Nel 2017 siciliamotori.it cresce del 10,7%

Sicilia Motori  ha concluso l’anno con 89.500 visitatori unici, ovvero diversi l’uno dall’altro e conteggiati per una visita ciascuno (lo specifichiamo per chi non è pratico delle terminologie del web). Durante l’anno le visite alle pagine sono state poco meno di 105.000, con una permanenza media di 2,17 minuti per pagina. Nell’oceano del web non sono numeri elevati. Anzi restano piccoli, ma per noi sono enormi. Siamo consapevoli che sotto i 30mila visitatori unici mensili, un sito web editoriale praticamente non esiste. Le testate protagoniste nella produzione quotidiane di news si confrontano con milioni di visitatori unici l’anno. Ma non è con questi colossi dell’informazione – anche digitale – che Sicilia Motori deve confrontarsi. Possiamo raffrontare, più che confrontare, i nostri numeri con quelli di altri siti web di settore in lingua italiana (automotive, automobili, motorsport). Nelle nostre periodiche analisi ne abbiamo censiti, e seguiamo i risultati, di oltre 60 siti italiani. In questa graduatoria composta da siti web che hanno una tipologia di lettori/visitatori simile, la nostra posizione nel corso del 2017 è oscillata fra il 21 ed il 25° posto.

In realtà,  gli utenti che visitano Sicilia Motori hanno interessi simili ma non identici con i siti con i quali abbiamo svolto il raffronto. I navigatori ci trovano per gli interessi legati alle competizioni e manifestazioni di auto (moderne, storiche, classiche, e poi rallies, cronoscalate, slalom, regolarità, velocità), moto (cross, enduro, velocità), karting (piste e circuiti cittadini). Alcune delle parole chiave maggiormente utilizzate sono state: rally Sicilia, autodromo Pergusa, cronoscalate in Sicilia, karting Sicilia, solo per dare qualche esempio.

Una grande comunità  in Sicilia. Come poche, forse, in altre regioni d’Italia.

L’area geografica dimostra la specificità  della nostra proposta editoriale, così come la popolazione dei visitatori verso la quale inoltriamo i contenuti che pubblichiamo. Come per la rivista cartacea, anche per il sito web ci pare di essere ancora unici e soli da 35 anni (36 a marzo). Stimiamo in circa 5000 unità la “popolazione” siciliana direttamente interessata al motorsport ed alla quale ci rivolgiamo, composta da “licenziati” delle due Federazioni (AciSport e FMI). Una comunità  composta da piloti, ufficiali di gara, organizzatori, dirigenti, sodalizi. A questi vanno aggiunti coloro che hanno scelto di svolgere attività  sotto l’egida degli Enti di Promozione Sportiva (EPS). Ed ancora i soci dell’ASI (Automoto Club Storico Italiano). Una popolazione che, se estesa anche agli “addetti ai lavori” (preparatori, elaboratori, noleggiatori, venditori di componenti ed accessori, etc etc), ai collezionisti, regolaristi, fuoristradisti non ufficialmente associati, ed ai soci dei numerosi club di marca, oltre allo zoccolo duro degli appassionati a vario titolo al mondo delle auto, delle moto, delle corse in generale, raddoppia se non triplica rispetto ai 5000 sopra indicati. Se ci riferiamo a questi 10mila utenti (complessivi e per difetto), 1/3 dei quali abituali lettori della rivista e potenzialmente interessati agli argomenti che trattiamo, possiamo affermare che gran parte di loro sono visitatori del nostro sito web.

L’assenza di limiti geografici è una delle maggiori opportunità che offre il web. Le visite alle pagine di Sicilia Motori

Se la rivista cartacea possiamo distribuirla solo nelle edicole della Sicilia (ed in quelle di alcuni aeroporti nazionali), oltre ad inviarla a mezzo postale ad abbonati residenti in altre regioni, la versione digitale viene scaricata e letta anche in tutta Italia ed anche in altre nazioni. Il sito, inoltre, è visitato abitualmente da utenti di ogni città  italiana e dall’estero. I dati tratti dai diversi strumenti di analisi del traffico web sul sito (semrush, ahrefs, alexa, google analytcs) lo dimostrano. Il 26,13% delle sessioni arriva da Palermo, ma il 19,71% da Roma, che precede Catania (10,25%), e segue Milano (8,5%). Seguono poi le altre città  siciliane. Con percentuali ovviamente inferiori, le pagine del sito web Sicilia Motori attirano traffico da tutta Italia e dall’estero. Nessun Continente escluso. Questi movimenti di traffico verso le pagine sono dovuti agli interessi che gli utenti manifestando verso il mondo del motorsport, dell’innovazione, dei grandi brand legati alle auto e alle moto.

Entro la prossima primavera del 2018 sarà online il nuovo sito web Sicilia Motori

I dati fin qui esposti ci gratificano (dall’1 al 21 dicembre 2017 abbiamo avuto 69.624 sessioni per 51.133 utenti. Nello stesso periodo del 2016 le sessioni erano 62.866 per 43.640 utenti). Abbiamo avuto un incremento del 10,75% ma non può bastare. Dobbiamo e possiamo fare di più, e soprattutto meglio, per meritare l’attenzione di chi, sin qui, non ha ritenuto di concederla e rispondere adeguatamente alle attese, alle curiosità e agli interessi di chi, invece, ci segue frequentemente. A tutto questo stiamo lavorando. In primavera sarà operativo il nuovo sito web, aggiornato soprattutto sulle modalità di fruizione dei contenuti (social, video, foto) e con contenuti ancora più ampi. Ad avvalorare i dati sono le pagine maggiormente visualizzate nel corso del 2017.

Nel 2017 abbiamo pubblicato, complessivamente, oltre 1.000 notizie. Le 10 pagine più visitate

Al primo posto, per avere attratto il maggior numero di click e di lettura, è la pagina che ha ospitato una notizia curiosa verificatasi al Rally del Tirreno e che ha avuto come involantari protagonisti due fra i più bravi e seguiti piloti siciliani, Totò Riolo e Giuseppe Nucita (leggi qui)

Se la notizia top è stata divertente, quelle a seguire, purtroppo, sono tutte relative ad eventi luttuosi fra i tanti che hanno caratterizzato la stagione e faranno ricordare quello appena trascorso come uno degli anni più tristi per il motorsport isolano. Sia a seguito di incidenti, sia per i molti amici che sono scomparsi prematuramente.

In particolare sono stati seguiti gli aggiornamenti successivi all’incidente della Targa Florio (leggi qui)

Molta attenzione è stata poi rivolta anche alla nostra critica alla decisione di sospendere solo il rally e proseguire con la Classica (leggi qui)

Grande emozione ha suscitato la notizia della morte di “Pino” Bellomare”. Uno di coloro i quali ci ha lasciati nel 2017. Qui il link 

Segue in questa classifica il pezzo di presentazione della stagione delle cronoscalte. Ne sono rimaste pochine in vita, ma queste attirano sempre il favore degli appassionati (leggi al link)

Tra le altre di maggior interesse, anche quella che ha raccontato di un fatto increscioso. Il tentativo, parzialmente riuscito, di sabotare la gara Val d’Anapo – Sortino – qui il link

Seguono poi le pagine che trattano della tanta attesa per la riapertura vera e definitiva dell’Autodromo di Pergusa. Si sperava già nel 2017 nel ritorno della “24 Ore”. Per adesso è tutto rimandato all’ormai prossimo mese di marzo, e quindi l’annuncio del rinvio venne letto da molti qui

La penultima notizia più letta dell’anno (qui il link) riguarda, ancora una volta, le drammatiche conseguenze dell’incidente in pista alla “Valle dei Tenpli di Racalmuto”, nel quale è rimasto vittima il motociclista palermitano Salvatore Migliazzo

Anche per questo incidente, così come per quello di Amendolia alla Targa, un malore del pilota fra le possibili cause dell’incidente. Ma ad oggi le rispettive indagini condotte dalle Procure di Termini Imerese ed Agrigento, non si sono ancora concluse ed i Magistrati attendono gli esiti delle perizie affidate ai tecnici.

Proprio gli aggiornamenti sull’incidente alla Targa Florio il – link qui – e quella della ricostruzione dei fatti da parte del Direttore di Gara, Marco Cascino, – link qui – sono le ultime due notizie più lette sul nostro sito quest’anno

Per il 2018 ci auguriamo di scrivere solo ed esclusivamente di risultati, successi, e novità relative all’automotive. Anche di sconfitte, naturalmente, ma comunque solo di corse, circuiti, auto, moto, kart, piloti, scuderie, moto club, bandiere e traguardi. Anche per questo, e non solo, GRAZIE a ciascuno degli 89.466 visitatori che almeno una volta, nell’arco dei 12 mesi appena trascorsi, e anche solo per un paio di minuti, hanno fatto visita al nostro sito web. Faremo in modo di farvi tornare più volte nel corso del mese, della settimana e, se possibile, anche dello stesso giorno. Rinnovando l’appuntamento in edicola ogni mese. Anche qui con novità in arrivo.

Buon anno!