Gulotta primo a Scillato

sidebar-ad

Il busetano Giuseppe Gulotta ha riaperto l’albo d’oro del “Fonti di Scillato” (classica madonita di ritorno dopo 21 anni di assenza). Dietro di lui piazza d’onore per il concittadino Giuseppe Castiglione

Come da pronostico l’ottava edizione del “Fonti di scillato”, organizzata dall’Automobile Club Palermo in collaborazione con il Team Palikè e l’associazione Targa Racing Club di Cerda (la direzione gara affidata a Lucio Bonasera), è stata animata dall’appassionante duello messo in scena dai busetani Giuseppe Gulotta e Giuseppe Castiglione. Al termine di tre manches serrate il primo, con su Radical SR4 Suzuki della Ionia Corse Giarre ha scritto il proprio nome sull’albo d’oro della corsa madonita. Decisivo il tempo fatto registrare nella seconda salita con 132,00 penalità. Ad appena 0,13 punti Castiglione (Radical Prosport Suzuki/Armanno Corse) si è dovuto accontentare della piazza d’onore. Terzo Antonino Virgilio (Radical SR4). I tre hanno formato, nell’ordine, il podio della SPS. Nelle altre divisioni successi per: Salvatore Caristi (A), Cristoforo Di Miceli (N), Pierluigi Bono (BC), Giuseppe Messina (E1 Ita), Dino Blunda (E2SS), Girolamo Ingardia (Prototipi), Agostino Scaffidi (Racing Start), Giuseppe Perniciaro (Racing Start Plus) ed Andrea Fragiglio (SS).

Nell’Attività di Base perentoria affermazione di Antonino Bucceri (Fiat 500 Suzuki) ai danni di Giusto Giordano (Fiat 126 Yamaha) e Mario Pisa (su vettura gemella). Conferme anche tra le “Storiche” con Ciro Barbaccia (Osella PA 9/90) il più “abile” tra i birilli. Secondo e Terzo posto, rispettivamente, per Antonino Di Lorenzo (Porsche 911 SC) e Salvatore Parisi (Fiat Uno Turbo).

100 i classificati su 101 partenti (116 gli iscritti).