Fiat E-Doblò: la multispazio 100% elettrica per la famiglia [ la prova ]

Alternativa modulare e versatile a SUV e crossover elettici.

Il processo di elettrificazione della gamma Fiat prosegue con l’ingresso della multispazio full electric E-Doblò che si affianca all’alfa e all’omega della gamma: la più piccola ma sfiziosa Fiat Nuova 500 e il più grande e spazioso Fiat E-Ulysse, le altre due proposte 100% elettriche del marchio torinese a oggi.

Con la crescita di popolarità di SUV e crossover, le pur efficienti vetture multispazio hanno negli ultimi anni ceduto quote di mercato, sacrificate sull’altare della moda, ma anche per la discesa in segmenti più bassi ed economicamente più accessibili delle vettura a scocca rialzata. Detto in parole più semplici: il dilagare dei B-SUV ha eroso il mercato alle  monovolume compatte.

Ma Fiat E-Doblò ha ottime soluzioni, modulari e versatili, adatte alle famiglie che hanno a cuore l’ambiente e cercano sostanza e concretezza, mentre rifuggono dall’omologazione agli standard di massa.

L’architettura elettrica di base del gruppo Stellantis ruota intorno al motore elettrico da 100 kW (136 CV) alimentato da un pacco batterie da 50 kWh posizionato sotto il pianale, in grado di offrire un’autonomia WLTP di 282 km. Si carica sia in corrente continua sia in alternata, nello specifico: DC alle colonnine super fast, fino all’80% della capacità in 30 ninuti; AC trifase 11 kW in 3 ore; AC monofase 7,4 kW 7 ore e 30 minuti. Occorrono 30 ore circa con l’attestazione a una presa domestica da 8A.

In una lunghezza di 4,40 metri Fiat E-Doblò offre fino a 7 posti e ancora un po’ di spazio per i bagagli. Tutte le sedute sono singole, e tutti gli schienali, escluso quello del guidatore, si possono abbassare completamente fino a creare un piano orizzontale. Non solo: i due sedili in terza fila si possono chiudere e ribaltare in avanti, oppure rimuovere totalmente, per lasciare, alle spalle della seconda fila, un enorme vano di carico, profondo, alto e molto regolare.

Le possibili combinazioni che si possono realizzare sono molteplici, rilevante la lunghezza di carico che si ricava abbattendo tutti gli schienali a destra, compreso quello del passeggero della prima fila: fino a 2,70 metri. La vita a bordo è proprio a misura di famiglia: tanti vani porta oggetti (26!) un po’ dovunque e tanta luce che può filtrare dal tetto vetrato. Si chiama Magic Top, di serie nell’allestimento più ricco, la soluzione che comprende: tetto panoramico multifunzionale con tendine parasole elettriche, mensola e vani portaoggetti.

Non tanto e non solo per l’understatement, ma anche per la robustezza e la facilità con cui si puliscono gli interni, si fa apprezzare la stretta parentela con la versione commerciale: il Fiat Doblò Van. Non solo le famiglie troveranno ideale l’ampio vano di carico in configurazione 5 posti, molto adatto per trasportare animali di grossa taglia anche con gabbie specifiche, o comodamente accucciati su un pratico e lavabile catino conformato.

Alla guida Fiat E-Doblò sfodera subito le sue carte migliori: dal comfort acustico alla prontezza all’acceleratore. Malgrado il notevole volume interno, alle velocità cittadine non si percepiscono fastidiosi rimbombi. Solo salendo di velocità l’assenza del rumore del motore termico rende più evidente il fruscio aerodinamico dei grandi specchietti esterni, altra ottima eredità della versione van.

Fiat E-Doblò si destreggia nel traffico più di quanto la grande capacità interna faccia pensare. Il merito è soprattutto dello sviluppo in altezza e di fiancate e portellone praticamente verticali che, facilitando la percezione degli ingombri, aiutano tanto il passaggio nelle vie più anguste quanto le manovre di parcheggio: i sensori sono di serie, la telecamera optional.

L’accesso alle file posteriori è reso pratico e sicuro dalle porte scorrevoli, mentre è possibile raggiungere il vano di carico anche aprendo solamente il lunotto posteriore: Magic Window è la soluzione provvidenziale se non c’è lo spazio sufficiente per estendere il lungo portellone.

La concretezza complessiva e la parentela con la versione commerciale non deve indurre a pensare che manchino dispositivi di assistenza alla guida, anzi. Anche nel mondo del trasporto professionale gli ADAS sono sempre più apprezzati e richiesti e tanto Fiat E-Doblò quanto Doblò Van sono equipaggiati con tutti i dispositivi di ultima generazione.

Se per la famiglia la motricità elettrica di Fiat E-Doblò può risultare un limite per l’impiego nei lunghi viaggi, il Doblò Van risulta invece perfetto per coloro che usano il furgone in ambito cittadino. In questo caso l’autonomia è più che sufficiente da consentire la ricarica soltanto di notte, mentre il privilegio di viaggiare in elettrico non solo permette l’accesso nelle ZTL più rigorose, ma regala anche una guida più rilassata e meno affaticante, a tutto vantaggio della sicurezza.

Con la maggiore diffusione dei modelli elettrici anche la differenza di prezzo rispetto alle motorizzazioni convenzionali si sta riducendo: oggi Fiat Doblò Van è disponibile anche con motorizzazioni benzina o Diesel. La differenza di prezzo tra Diesel ed elettrico è di 7.600 euro.

Non c’è parametro di confronto per Fiat E-Doblò autovettura, disponibile solamente in versione 100% elettrica. Due sole versioni a listino: E-Doblò ed E-Doblò Launch Edition, rispettivamente 38.400 e 40.000 euro, che con l’auspicabile riconferma degli incentivi possono scendere a 30.900 e 32.500 euro, tutti già ordinabili.