Riolo alla Trento-Bondone su PCR

Riolo in azione alla Trento-Bondone su PCR

Oltre cinquanta chilometri sul Bondone sono tanti: lo sa bene Totò Riolo e il Team che collabora per lo sviluppo della PCR A6  BMW, così è stata presa la decisione di portare la vetture sulle strade del trentino nella gara validi per l’Historic Hill Climb Championship

Riolo quindi, con i colori della scuderia Piloti Senesi ed il consueto supporto di Targa Racing Club e Cst Sport, sarà al via fra le auto storiche della 73^ edizione della Trento – Bondone, gara in cui potrà percorrere per tre volte, ovvero le due sessioni di ricognizioni e l’unica manche di gara,  i 17 km che portano dai 308 metri dello start ai 1685 di Vason, con un rilievo medio del 9%.

Un’opportunità unica di fare tanto lavoro in un solo weekend. In gara alla 73^ edizione della Trento – Bondone anche il titolare della Kaa Racing, factory che cura la vettura di Riolo e la sua Lucchini Alfa Romeo di Quarto Raggruppamento, con la quale punta al vertice delle Sport Nazionali.

Le parole di Toto Riolo in vista della Trento Bondone

Abbiamo deciso di venire perché questa meravigliosa vettura che ha dato fin qui ottimi risultati ha ancora un certo potenziale da scoprire, quindi il tracciato della Trento – Bondone diventa, di fatto, il miglior banco di prova per continuare a perfezionare la vettura con la quale quest’anno ho vinto il 4° Raggruppamento delle tre gare fin qui disputate. Inoltre le esperienze personali degli ultimi due anni con la Porsche su queste strade sono  state davvero esaltanti ed è quindi un piacere tornare con una macchina diversa e poter dare ai partner, come il main sponsor Sunprod e gli altri, la dovuta visibilità nei luoghi più leggendari di questa specialità”.

Questo contenuto è un comunicato stampa. Non è passato dal vaglio della redazione. Il responsabile della pubblicazione è esclusivamente il suo autore (Agenzia ErregiMedia)

© Riproduzione Riservata
Partecipa al dibattito: commenta questo articolo

Condividi questo articolo