“Born to be Wild”: mamma partorisce a bordo di una Ford Mustang Mach-E

"Born to be Wild"

“Born to be Wild”, mamma partorisce su una Mustang Mach-E

Quando sono iniziate le contrazioni, Christine Vigsted, ormai alla fine della sua gravidanza, e suo marito Jens hanno pensato di avere a disposizione tutto il tempo necessario per raggiungere l’ospedale. Dopo tutto, il loro primo figlio Thomas era nato dopo un lungo travaglio durato 48 ore.

Tuttavia, dopo pochi minuti di viaggio a bordo della loro auto elettrica, una Mustang Mach-E 1, mentre erano diretti verso l’ospedale, a Christine si sono rotte le acque. A quel punto, Jens si è fermato sul ciglio della strada e, con un piccolo aiuto a distanza da parte dell’ostetrica di sua moglie, è riuscito a far nascere il secondo figlio, David.

“Il parto in auto è andato molto bene”, ha detto Christine, di Ringsted, Danimarca. “Se fosse stato il nostro primo figlio, probabilmente avremmo gestito la cosa in modo diverso, ma è stata davvero una bella esperienza”.

David porta con sé un primato davvero importante: è il primo bambino venuto alla luce all’interno dell’abitacolo di un veicolo elettrico Ford.

Jim Farley, presidente e CEO di Ford

“Ci impegniamo al massimo per testare ogni eventualità ma, onestamente, il parto sul sedile anteriore dell’auto non era contemplato tra le nostre prove abituali. Consideriamo i nostri clienti come parte della famiglia e, in questo caso, non poteva essere più vero”.