Coppa Siracusa, la prima e l’unica corsa

coppa siracusa
Il traguardo della prima e unica edizione della corsa siracusana

Coppa Siracusa, quattro giri lungo un circuito stradale di 30 chilometri

da Sicilia Motori, anno XXXIII – Numero 8/9 agosto-settembre 2015

Piero Libro

La città di Siracusa vanta grandi tradizioni in campo automobilistico. Basta ricordare l’importanza del Gran Premio di Formula 1, non valido per il Campionato Mondiale ma pur sempre con i migliori piloti del mondo al via negli anni ’50 e ’60 del secolo scorso. A questa gara si affiancarono, in tempi passati, la “Coppa d’Oro” e la “Tre Ore Notturna“.

coppa siracusaArrivano, successivamente, diverse gare in salita e rallies. Ma la madre di tutte le corse aretusee si disputò molto tempo prima, in epoca pionieristica. Era il 27 maggio del 1928 quando 13 piloti – in rappresenta di quattro caso automobilistiche – si sfidarono nella “Coppa Città di Siracusa“. Il percorso si snodava tra Bivio Canicattini, Floridia e Grotta Perciata. La lunghezza era di quattro giri, da circa 30 chilometri, per un totale di 120 chilometri. Ai nastri di partenza di Contrada San Nicola si schierarono – fra i siciliani – i catanesi Schermi e Cicerano, il siracusano Marcello Spampinato, il quale era alla sua prima gara. “Starter” Donna Rosso, moglie del Prefetto. Al terzo giro Schermi passava come un bolide davanti le tribune impiegando in questo giro 17′ e 59″.

coppa siracusa
Il gruppo dei partecipanti

Alla elevata media oraria di 94.550 chilometri/orari. Impresa che suscitò in tutti gli spettatori un’onda di entusiasmo. Peccato che era troppo tardi, dato che Cicerano e Spampinato erano già giunti a metà del quarto giro ed erano vicini a tagliare il traguardo. Cicerano risultò il vincitore assoluto su Alfa Romeo 1150, davanti a Schermi (Bugatti, stessa cilindrata) e Spampinato.

Quest’ultimo si aggiudicò la classe 2000 con la Diatto. Altri vincitori di classe furono Tampieri (oltre 2000) e Tranchina (1000). La “Coppa Città di Siracusa” del 1928 non ebbe più seguito. Fu sostituita negli anni ’50 dalle blasonate gare sopra citate. Informazioni e foto sono statuate tratte da “Un pilota siracusano negli ani ’20: Marcello Spampinato” di Cesare Samà. Estratto da “I Siracusani” (anno III N.15 settembre-ottobre 1998). Si ringrazia l’editore Antonio Randazzo per la gentile concessione.