Slalom, al “via” la nuova stagione in Sicilia

slalom di salice
Mimmo Ingardia

Sicilia: si riparte dal “Satiro”

Laedizione dello “Slalom del Satiro” in programma a Mazara del Vallo organizzato dalla Promoter Kinisia di Peppe Licata aprirà la stagione agonistica siciliana, questo fine settimana, ed il Campionato Siciliano della specialità articolato su 28 prove (ma ogni pilota potrà sommare un massimo di 10 risultati utili).

Il calendario AciSport 2021 dell’automobilismo è composto complessivamente da 47 gare fra rallies, salite, slalom e velocità in pista all’Autodromo di Pergusa

Il “Satiro“, una delle poche gare che si sono svolte tra le difficoltà dello scorso anno, non potrà contare sul supporto del pubblico a causa dell’emergenza pandemica, ma gli appassionati potranno seguire lo svolgimento della corsa tramite gli account ufficiali dell’organizzatore e il live timing sul sito dei cronometristi.

Il percorso si snoderà lungo la Strada Provinciale 50 che collega Salemi e Mazara del Vallo. I 54 piloti attualmente iscritti avranno la possibilità di effettuare tre ricognizioni a partire dalle ore 9.00 della domenica. Le verifiche sportive si svolgeranno sabato 27, mentre la cerimonia di premiazione è in programma subito dopo la conclusione del terzo e ultimo passaggio cronometrato. Nel 2021 a trionfare è stato il “solito” Emanuele Schillace davanti ai mazaresi Giuseppe Giametta e Mimmo Ingardia.

Monterosso e San Cataldo                le tappe successive in Sicilia

Dopo il “Satiro” la stagione proseguirà con il 6° “Monterosso” (Ragusa) organizzato dalla Stret Racers in programma domenica 11 aprile. Sette giorni dopo sarà la volta del terzo dei 33 slalom in calendario (i primi due – Città di Melilli e Le Vie del Sale – però sono già stato rinviati a data da destinasi): il Roccella – San Cataldo.  Valido per la Coppa di Zona (5°)  oltre che per il “Siciliano”.  Il percorso di gara si snoderà lungo la SS122 fra la contrada Roccella e la città di San Cataldo (Caltanissetta).  13 le postazioni di rallentamento. Organizzato da Passione&Sport la manifestazione  prevede sabato 17 le verifiche  e domenica 18 le tre manche.

L’ultima edizione della corsa risale al 2019 e ad aggiudicarsi la vittoria è stato il messinese Emanuele Schillace al volante della  Radical SR4 Suzuki. Alle sue spalle si piazzò il mazarese Giuseppe Giametta (Predator PC008 motorizzata Suzuki). Terzo il pilota di Sciacca, Nino Di Matteo, con la “fida” Gloria C8F Evo. La gara lo scorso anno non è stata disputata a causa dell’emergenza Covid.

Sicilia, aperte le iscrizioni          per il 5° Slalom Rocca di Novara

Intanto  Top Competition ha aperto le iscrizioni per il 5° Slalom Rocca di Novara, round del “tricolore” in programma sabato 1 e domenica 2 maggio nella località peloritana in provincia di Messina.

La gara, confermata nel Campionato Italiano dopo l’ottima esperienza dello scorso anno, verrà svolta su un tratto di 3250 chilometri lungo la SS185. All’interno saranno posizionate 14 postazioni di rallentamento (barriere di birilli). Non sono previste manche di ricognizione, ragion per cui i piloti avranno la possibilità di scoprire il percorso solo nel primo delle tre passaggi “ufficiali” validi per la compilazione della classifica finale.

Le iscrizioni resteranno aperte fino a lunedì 26 aprile. Lo scorso anno il successo è andato all’idolo di casa Emanuele Schillace su Radical, il quale si è imposto sui campani Salvatore Venanzio (Radical SR4 Suzuki) e su Fabio Emanuele (Osella PA9).

Come gli altri appuntamenti siciliani all’interno del Campionato Italiano Slalom (Agro Ericino il 2 maggio e Torregrotta – Roccavaldina il 13 giugno), il coefficiente di validità del “Rocca di Novara” è pari a 2. I punti assegnati al termine della competizione avranno quindi un peso abbastanza specifico per la classifica finale del tricolore 2021.