Minì subito al vertice nei test Formula Regional Alpine al “Ricard”

minì
minì

Minì, comincia la preparazione per il 2021

Dopo il titolo conquistato nell’Italian Formula 4 Championship powered by Abarth, Gabriele Minì ha esordito per la prima volta sulla Tatuus Renault, macinando i primi chilometri in vista di un probabile esordio nella Formula Regional European by Alpine, serie che nel 2021 unirà l’attuale Eurocup Renault alla Regional European.

Sul tracciato del Paul Ricard, il pilota di Marineo ha avuto la possibilità di girare per due giorni (8 e 9 dicembre) insieme al team ART, campione in carica della serie transalpina, raccogliendo dati e informazioni utili. Anche in condizioni di pioggia e umido.

Eurocup e Regional: dal 2021 nasce la Formula Regional European by Alpine

A partire dal prossimo anno, in un contesto di ottimizzazione di costi e risorse, Formula Renault European e Formula Regional European si uniranno in un unico campionato, il quale prenderà la denominazione di Formula Regional European by Alpine.

La serie, patrocinata da Alpine, si snoderà su diversi circuiti europei e servirà da fucina per tutti i talenti che vorranno effettuare il passaggio in Formula 3. Le monoposto, ancora in fase di assemblaggio nella fabbrica Alpine di Dieppe, saranno spinte da un motore Renault da 1.8 litri (270 CV) e avranno telai Tatuus e pneumatici Pirelli.

Dodici i team che potranno prendere parte con tre monoposto, più una quarta se si schiera una pilota donna. Gli attuali iscritti dovrebbero essere (non ancora rese note le entry list ufficiali) R-ace GP, MP Motorsport, Arden, JD Motorsport, Bhaitech, FA Racing, ART Grand Prix, KIC Motorsport, Van Amersfoort Racing e Prema.

Minì, prima giornata caratterizzata dalla pioggia

Nella prima giornata di test collettivi al “Ricard”, Minì ha avuto la possibilità di girare in condizioni di bagnato e umido. Familiarizzando con la squadra e con una vettura più potente e dotata di un maggior carico aerodinamico rispetto alle “piccole” Tatuus F4-T014 dell’Italian Formula 4 Championship powered by Abarth.

Il test, in attesa delle nuove monoposto che verranno utilizzate nella Formula Regional European by Alpine nel 2021, si è svolto con il pacchetto tecnico utilizzato nella Renault Eurocap nel 2020. Telaio sempre Tatuus, ma “vecchio” motore Renault.

Gabriele, protagonista di diversi run in pista tra la mattina e il pomeriggio, è andato via via migliorando la propria performance. Raccogliendo informazioni sul comportamento della monoposto in condizioni di bagnato (mattina) e simulando un paio di time attack al pomeriggio, quando la pista ha permesso l’utilizzo di gomme slick.

Al termine della giornata, Minì ha completato 72 tornate e ha fermato il crono sul 2’03″747, quattro decimi più lento del leader Isack Hadjar (M2 Competition). Il tempo gli ha permesso di chiudere con il quinto riscontro cronometrico.

Day 2, Minì subito nelle posizioni di vertice

Creato il giusto feeling con macchina e squadra, Gabriele è riuscito a sfruttare al massimo il potenziale della vettura nel corso della seconda giornata, stabilendosi al vertice della classifica dei tempi insieme al compagno di squadra, Gregoire Saucy.

I due hanno infatti chiuso questa seconda giornata con lo stesso identico crono, ovvero di 1’57″697, un decimo piano rapido del terzo in graduatoria, lo svedese Dino Beganovic. Riscontri incoraggianti che fanno ben sperare in vista delle prossime uscite.

Test Formula Regional Alpine, Paul Ricard – Tempi

1 – Gregoire Saucy – ART – 1’57”697 – 73 giri
2 – Gabriele Minì – ART – 1’57”697 – 68
3 – Dino Beganovic – Arden – 1’57”782 – 75
4 – Alex Quinn – Arden – 1’57”891 – 70
5 – Paul Aron – MP Motorsport – 1’57”902 – 34
6 – Isack Hadjar – M2 Competition – 1’57”977 – 82
7 – Zane Maloney – Arden – 1’58”058 – 76
8 – Hadrien David – R-Ace – 1’58”179 – 65
9 – Andrea Rosso – FA Racing – 1’58”200 – 35
10 – Francesco Pizzi – ART – 1’58”365 – 59
11 – Kas Haverkort – MP Motorsport – 1’58”420 – 35
12 – Mari Boya – R-Ace – 1’58”452 – 66
13 – Oliver Goethe – FA Racing – 1’58”461 – 45
14 – Thomas Ten Brinke – R-Ace – 1’58”631 – 66
15 – Elias Seppänen – JD Motorsport – 1’58”643 – 82
16 – Christian Mansell – M2 Competition – 1’58”835 – 64
17 – Pietro Delli Guanti – JD Motorsport – 1’58”872 – 76
18 – Casper Stevenson – M2 Competition – 1’58”930 – 72
19 – Sebastian Ogaard – Bhaitech – 1’58”993 – 76
20 – Axel Gnos – Bhaitech – 1’59”297 – 81
21 – Nicola Marinangeli – Bhaitech – 1’59”501 – 84
22 – Lena Buhler – R-Ace – 2’00”748 – 65