La cenere frena la Giarre-Montesalice-Milo

Giarre-Montesalice-Milo, gara rimandata a data da destinarsi

L’attività eruttiva dell’Etna non dà tregua, costringendo ad un inevitabile rinvio a data da destinarsi della 25ª edizione della Cronoscalata Giarre Montesalice Milo. La copiosa caduta di cenere vulcanica, iniziata stamani sin dalle prime luci dell’alba, ha reso impraticabili i 6,4 chilometri di percorso che si snodano tra i comuni di Giarre, Milo e, per un breve tratto, Santa Venerina. Impossibile garantire le condizioni di massima sicurezza per i piloti in gara, indispensabili per dare il via alla corsa. Questa la decisione presa dal collegio dei Commissari sportivi nel corso della seconda riunione operativa, indetta a metà mattinata. A spiegare i motivi della sospensione definitiva sono gli organizzatori Giuseppe Trovato, vicepresidente dell’Automobile Club di Acireale, e Orazio Maccarrone, presidente della Scuderia Giarre Corse. “Il collegio dei Commissari sportivi ha deciso all’unanimità che non sussistono i presupposti per effettuare le manches di gara – spiegano – poiché la continua eruzione vulcanica non consente di rispettare i requisiti minimi di sicurezza per lo svolgimento delle stesse. Già da domani, come organizzatori, chiederemo una nuova data. Non intendiamo annullarla ma – concludono – la rinviamo a data da destinarsi a garanzia dei piloti, dei team e di tutti coloro che si sono impegnati e hanno lavorato duramente per la realizzazione di questa 25ª edizione”.

Questo contenuto è un comunicato stampa. Non è passato dal vaglio della redazione. Il responsabile della pubblicazione è esclusivamente il suo autore

© Riproduzione Riservata
Partecipa al dibattito: commenta questo articolo

Condividi questo articolo