“Fangio”: su Netflix il docu-film sul campione argentino

fangio

Fangio” racconta le gesta del pluriennale-titolato pilota argentino

Poco più di un’ora e mezza per conoscere i ripercorrere il fascino e la storia di Juan Manuel Fangio. Pilota argentino che nel corso della propria carriera ha scritto pagine di storia indelebili dell’automobilismo sportivo.

fangio“Fangio, l’uomo che domava le macchine” è un film-documentario disponibile su Netflix che racconta la carriera de “El Chueco“, pilota che con Alfa Romeo (1994 e 1995), Ferrari (1956) e Maserati (1957) è riuscito a conquistare be cinque titoli mondiali di Formula 1. Durante il racconto, firmato da Francisco Macri, intervengono anche diversi piloti e personaggi dell’epoca moderna. Parliamo di gente titolata come Fernando Alonso, Alain Prost, Jackie Stewart, Mika Hakkinen e Nico Rosberg.

A questa lista si aggiungono anche Toto Wolff, Horacio Pagani, Hans Hermann, Adolfo Orsi e Juan Manuel Fangio II, nipote anche lui “driver” a cavallo tra gli anni ’80 e ’90. Quest’ultimo fa da guida alla carriera del pluri-titolato pilota argentino, anche in molte scene è lo stesso Fangio a raccontarsi, dato che Macri ha inserito nella pellicola la sua stessa voce, la quale è stata registrata in alcune interviste di quando era ancora in vita.

fangioFangio, ricordiamo, è morto il 17 luglio 1995 all’età di 84 anni. Il tutto è ovviamente accompagnato da una sequenza di immagini che raccontano le imprese dell’argentino.  Il film riprende non solo i circuiti più significativi per la sua carriera (Monza, Monaco e il Nurburgring), ma anche due luoghi principali per la sua vita: Balcarce, paese natio a sud di Buenos Aires, e Galliate (Novara).

Quest’ultimo è il luogo di nascita di Achille Varzi, mentore del “Maestro“. “Fangio” è un documentario che aiuta a capire, attraverso le gesta dell’asso argentino, anche le reali differenze tra la Formula 1 del passato e quella attuale. Super tecnologica e sicura.