Positivo il primo trimestre

sidebar-ad

La divisione italiana ha fatto segnare una forte crescita con un aumento pari al 19% rispetto allo stesso periodo del 2014

Oltre 4.500 le vetture vendute e immatricolate in Italia nei primi tre mesi dell’anno con V40 e V40 Cross Country in testa (oltre 2.000 unità complessive). La crescita fatta segnare da Volvo (+19%) è avvenuta a un ritmo decisamente superiore rispetto a quello del mercato (che è salito comunque di un deciso +13%).

Analizzando le preferenze dei clienti, dietro la best-seller Serie 40, troviamo gli ottimi volumi portati da V60 (1.050 unità) e XC60 (1.000 unità), numeri che sanciscono da una parte il successo di tutti i facelift di recente introdotti sul mercato e confermano il costante e grande successo dei modelli di punta della gamma Volvo tra cui le versioni XC e Cross Country.

Siamo estremamente soddisfatti – afferma Michele Crisci, Presidente Volvo Car Italia – dopo aver dato il nostro apporto allo straordinario esito globale conseguito da Volvo Cars nel 2014, quanto concretizzato nei primi tre mesi di quest’anno non fa che confermare che siamo sulla buona strada sia in termini di qualità di prodotto sia in termini di offerta. Dimostra inoltre che i valori che il nostro marchio e i nostri prodotti esprimono sono quelli che il pubblico gradisce. La strategia intrapresa da Volvo, che punta su un livello da primato assoluto di tecnologia applicata alla sicurezza, su un design rinnovato e sulla massima qualità costruttiva sta pagando, in Italia così come nel resto del mondo. Inutile dire che questo è il modo migliore per preparare l’arrivo di una vettura importante come la nuova XC90, la regina della “nuova era” di Volvo, che con tutta la sua ineguagliabile tecnologia sarà presto, a partire dal prossimo mese di Giugno, sulle nostre strade e in mano ai nostri clienti“.

Volvo Cars è impegnata in un processo di trasformazione globale che prevede la realizzazione di una presenza industriale internazionale, il completo rinnovamento della gamma di prodotti nei prossimi cinque anni, l’introduzione di una nuova tecnologia modulare per i telai delle vetture, il lancio di tecnologie di sicurezza in anteprima mondiale, la realizzazione di un nuovo linguaggio stilistico e di una nuova architettura per i sistemi di propulsione nonché la proposta di una gamma di servizi di connettività d’eccellenza.