Riparte dal 15 ottobre la stagione dei pneumatici invernali

Dal 15 ottobre si apre la finestra per il cambio stagionale delle gomme.

Assogomma, l’associazione che riunisce i Costruttori di pneumatici, ricorda che dal 15 ottobre si apre la finestra di un mese per mettersi in regola con i pneumatici adatti alla stagione invernale.

Infatti, su molte strade e autostrade italiane, vige l’obbligo di circolare con equipaggiamento idoneo durante la stagione invernale: periodo compreso tra il 15 novembre e il 15 aprile. Fanno eccezione alcune regioni come la Valle d’Aosta o alcune strade di montagna particolarmente soggette a nevicate, nelle quali l’obbligo entra già in vigore dal 15 ottobre e si può estendere fino al 15 maggio.

Per consentire a tutti gli automobilisti di mettersi in regola per tempo, il montaggio di pneumatici invernali è consentito a partire dal 15 ottobre, mentre per il 15 di novembre occorre essere in regola con la normativa, cioè avere montati pneumatici invernali o, almeno, avere catene a bordo.

Per affrontare in sicurezza le strade bagnate, sdrucciolevoli, brinate o innevate, è consigliabile montare pneumatici invernali organizzando per tempo il cambio gomme dal rivenditore specialista, informandosi circa l’eventuale obbligo vigente sul territorio per non incorrere in sanzioni.

Assogomma ricorda che dotare il veicolo di pneumatici invernali correttamente gonfiati significa ridurre lo spazio di frenata fino al 15% su fondo bagnato e fino al 50% in presenza di neve al suolo. Infatti, temperature miti in autunno non devono rallentare la programmazione del cambio stagionale. Le condizioni invernali arriveranno presto e spesso senza preavviso, quindi è opportuno farsi trovare pronti nell’interesse di tutti. Tutto ciò anche per evitare la congestione sui punti vendita che si verificherà inevitabilmente a metà novembre.

I pneumatici invernali in perfetto stato di conservazione e gonfiati alla giusta pressione, consentono la mobilità in sicurezza per tutto l’inverno senza dover montare dispositivi supplementari di aderenza. Le gomme di ultima generazione, quelle con il pittogramma alpino 3PMSF (3 Peak Mountain Snow Flake) forniscono prestazioni superiori in aderenza, motricità, frenata nelle condizioni più critiche. Il Ministero della Mobilità Sostenibile, ne raccomanda l’installazione su tutte le ruote al fine di conseguire condizioni uniformi di aderenza su fondo stradale.

I pneumatici non sono tutti uguali: il contenuto tecnico e, quindi, le prestazioni possono essere molto diverse. Un aiuto per il consumatore è rappresentato dalla Nuova Etichettatura Energetica, che è stata modificata aggiungendo nuove informazioni. Una novità fa proprio riferimento ai pneumatici invernali ed è il simbolo 3PMSF meglio noto come pittogramma alpino, cioè un simbolo che riporta una montagna stilizzata a tre picchi con all’interno un fiocco di neve.

I pneumatici che riportano sulla spalla questo simbolo hanno superato uno specifico test d’omologazione che ne attesta le caratteristiche superiori su neve e che quindi vanno preferiti a quelli privi. Ultimamanente è cresciuta molto la categoria merceologica dei pneumatici “all season”,”4 stagioni”,“all weather”,”multi stagionali”.
Si tratta di definizioni commerciali a cui ogni Costruttore attribuisce contenuti tecnici specifici. Se questi pneumatici hanno solo la marcatura M+S (Mud and Snow, cioè fango o neve) è possibile che solo il disegno sia di tipo invernale ma non la mescola che compone il battistrada. Negli ultimi anni gli “all season” di qualità hanno superato i test e si possono fregiare anche del pittogramma alpino, e con questi pneumatici, certamente più sicuri ed efficienti in inverno, è consentita la circolazione in presenza di Ordinanze specifiche.