Salite: i verificati per la 47° Catania-Etna

Samuele Cassibba in azione con la NP01/2000 alla Coppa Sila

Catania-Etna, oggi si parte con le prove ufficiali

Sono 107 i verificati (112 gli iscritti iniziali) alla 47° Catania-Etna, quarta prova del Campionato Siciliano Salite moderne e storiche.

La competizione, in programma questo fine settimana (prove oggi e domani la gara), è organizzata dalla Street Racers di Mike Cannizzaro e si snoderà dal km 5,40 al km 11.00 della SP91 che da Belpasso sale verso la vetta dell’Etna.

La prima delle due manche di prova, utili per prendere confidenza con un percorso “rivisto” rispetto a quello dello scorso anno (la gara è tornata a svolgersi dopo 10 anni), partirà alle 9.00, mentre la domenica, sempre su due prove e con stesso orario di partenza, si stabilirà la classifica finale della gara etnea, la cui data “originale” era prevista per il 5 giugno.

47° Catania-Etna: gli attesi protagonisti tra le moderne

A giocare il ruolo di “favoriti” la gara lungo il versante sud del vulcano più alto d’Europa saranno il comisano Samuele Cassibba e i “Caruso”, Luca e Salvatore, oltre al veterano della specialità Giovanni Cassibba, papà di Samuele.

Il primo, dopo le buone prestazioni mostrate alla Coppa della Sila valida per il TIVM Sud, proseguirà il percorso di adattamento a bordo della “nuova” Np01/2000, mentre il secondo, dopo la vittoria conquistata alla “Linguaglossa” di inizio anno, vuole tornare ad “assaporare” il gradino più alto del podio al volante dell’ormai fida Norma M20 FC.

Gianni” affronterà le rampe dell’Etna con la propria Osella PA30/3000, vettura che ormai non possiede più alcun segreto per l’esperto pilota comisano, mentre Salvatore Caruso punterà alle posizioni di vertice al volante della propria Elia Avrio/1400. Capitolo monoposto: il giarrese Orazio Maccarone (Gloria CP7/16000) e il nisseno Orazio Carfì cercheranno di dire la propria per le posizioni “nobili” della classifica, insieme all’originario di Biancavilla, Salvatore Tranchida, entrambi su F.Renault/2000.

Storiche: grande sfida nei Raggruppamenti

Per quanto riguarda le Autostoriche, presenti tutti i “big” che si stanno giocando le leadership nei rispettivi Raggruppamenti. Nel “Quarto” giocherà il ruolo di “lepre” il palermitano Ciro Barbaccia (Paganucci), mentre nel “Quinto” cercherà la conferma  l’augustano Camillo Centamore, (Corsini) già protagonisti di diversi successi in questa prima parte di stagione. Ben 13 piloti animeranno l’attività nel Terzo Raggruppamento, con i favori del pronostico che saranno per Francesco Avietabile (BMW 320i), mentre nel “Primo” si sfideranno per il vertice Giuseppe Riccobono (BMW 2002 Ti) e Gregorio Tosto (Lancia Fulvia). Equilibrio incerto nel Secondo.

47° Catania-Etna, i verificati