CIVM: le prove ufficiali della Liuzzi-Sambucina

Domenico Cubeda civm

CIVM: i siciliani in gara nella prova tricolore

Il CIVM è ancora in Calabria, in provincia di Cosenza, per la disputa della “Liuzzi-Sambucina”, la cui 25° edizione è valida quale 9° delle 12 prove del Campionato Italiano Velocità Montagna e 7° di 11 del TIVM Sud. Soprattutto la validità per il “Trofeo” ha richiamato numerosi piloti siciliani che puntano ad uno dei titoli di classe, aggiungendosi alla più ristretta pattuglia sicula composta da coloro che stanno invece disputando la serie tricolore maggiore.

I risultati dopo le prove del sabato

Al termine delle due sessione di prove ufficiali disputatesi oggi, e concluse solo alle ore 19.20 dopo innumerevoli sospensioni per vari incidenti (con danni solo alle vetture oltre ad un incendio provocato da una delle tante uscite di strada, durante la seconda manche), fra i siciliani il più veloce è risultato il catanese Domenico Cubeda (Osella FA30/Zytech 3000) autore del secondo  miglior tempo assoluto in 3’13″90,  dietro al trentino Christian Merli (3’10″21 nella seconda salita migliorandosi di 8″), e davanti al toscano Simone Faggioli (3’14″81) per la prima volta impegnato sul tracciato di 6,150 Km.

Cubeda, qui’  vincitore nel 2019, in gara cercherà di mantenere un posto sul podio e rosicchiare punti proprio a  Merli che nella classifica provvisoria del CIVM lo precede con solo 1,5 lunghezze di vantaggio. In lotta per il quarto posto nel tricolore ci sono anche il comisano Franco Caruso (Nova NP01-2 Zitek 3000), oggi sesto in prova (3’22″69 il suo miglior crono al termine delle due salite), preceduto dal calabrese Domenico Scola (che difende i colori della palermitana Scuderia Ateneo) e dal potentino Angelo Lombardi che precede proprio Caruso e Fazzino nella graduatoria del CIVM.  Per il 22enne pilota di di Melilli (Siracusa) Luigi Fazzino (Osella PA 2000), leader della classifica provvisoria Under 23, le prove sono però terminate anzitempo nella prima salita.

Scorrendo la graduatoria delle prove troviamo con l’ottavo tempo Samuele Cassibba (Osella PA21J-1000) in 3’27″46, che nella E2SC 1000 ha preceduto le Elia Avrio ST09 di Domenico Polizzi (che ha completato solo la prima salita), a sua volta più veloce della 1400 di Salvatore Reina (Trapani Corse) . Quindi la trapanese Martina Raiti (OsellaPA21J) solitaria in CN/1600).

CIVM: i siciliani nei gruppi

Nei gruppi migliori rilevamenti cronometrici per Ignazio Cannavò (GT3) con la Lamborghini Gallardo (3’53″30). Nella “generale” segue in graduatoria Manuel D’Antoni (Turbomark) che ha coperto la distanza in 4’08″89 al volante della  “500 Maxi Evo” con la quale primeggia nella 1150 E2SH.

In E1 Italia la lotta ravvicinata nella “1400” fra il  nisseno Domenico Budano ed il catanese Alfio Crispi, entrambi su Peugeot 106 ma con diversi obbiettivi stagionali, ha visto il portacolori del Motor Team Nisseno risultare più veloce   dell’alfiere della Catania Corse. Nella “1600” ko Angelo Guzzetta, in evidenza Rosario Alessi (Peugeot 106 S16). Secondo tempo nella “2000” per Rosario Macrì (Alfa 147).  Nella 1400 della Produzione Evo miglior tempo per Davide Gravina (Peugeot 106).

Currenti leader fra le “Bicilindriche”

Fra le “Bicilindriche” il catanese Andrea Currenti (500/700 gruppo 5), leader della classifica provvisoria tricolore, ha ottenuto solo il terzo tempo dietro ai locali Liuzzi (nonostante abbia disputato solo la prima salita di prova) e Cuomo.

Domani il “via” della prima manche alle ore 9. La gara, ancora vietata al pubblico, sarà trasmessa in diretta streaming sui canali di AciSport