Nuova sfida Castiglione-Gulotta al “Città di Castelbuono”

I due piloti di Buseto Palizzolo hanno all’attivo un primato ciascuno su questo percorso, e si contendono il titolo regionale. Loro principali avversari gli altri trapanesi Incammisa e Pellegrino.   85 in gara, “via” alla prima delle tre manche alle ore 9. Forfait di Pietro Raiti e Matteo D’Urso

Hanno portato a termine in 85 le operazioni di verifica svoltesi oggi pomeriggio in Piazza Castello, e quindi saranno in gara domani nella 7° edizione dello Slalom “Città di Castelbuono”, 4° prova del Trofeo d’Italia Centro Sud, 5° di Coppa Aci Sport 6° zona, e soprattutto 6° del Campionato Siciliano della specialità. Domani la prima delle tre manche sulle quali si articola la gara avrà inizio alle ore 9 (non è prevista la classica salita di ricognizione), lungo il percorso di 3.480 metri ricavato sulla Strada Statale 286, con partenza dalla località “Fiumara” – alle porte della città madonita – e arrivo ad un centinaio di metri dallo stadio comunale. 18 le postazioni di rallentamento.

La gara, organizzata dal Team Palikè di Palermo con la collaborazione del Motor Sport Club di Castelbuono, riproporrà la sfida di vertice fra i giovani trapanesi di Buseto Palizzolo Giuseppe Gulotta (che qui vinse nel 2011) al volante della Radical SR4-Suzuki della Jonia Corse,  e Giuseppe Castiglione (invece primo lo scorso anno) che piloterà l’agile monoposto Ghipard spinta pure questa da un Suzuki 1000. Gulotta viene dai due successi consecutivi di “Valderice” e “Sciacca”, dove ha preceduto proprio Castiglione che dalla sua – ai fini della lotta per il titolo regionale – ha già ottenuto quattro primati stagionali.

Possibile terzo incomodo l’altro trapanese di Custonaci Nicolò Incammisa, al volante di un’altra biposto inglese e pure questa spinta dal propulsore nipponico di derivazione motociclistica, che difende i colori della “Catania Corse”, e che ha già primeggiato al “Babbaura” di San Cataldo (Caltanissetta). Fra i sicuri protagonisti: i trapanesi Vincenzo Pellegrino (di Custonaci con la Radical SR4- Suzuki/ della Cst Sport di Gioiosa Marea), l’alcamese Dino Blunda (Speads RM 08-Suzuki della Festina Lente di Monreale).  Atteso alla seconda uscita stagionale con la Elia Avrio ST09 Evo Suzuki il nisseno Rino Giancani (Motor Team Nisseno), i messinesi Nino Rotolo (Gloria C8P Suzuki/S.G.B. Rally) e Sergio Bertolami (Brc Suzuki/ Nebrosport).

Fra i Prototipi da seguire la sfida all’interno della Catania Corse fra le Fiat Cinquecento/Suzuki del mazarese Girolamo Ingardia  e del centuripino Salvatore Naselli. Tra i piloti locali Rosario Prestianni disporrà del prototipo Vst Kawasaki (ex-Arresta), difendendendo i colori dell’Armanno Corse di Palermo. Unica “lady” in gara sarà l’esperta messinese (di Novara di Sicilia) Angelica Giamboi, con una Fiat X1/9 identica a quella con cui correrà il padre Alfredo, nelle Special Car.