Davanti il pubblico di casa, Alfonso Di Benedetto (con il messinese Roberto Longo alle note) si è aggiudicato il Rally dei Templi. Piazza d’onore per Morreale-Pitruzzella seguiti da Bruccoleri-Rosato

Perentoria affermazione per Alfonso Di Benedetto e Roberto Longo al 30° Rally dei Templi. Davanti il pubblico di casa l’alfiere dell’SgB Rallye ha corso una gara da protagonista dalla prima all’ultima “Piesse”. Di Benedetto ha infatti firmato la vetta in tutte le nove Prove Speciali disputate totalizzando un tempo di 40’46”5. Al termine della giornata l’agrigentino ha accumulato un vantaggio di 1’31”3 su Morreale-Pitruzzella. La coppia, in 42’17”8, ha primeggiato in Gruppo A. Il podio dell’Assoluta è stato completato da Bruccoleri-Rosato in 42’26”3. Questi ultimi, in Gruppo R, si sono aggiudicati la piazza d’onore alle spalle del “solito” Di Benedetto. Quarti, a 1’50”0 dalla vetta, i vincitori della passata edizione Gandolfo-Ruecker. Nucci-Gelardi, primi in Gruppo N, hanno chiuso la “Top Five” in 43’19”3. Alloro in solitaria nella Racing Start per Cassata-Tumminello.

Zambuto di nuovo primo 31 anni dopo

La ritrovata coppia Zambuto-Piparo (Porsche 911), vincitrice della prima edizione della corsa andata in scena nel 1986, è stata la più veloce tra le “Storiche”. Il risultato ha permesso all’agrigentino di salire sul gradino più alto del podio del Terzo Raggruppamento. Ritirati, nell’ultima “Piesse” i restanti cinque concorrenti.