vero mito nel segmento degli scooter 50cc. Il quarto della saga, Speedfight 4 ha un aspetto che divora l’asfalto: linee filanti, sguardo acuto con fari lenticolari, muso aerodinamico e spoilerdispiegato. Il suo motore a 4 tempi assicura una partenza vivace.

Peugeot Speedfight 4 è perfettamente connesso con i tempi. Ha una presa da 12V nel bagagliaio, una presa USB sotto il mini-cruscotto digitale e un supporto RAM X-Grip in optional per uno smartphone. Sportivo e sicuro, Speedfight 4 ha un telaio efficiente a una potente frenata rappresentata da un disco Shuricane all’anteriore e ruote da 13 pollici per una migliore agilità. Seduto comodamente sulla sella con doppia impuntura, il conducente può godere del carattere deciso del motore monocilindrico a 4 tempi a iniezione elettronica, raffreddato ad aria, che eroga 3 CV a 8.000 giri/min ed eroga ben 3 Nm di coppia a 6.500 giri/min. Ideale per giocare nella giungla urbana, Speedfight 4 è veloce, agile e pratico. Viene fornito con stili diversi ben abbinati al suo carattere, incluso un colore alla moda “Iced Grey” con cerchi neri.

Nell’ambito di una partnership esclusiva, Peugeot Speedfight assume i colori del partner, Motul. Colore rosso scarlatto con tocchi di bianco, spoiler allungato, doppio faro lenticolare dall’aspetto deciso e pedana piatta in alluminio. Oltre a questo, c’è una forcella rovesciata, un potente impianto frenante con disco Shuricane e pinza radiale e ruote da 13 pollici.