Andreucci e Andreussi portano al successo la 208 Rally4 al 2 Valli

andreucci

Andreucci ha conquistato tre speciali su sei

In una edizione 2020 quanto mai anomala, il Due Valli è stata il penultimo appuntamento di campionato. E’ stata una gara difficile a causa della poca visibilità dovuta alla nebbia. Ma, ancor più, per la grande umidità lungo tutto il percorso, causata dalle piogge delle ultime ore. Quanto mai difficile quindi la scelta delle gomme, visto che il fondo offriva poco grip.

Nonostante questo, Paolo Andreucci ed Anna Andreussi assieme alla loro nuova Peugeot 208 Rally 4 sono riusciti a concludere al primo posto già la prima prova speciale delle 9 previste. Tutte in programma sabato. Hanno portato a casa anche la PS4 e la 5, amministrando bene poi il vantaggio sui diretti inseguitori. Concludendo così il 38° Rally Due Valli al primo posto nella classifica due ruote motrici. 

Ancora una volta, l’11 volte campione italiano rally e la sua Nuova Peugeot 208 Rally 4 hanno ribadito la bontà complessiva della nuova nata della Casa del Leone. Realizzata da Peugeot Sport e configurata per il CIR 2020 dal team F.P.F. Sport di Fabrizio e Michele Fabbri. Un’auto da poco messa in commercio, ma che sta mietendo successi sia in gara che a livello commerciale, perché molto richiesta da tanti piloti privati in tutti i campionati internazionali. 

Come si usa dire, “non c’è due senza tre ed il quarto vien da sé”. Staremo a vedere se sarà effettivamente così. Quel che è certo è che Paolo Andreucci con la Nuova Peugeot 208 Rally 4 affronterà l’11° Tuscan Rewind con la grande grinta e determinazione che lo contraddistingue da sempre.

Le parole di Paolo Andreucci, vincitore del Rally Due Valli due ruote motrici

“Sono soddisfatto di aver portato a casa anche questa edizione del Due Valli, anche se mi è mancato molto il pubblico, viste le restrizioni in essere attualmente. Ad ogni modo, la gara non è stata facile, perché oltre al fondo viscido per la pioggia ma anche per foglie cadute sul percorso, si è aggiunta anche la nebbia in alcuni tratti. Non è stato facile individuare velocemente le curve sporche. Ho attaccato da subito e sono riuscito a portare a casa un buon vantaggio nella prima metà della gara, amministrando poi E concludendo al primo posto. Sono soddisfatto”.

1. Andreucci-Andreussi (Peugeot 208 Rally 4) in 1:15’46.9

2. Campanaro-Porcu (Ford Fiesta R2) a 33.8”

3. Casella-Siragusano (Peugeot 208) a 53.5”.