Antonio Pucci: sino al 19 agosto la mostra a Castellana Sicula (Palermo) 

Ad Antonio Pucci, l’indimenticato ex-pilota e collaudatore Porsche, vincitore – fra le altre corse – di una edizione della Targa Florio (1964, in coppia con l’inglese Colin Davis sulla Porsche 904 GTS), è dedicata la mostra intitolata “Il Gattopardo delle Madonie, storia di un grande campione” allestita presso il Club Culturale Castellanese (Corso Mazzini, 152), che resterà aperta sino a domenica 19 agosto.

Da sinistra: il Sindaco di Castellana Sicula Francesco Calderaro, il vice-Sindaco Daniela Fiandaca, Gianfranco Pucci, il Consigliere Comunale Giusy Gulino, Antonella Pucci, Salvo Manuli.

La mostra, allestita da Salvo Manuli ed inaugurata sabato scorso, raccoglie cimeli e trofei appartenuti al Barone Antonio Pucci https://www.siciliamotori.it/2015/09/22/antonio-pucci/,  e messi a disposizione dai figli Gianfranco, Antonella e Orietta Pucci

un’ampia rassegna di articoli dell’epoca, e fotografie che ripercorrono la sua carriera di pilota e collaudatore. Dall’esordio – avvenuto a 24 anni – alla Catania-Etna del 1947 (5° assoluto e 3° di classe con una Fiat 1100 Sport), sino alla fine degli anni ’60 quando smise di gareggiare e proseguì come collaudatore. A quei periodi seguì una lunga attività all’interno della Federazione e nel Consiglio Direttivo dell’Automobile Club Palermo, sino alla fine degli anni ’70.  Quando decise di spostare la propria residenza da Palermo (dove nacque il 29 agosto del 1923), alla tenuta di famiglia “Villa Padura” sita a Carcarelli frazione di Castellana Sicula. Città che adesso ha inteso onorarne la memoria a nove anni dalla sua scomparsa  il 15 luglio del 2009. Aveva 86 anni

 

(24)