Due ruote e quadricicli elettrici: Catania e Palermo in grande crescita

In Italia ciclomotori, scooter e quadricicli elettrici crescono del 59%.

ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori) ha presentato lo studio sull’andamento 2022 del mercato dei quadricicli e dei veicoli elettrici a due ruote. La crescita annuale a livello nazionale è rilevante: +59%. Dai 14.703 immatricolati nel 2021 a 23.383 esemplari nel 2022 appena concluso.

Vediamo più in dettaglio le diverse categorie: crescono i ciclomotori (+53,3% con 5.904 mezzi messi su strada) e gli scooter (+56,9% e 9.896 immatricolati). Più contenuto, invece, l’incremento del segmento moto, che immatricola 540 pezzi e chiude a +7,5%. Rilevante, invece l’apporto dei quadricicli elettrici: con 7.043 veicoli e una crescita del 74,1%, si rendono protagonisti di un vero exploit, confermandosi come una delle tendenze più interessanti dell’anno nell’ambito della mobilità urbana a basso impatto ambientale.

Analizziamo ora la distribuzione sul territorio: Roma, Milano e Trento risultano rispettivamente le tre città con la più alta densità di veicoli elettrici, mentre sono Catania e Palermo le province dove il mercato è cresciuto maggiormente in termini percentuali negli ultimi quattro anni: Palermo con 510 immatricolazioni nel 2022, contro le 21 del 2018; Catania, che nel 2018 nel immatricolava solo 37, ha raggiunto lo scorso anno 430 unità.

Il Sud Italia che si conferma protagonista anche nell’incremento, sempre tra il 2020 e il 2022, del mercato dei quadricicli con Palermo, Catania e Napoli, che salgono sul podio dei territori con le migliori performance. Torino è invece la città dove si è assisto alla maggiore crescita percentuale nel mercato moto, seguita da Firenze e Palermo, mentre Catania, Bergamo e Trento si prendono le prime tre posizioni per il segmento dei ciclomotori.